Home > Cinema > Berlino e gli italiani all’European Film Market

Berlino e gli italiani all’European Film Market

L'Orso d'Oro Fuocoammare venduto in tutta Europa, mentre la nuova True Colors di Lucky Red e Indigo piazza in Svizzera il prossimo film di Edoardo De Angelis. Ecco i titoli in arrivo e in uscita dall'Italia dopo l'Efm della 66. Berlinale.

Si è conclusa ufficialmente ieri la 66a edizione della Berlinale, come sempre sede anche di uno dei principali mercati per i film europei in concorso e non. Ovviamente per l’Italia si tratta di un’annata propizia, considerando che il regista Gianfranco Rosi si è guadagnato l’Orso D’Oro con il suo documentario Fuocoammare. Acclamato sin dalla prima proiezione al festival, il film è stato già venduto dalla francese Doc & Film International in diversi mercati chiave del continente, tra cui: Austria, Belgio, Svizzera, Germania, Danimarca, Francia, Gran Bretagna, Grecia, Ungheria, Olanda, Norvegia, Polonia, Portogallo e Svezia più l’aggiunta del Brasile. Paolo del Brocco, AD di Rai Cinema, l’ha definita “una vittoria dell’Italia in campo internazionale” e anche “frutto di un’ottima collaborazione tra risorse e istituzioni pubbliche”, che ha visto coinvolti non solo il ramo cinematografico dell’emittente pubblica ma anche Istituto Luce-Cinecittà e MIBACT.

Sempre sul fronte delle vendite, questa edizione del festival ha visto il debutto all’Efm, l’European Film Market, di True Colors: nuova società fondata da Indigo Film e Lucky Red e presentata lo scorso ottobre al MIA, in occasione della Festa del Cinema di Roma. Tra i vari titoli proposti dalla nuova compagnia, a trovare già un compratore è stato Indivisibili, il prossimo film di Edoardo De Angelis ancora in post-produzione e acquistato per i cinema svizzeri da Frenetic Films, con trattative invece ancora in corso per Belgio, Spagna e Australia e una possibile distribuzione anche in Francia, Germania e Gran Bretagna. Venduta poi in tutto il mondo da Intramovies la commedia di Edoardo Falcone Se Dio vuole, che vede Alessandro Gassmann nei panni di un curato. Da Berlino il titolo arriverà in Polonia, Ungheria, Turchia e più in generale nel resto dell’Europa dell’Est grazie addirittura a HBO, e poi ancora in Spagna, America Latina, Giappone, Australia e Nuova Zelanda.

Anche le distribuzioni italiane hanno però animato il lato industry del festival, portando a termine diverse acquisizioni, tra cui quella del prossimo film da regista di George Clooney, scritto nientmeno che dagli amici Joel e Ethan Coen. Ancora in pre-produzione, l’opera si chiama Suburbicon e se l’è aggiudicata la Leone Film.

Per Good Films arriveranno sui nostri schermi il film fuori concorso Des nouvelles de la planète Mars di Dominik Moll, la nuova interpretazione di Daniel Auteuil, diretto da Vincent Garenq,  Au nom de ma fille, e Les innocentes di Anne Fontaine (già regista di Coco Avant Chanel).

Academy Two ha puntato invece sull’Iran con il film in concorso A Dragon Arrives! di Mani Haghighi, e sull’adattamento di uno dei racconti di Jane Austen Love & Friendship, firmato da Whit Stillman per l’interpretazione di Kate Beckinsale e Chloe Sevigny.

Nel listino BIM entra la commedia francese  Radin, ancora in fase di post-produzione e con protagonista Dany Boon, mentre dalla Pathé arriveranno in distribuzione per Videa il film A United Kingdom, versione cinematografica del romanzo di Susan Williams diretto da Amma Asante, e Colour Bar con Rosamund Pike. Da altri venditori sempre Videa ha invece acquisito  The Dinner, con Richard Gere, Steve Coogan e Laura Linney, e Kiki el amor se hace di Paco Leon.

I Wonder Pictures porterà in Italia  Les Sauteurs, presentato nella sezione Berlinale Forum; il film sul commercio mondiale di armi Shadow World, di Johan Grimonprez, e una particolare opera del maestro del cinema portoghese Carlos Saura dedicata all’architettura, Renzo Piano, An Architect For Santander. La stessa casa di distribuzione si è aggiudicata (già dal Sundance in realtà) il nuovo lavoro di Werner Herzog Lo and Behold, Reveries of the Connected World;  The Music of Strangers: Yo-Yo Ma and the Silk Road Ensemble di Morgan Neville Glory di Kristina Grozeva e Petar Valchanov.

arthur & merlin

Adler porta a casa dalla sezione Panorama Special Maggie’s Plan di Rebecca Miller, più il film con la star francese Jean Reno Brothers of the Wind, di Fernando Olivares e Otmar Penker. Da citare infine una nuova distribuzione, la Draka Distribution di Corrado Azzollini, che dall’inglese Carnaby International Sales and Distribution ha acquistato i diritti per Italia e Spagna di Arthur & Merlin, fantasy epico che rilegge in modo inedito la storia dei due mitici personaggi della letteratura inglese, interpretati da  Kirk Barker e Stefan Butler. L’arrivo è previsto nelle sale italiane per il prossimo autunno.

 

Fonte: Cineuropa

Avatar
Davide Dellacasa
Publisher di ScreenWeek.it, Episode39 e Managing Director del network di Blog della Brad&k Productions ama internet e il cinema e ne ha fatto il suo mestiere fin dal 1994.
http://dd.screenweek.it
Top