You are here
Home > Cinema > European Film Market 2015, 8.500 partecipanti

European Film Market 2015, 8.500 partecipanti

Se il Festival di Berlino si è chiuso ieri con l’assegnazione dell’Orso d’oro a Taxi dell’iraniano Jafar Panahi e dell’Orso d’Argento Gran Premio della Giuria a El Club di Pablo Larrain, l’European Film Marketo, ovvero il mercato che si svolge paralelamente al festival, ha registrato complessivamente 8.500 partecipanti, in crescita rispetto all’edizione 2014 (8.396), provenienti…

Se il Festival di Berlino si è chiuso ieri con l’assegnazione dell’Orso d’oro a Taxi dell’iraniano Jafar Panahi e dell’Orso d’Argento Gran Premio della Giuria a El Club di Pablo Larrain, l’European Film Marketo, ovvero il mercato che si svolge paralelamente al festival, ha registrato complessivamente 8.500 partecipanti, in crescita rispetto all’edizione 2014 (8.396), provenienti da 100 paesi. 1.568 i buyers presenti (contro i 1,499 della scorsa edizione) e un buon flusso di affari per quanto riguarda le vendite dei film presentati al mercato e al festival. Durante gli otto giorni dell’EFM sono stati presentati complessivamente 748 film per un totale di 1,.014 proiezioni: 532 le anteprime di mercato.

berlinalepalast

Non solo hanno consolidato la propria attrattiva le iniziative del mercato già consolidate, ma un ottima risposta hanno ricevuto le novità, a cominciare dallo spazio riservato alle serie tv (Drama Series Days): i due panel sull’argomento hanno registrato il tutto esaurito e molto frequentate sono state le priezioni di mercato relative a 11 serie selezionte, tra cui l’italiana 1992, prodotta da Wildside per Sky che racconta le vicende legate a Tangentopoli; la serie – che andrà in onda a marzo su Sky Atlantic in 10 puntate – ha avuto un’ottima accoglienza da parte della stampa internazionale. Ma interesse ha riscosso anche il pitching di sei progetti di serie tv ospitate dal Berlinale Co-Production Market; in totale durante i tre giorni (8-10 febbraio) dedicati al Co-Production Market sono stati proposti 36 progetti dai produttori che hanno incontrato potenziali partner finanziari con 500 partecipanti in totale. Interesse anche per il Focus sull’Asia realizzato in partnership con Bridging the Dragon l’associazione fondata nel 2014 tra gli altri da regista e produttore italiano Cristiano Bortone per promuovere la cooperazione tra produttori cinesi e europei. Le nuove iniziative sono state quindi il punto di forza di un mercato che intende sempre più assecondare i cambiamenti dell’industria, come ha spiegato il direttore dell’EFM Matthijs Wouter Knol: «Attualmente il mercato distingue difficilmente tra formati, semplicemente cerca contenuti di alta qualità oltre ai film per il cinema presentati al EFM. A quanto pare abbiamo risposto bene a questa tendenza».

 

 

Top