Home > Box Office > “GLI ANNI PIU’ BELLI” RIMBALZA IN PRIMA POSIZIONE – INCASSI BOX OFFICE ITALIA DEL 28 FEBBRAIO 2020

“GLI ANNI PIU’ BELLI” RIMBALZA IN PRIMA POSIZIONE – INCASSI BOX OFFICE ITALIA DEL 28 FEBBRAIO 2020

Nonostante i cinema chiusi al Nord per l'emergenza coronavirus e gli incassi in netto calo in tutta Italia, Muccino con "Gli anni più Belli" torna primo e supera i 5 milioni di euro.

Proseguono le giornate di emergenza nazionale per coronavirus (entro domenica dovremo sapere se la chiusura dei cinema in alcune delle Regioni maggiormente colpite proseguirà o meno, la Regione Lombardia ad esempio ha chiesto al Governo misure restrittive almeno per un altra settimana. Scuole comprese) per il cinema in Italia, ieri Venerdì 28 Febbraio si sono incassati 268.774 euro contro il 1.304.593 euro (- 79.40%) di un anno fa (era Venerdì 1° Marzo 2019 e in testa si confermava per il secondo giorno consecutivo “Dragon Ball Super: Broly” con 326.397 euro).

Resta molto negativo anche il confronto rispetto a 7 giorni fa (il primo caso di trasmissione secondaria in Italia si era verificato a Codogno, Comune della Lombardia in provincia di Lodi, il 18 febbraio 2020. Ma è proprio dal venerdì 21 febbraio che è esploso il focolaio nella zona del lodigiano espandendosi poi altrove nella Regione) quando si incassavano ancora 1.099.845 euro (- 75.56%), in spettatori da una settimana all’altra si sono persi oltre 135mila biglietti (- 74.99%).

Per quanto riguarda le Regioni attive (dal totale incassi ho estrapolato le Regioni che hanno il blocco della chiusura dei cinema: Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia, Trentino e Friuli Venezia Giulia), ieri gli incassi sono stati di 260.036 euro contro i 675.083 euro dello scorso anno (anche in questo caso ho tolto dal totale nazionale le Regioni colpite dai provvedimenti di emergenza che tramite ordinanze regionali obbligano la chiusura degli esercizi) il calo che si registra è del – 61.48%, un sensibile miglioramento al crollo che si era verificato nella giornata di giovedì (- 74.43%).

Ieri il mondo del cinema ha incontrato al Mibact il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini per le conseguenze economiche sulle misure da prendere contro il Coronavirus, il presidente dell’ANICA ed ex ministro della cultura Francesco Rutelli ha consegnato un documento unitario di proposte elaborato dalla filiera Cineaudiovisiva. Sono poi intervenuti Lorini (Anec) Occhipinti (distributori) Cima (produttori) Pugini (produttori esecutivi). “Tutta la filiera dell’industria cinematografica è unita per far fronte alle gravissime conseguenze dell’emergenza Coronavirus, abbiamo portato al ministro Franceschini due pagine di concrete proposte, elaborate dalle imprese di esercizio, distribuzione, produzione, che sono state apprezzate da tutto il comparto (dagli autori al sindacato): si tratta di misure razionali e indispensabili, che vanno dai crediti d’imposta, a forme specifiche di sostegno alle imprese, cassa integrazione e misure per il personale dipendente, oltre che di accelerazione dell’attuazione di norme non funzionanti della Legge Cinema e audiovisivo”. Tra le richieste: “la necessità di valutare la riapertura in tempi brevi delle strutture cinematografiche”, la richiesta, ha riferito poi Lorini, è stata recepita dal ministro Franceschini, “che si è reso disponibile, in accordo con le autorità sanitarie, ad individuare in quali zone tali riaperture possano essere immediate”.

L’emergenza era iniziata già dallo scorso fine settimana, con i primi drammatici cali sabato e domenica, le chiusure totali degli esercizi sono iniziati con il Lunedì, da Martedì il calo nelle Regioni attive era del -42.68%, Mercoledì era del -50.53%, Giovedì era del -74.43% (il dato più allarmante) mentre ieri una (come dicevo poco sopra) leggera ripresa con un – 61.48%.

Questi sono i primi numeri concreti della crisi: nell’ultima settimana di programmazione (da venerdì 21 febbraio compreso ad oggi, quindi 8 giorni) si sono incassati in tutta Italia € 5.944.572 contro i 12.046.422 nello stesso periodo di un anno fa, con una perdita di oltre 6.1 milioni di euro (- 50.65%) gli spettatori sono stati 944.770 contro i 1.918.886 dello scorso anno, quasi 1 milione di spettatori in meno.

