Home > Infografiche > Wonder Woman e il DC Universe

Wonder Woman e il DC Universe

Con l’uscita di Wonder Woman, si torna a parlare del DC Universe. Un po’ di dati per capire il fenomeno e come sta andando...

Il DC Universe al cinema. Riuscirà a raggiungere i risultati della Marvel, partendo da Wonder Woman, che arriva oggi nelle nostre sale? Piaccia o meno, è la domanda che si pongono tutti e ci sono delle buone ragioni. Se questi due Universi fumettistici sono quelli più popolari (e con i personaggi più amati) nel mondo, è naturale che ci saranno dei confronti. Incominciamo facendo vedere i risultati di entrambi (qui la versione interattiva per la Marvel, qui per la Dc):

Che cosa ne deduciamo allora da questo confronto? E’ facile dire che la DC sta ancora dietro alla Marvel, come indica anche il risultato medio (957 milioni contro 710 milioni). Verrebbe anche da dire che forse Lanterna verde è stato un risultato (e un film) talmente problematico, che già togliendolo dai conti, la situazione migliorerebbe (anche se la distanza sarebbe forte comunque). Ma forse il problema è diverso e soprattutto basato sui costi e le aspettative.

L’idea, a un certo punto, deve essere stata questa. Bene, con il Nolan di Batman abbiamo superato per due volte il miliardo di dollari. Ci mettiamo dentro anche Superman e facciamo gli stessi dati degli Avengers, no? E magari poi facciamo veramente gli Avengers o, meglio, la loro versione della DC, ossia la Justice League (in uscita alla fine dell’anno). Tutto perfetto sulla carta, un po’ meno nella realtà. In effetti, non è andata così, anche se andrebbe sempre ricordato che gli 873 milioni di Batman V Superman o i 745 milioni di Suicide Squad non sono dei disastri. Forse, il problema vero è stata la percezione del pubblico e dei mass media: film problematici nella realizzazione e che hanno ottenuto meno delle attese (attese che ovviamente possono anche essere eccessive o sbagliate), anche per dei budget molto importanti.

E passiamo invece ai risultati degli stessi film in Italia (qui la versione interattiva):

Non ci sono differenze enormi tra quello che i film hanno ottenuto da noi e quello che hanno fatto nel mondo. Basti dire che il maggiore incasso rimane comunque Il cavaliere oscuro – il ritorno e che il peggiore è Lanterna Verde. Magari, possiamo dire che sono un po’ bassi (meno dell’1% della quota mondiale) i dati italiani de Il cavaliere oscuro e de L’uomo d’acciaio (vero anche che, al contrario, Batman Begins aveva ottenuto da noi una bella quota).

Una differenza importante (e che potrebbe avere anche un’influenza sul dato di Wonder Woman) è che da noi Batman V Superman è andato peggio di Suicide Squad, mentre invece nel mondo è avvenuto il contrario. Se consideriamo che Batman V Superman aveva anche una valenza di lancio per il personaggio di Wonder Woman, questa non è sicuramente una bella notizia per lo sfruttamento italiano.

Ma a quanto potrebbe arrivare il film di Wonder Woman? Difficile dirlo. Di sicuro, esce in un momento complicato. Il tempo, come sempre in questo periodo, non aiuta molto. Ma non lo faranno neanche Baywatch, che esce lo stesso giorno e che anche se è un tipo di prodotto molto diverso, e soprattutto La mummia, che rischia di andare a prendere lo stesso pubblico, peraltro con due grosse star nel cast. In questo senso, un dato tra i 2,5 e i 4,5 milioni per Wonder Woman non sarebbe sconvolgente…

Robert Bernocchi
Robert Bernocchi
Head of productions a Onemore Pictures e Data and Business Analyst at Cineguru.biz & BoxOffice.Ninja. In passato, responsabile marketing e acquisizioni presso Microcinema Distribuzione, marketing e acquisizioni presso MyMovies.
Top