You are here
Home > Box Office > Box Office Italia > Cina ancora in testa al box office mondiale

Cina ancora in testa al box office mondiale

Dopo il sorpasso di febbraio, l’ultimo weekend cinematografico ha visto il botteghino cinese trionfare di nuovo sui fiacchi incassi USA. Grazie a un mix di titoli stranieri, in particolare hollywoodiani come Jupiter  – Il Destino dell’Universo e Big Hero 6, e produzioni nazionali, la top 10 del box office cinese ha realizzato un totale di 73 milioni di…

Dopo il sorpasso di febbraio, l’ultimo weekend cinematografico ha visto il botteghino cinese trionfare di nuovo sui fiacchi incassi USA. Grazie a un mix di titoli stranieri, in particolare hollywoodiani come Jupiter  – Il Destino dell’Universo e Big Hero 6, e produzioni nazionali, la top 10 del box office cinese ha realizzato un totale di 73 milioni di dollari, di poco superiore ai 72,3 milioni guadagnati invece dai primi dieci film nella classifica statunitense, comunque sottotono rispetto agli standard usuali e guidata con appena 13 milioni da Humandroid.

From Vegas to Macau

Il dato è quindi dovuto alla coincidenza di una sottoperformance del box office americano e di un trend particolarmente positivo per quello cinese, cominciato negli ultimi giorni di febbraio grazie al Capodanno locale. Per quanto non indicativo di una rivoluzione imminente, tuttavia, si tratta di un altro segnale di come il dubbio di Hollywood non sia più sul “quando” la Cina supererà definitivamente gli Stati Uniti nella lista dei mercati cinematografici più redditizi, bensì sul “quanto in fretta” avverrà la storica trasformazione, che sembra avvicinarsi molto più rapidamente del previsto.

“Tutti nel settore dovranno capire che se non esploreranno partnership strategiche con le compagnie cinesi, o  non prenderanno in considerazione l’ipotesi di modellare i contenuti su quel mercato o  di giocare d’anticipo rispetto alla crescita futura della Cina, allora finiranno per perdere un bel po’ in termini di potenziali ritorni economici”, ha commentato a The Wrap Paul Dergarabedian, analista della società responsabile del monitoraggio degli incassi Rentrak.

Tra gli accordi già i corso o che stanno facendo scuola tra gli studios c’è senza dubbio quello, recentissimo, tra la Valiant Entertainment e la cinese DMG, che si è aggiudicata i diritti sui supereroi dell’editore indipendente americano. Ovviamente sarà difficile che produzioni al 100% cinesi riescano a raggiungere gli stessi risultati dei cinecomic delle major USA, probabilmente destinate a entrare nell’intesa come distributori o coproduttori. Da ricordare come DMG abbia già affiancato Disney nella diffusione in Cina, con  incassi record per quel mercato, di Iron Man 3.

Paramount Pictures non è però stata da meno, avendo portato sugli schermi della Repubblica Popolare Transformers 4 – L’era dell’estinzione in partnership con le compagnie locali China Movie Channel e Jiaflix Enterprises, e avendo realizzato in quel mercato incassi maggior su questo titolo rispetto che negli stessi USA.

Davide Dellacasa
Publisher di ScreenWeek.it, Episode39 e Managing Director del network di Blog della Brad&k Productions ama internet e il cinema e ne ha fatto il suo mestiere fin dal 1994.
http://dd.screenweek.it
Top