Il mese di Febbraio 2020 ad un giorno dalla chiusura è ovviamente compromesso, nei primi 28 giorni gli incassi hanno ottenuto € 41.818.412 contro i € 50.198.003 del 2019 (in quel caso il mese era completo) con una perdita del – 16.69%. Dispiace poichè il mese si stava avviando (anche grazie al giorno in più, ndr.) ad una chiusura in leggera crescita. A questo proposito vi invito a leggere questo “nostro” articolo riguardante l’impatto dell’emergenza coronavirus sul cinema italiano che trovate qui. Veniamo adesso alla top ten di ieri.

GLI ANNI PIU’ BELLI di Muccino è tornato in testa, ieri 49.553 euro ottenuti in 303 schermi (media di 164 euro per copia), il totale supera i 5 milioni di euro (€ 5.022.691), un dato che senza la crisi avrebbe raggiunto già entro domenica scorsa.

Perde quindi la testa della classifica BAD BOYS FOR LIFE con Will Smith, ieri 42.436 euro in 230 schermi (media di 185 euro), il totale ha raggiunto 1.073.540 euro; chiude il podio PARASITE con 34.949 euro in 183 schermi (media di 191 euro per copia) e un totale di € 5.266.938 il regista è presente anche con MEMORIE DI UN ASSASSINO all’ottavo posto (totale di 253.114 euro).

IL RICHIAMO DELLA FORESTA resta quarto con 25.414 euro in 247 schermi (media di 103 euro), il totale sfiora gli 800 mila euro (€ 793.778); posizioni più o meno invariate nel resto della classifica, segnalo l’entrata in top ten di LONTANO LONTANO che registra anche la miglior media schermo della classifica con 237 euro (ottenuti su 28 copie), il totale del film di Gianni De Gregorio con il compianto Ennio Fantastichini è di 54.895 euro.

Guadagna due posizioni, ed è dodicesima, la prima delle novità (poche vista l’emergenza) uscite questa settimana, DOPPIO SOSPETTO con 5.864 euro in 32 schermi (totale dopo due giorni di 8.977 euro); le altre novità sono al ventunesimo posto LA GOMERA: L’ISOLA DEI FISCHI (3.256 euro in due giorni) e LA PARTITA al trentaquattresimo posto (in due giorni 1.822 euro); infine segnalo il film su IL COMMISSARIO MONTALBANO: SALVO AMATO, LIVIA MIA che da evento di tre giorni sta proseguendo la programmazione per aiutare un mercato privo di novità, ieri era diciottesimo con 2.535 euro (50 schermi), il totale adesso è di 72.838 euro.

Box Office Italia – VENERDI’ 28 FEBBRAIO 2020: Incassi e Spettatori di Ieri – Copie e Medie schermo – Totali ad oggi.

1. GLI ANNI PIU’ BELLI – € 49.553 (8.137) 303 schermi / 164 media – Tot. € 5.022.691 (801.212)

2. BAD BOYS FOR LIFE – € 42.436 (6.773) 230/185 – Tot. € 1.073.540 (161.783)

3. PARASITE – € 34.949 (5.569) 183/191 – Tot. € 5.266.938 (823.820)

4. IL RICHIAMO DELLA FORESTA – € 25.414 (4.489) 247/103 – Tot. € 793.778 (129.248)

5. CATTIVE ACQUE – € 15.583 (2.592) 145/107 – Tot. € 316.433 (51.608)

6. SONIC: IL FILM – € 13.197 (2.372) 167/79 – Tot. € 2.267.841 (371.254)

7. LA MIA BANDA SUONA IL POP – € 9.854 (1.719) 147/67 – Tot. € 286.250 (46.901)

8. MEMORIE DI UN ASSASSINO – € 7.154 (1.154) 46/156 – Tot. € 253.114 (40.450)

9. LONTANO LONTANO – € 6.642 (1.150) 28/237 – Tot. € 54.895 (9.082)

10. ODIO L’ESTATE – € 6.349 (1.062) 61/104 – Tot. € 7.363.003 (1.131.643)

Venerdì 28 febbraio: 268.774 euro (45.059 spettatori)

Venerdì 21 febbraio: 1.099.845 euro (- 75.56%) (180.148 spettatori)

Venerdì 1 marzo 2019: 1.304.593 euro (- 79.40%) (#1 Dragon Ball Super: Broly con 326.397 euro)

Per maggiori approfondimenti visitate la sezione Box Office di ScreenWEEK.it

Fonte dei dati: Cinetel

Volete rimanere sempre aggiornati con le migliori notizie sul business di cinema, intrattenimento e tecnologia? Scaricate la nuovissima app di Cineguru.biz, rinnovata nella user experience e nel design, disponibile gratuitamente sia per dispositivi iOS e Android

Fulvio Bennati
Fulvio Bennati
Da sempre appassionato di cinema, da oltre un decennio gestisce il blog "Box Office Benful"
https://it-it.facebook.com/BoxOfficeBenful/
Top