You are here
Home > Cinema > Sarandos (Netflix) su La tigre e il dragone 2

Sarandos (Netflix) su La tigre e il dragone 2

Ora tocca a Ted Sarandos, Chief Content Officer di Netflix, dire la sua sulla distribuzione in contemporanea del sequel de la tigre e il dragone (prevista per il 28 agosto 2015) che tante reazioni negative ha suscitato nel mondo dell’esercizio americano (e non solo). Il manager ha rilasciato una lunga intervista a Hollywood Reporter, in cui…

Ora tocca a Ted Sarandos, Chief Content Officer di Netflix, dire la sua sulla distribuzione in contemporanea del sequel de la tigre e il dragone (prevista per il 28 agosto 2015) che tante reazioni negative ha suscitato nel mondo dell’esercizio americano (e non solo). Il manager ha rilasciato una lunga intervista a Hollywood Reporter, in cui si dice per niente sorpreso delle reazioni degli esercenti.

Ted_Sarandos_hi

«Vorrei ricordare  – ha dichiarato Sarandos – che gli esercenti reagiscono sempre in accordo tra loro. Il vero risultato lo avremo il 28 agosto. A differenza di quanto riportato da alcuni non dsi tratta di un film direct-to-video. È un film con un peso e una portata. Un’altra cosa che è stata riportata erroneamente a proposito dell’accordo de La tigre e il dragone 2 è il fatto che non è la Weinstein che sta lanciando un film in un modo unico attraverso Netflix, è Netflix che distribuirà un film nella maniera in cui i consumatori lo richiedono. Gli Weinstein non stanno distribuendo il film, Netflix lo sta distribuendo, Gli Weinstein lo producono». Continua Sarandos «Generalmente si ritiene che i film su Netflix e gli altri servizi a pagamento siano vecchi, perché lo sono, Quindi noi per spostare significativamente le window dove i consumatori chiedono di vedere un film dobbiamo entrare nella produzione di contenuti. Facendolo passiamo dalle parole ai fatti per conto del consumatore. Nel caso de La tigre e il dragone 2 daremo il film lo stesso giorno dei cinema e lo programmeremo nel maggior numero di schermi possibili. Ci siamo limitati agli IMAX perché pensiamo sia un’esperienza cinematografica eccezionale per gli spettatori e questo è un grande film. Le persone avranno l’opportunità di vederlo sul grande schermo se vogliono. Ma se lo vorranno vedere a casa potranno vederlo in streaming in 4K».

Top