You are here
Home > Cinema > Ourscreen: il cinema on demand sul grande schermo anche in UK

Ourscreen: il cinema on demand sul grande schermo anche in UK

Scegliere sul web quale film proietteranno al cinema? Grazie al digitale e alla multiprogrammazione è una possibilità che si sta diffondendo sempre di più: dopo Parigi anche Londra, Liverpool e altre città inglesi ne possono usufruire grazie a Ourscreen e al suo catalogo di oltre 200 titoli, tra nuove uscite indie e grandi classici.

Grazie a Internet e ancor di più al mobile, vedere film è ormai diventato facilissimo: li si può trovare on demand in definizione alta o bassa, in noleggio o in vendita, sullo schermo fisso di un pc o di una smart tv così come su quello di tablet e smartphone. In alcuni casi, però, il web riesce a spingersi anche oltre e a rendere on demand anche il grande schermo, quello della sala, la cui programmazione si sta improntando a una sempre maggior flessibilità. Con la conversione dei cinema alla tecnologia digitale, per gli esercenti è possibile infatti non solo costruire “palinsesti” ritagliati sul pubblico di riferimento, ma in teoria anche sui desideri e le preferenze espresse dalla comunità locale tramite l’online. Vi avevamo parlato già due anni fa di un portale, Ilikecinema.com, che svolgeva un servizio simile per alcune sale parigine: ora l’esperienza si sta replicando con le stesse identiche modalità a Londra e centri limitrofi, grazie al sito Ourscreen.com, che si propone quale strumento del cinema fatto dalle persone, #PeoplePoweredCinema.

Schermata 2014-08-05 alle 11.23.26

Il funzionamento è semplice, basta scegliere uno degli oltre 200 titoli offerti dal servizio, che vanno da uscite recenti come Gran Budapest Hotel e Under the Skin, con Scarlett Johansson, a grandi classici quali Pulp Fiction o Scarface. Dopodiché si passa alla scelta della sala: quelle che attualmente aderiscono al servizio sono dislocate in 13 città inglesi, tra cui Londra,  Bath, Brighton, Cambridge, Liverpool, Oxford e York. L’intenzione è però quella di continuare a espandersi sul territorio nazionale, in modo da permettere a sempre più spettatori di scegliere il proprio spettacolo on demand e sostenere in questo modo anche l’esercizio a livello locale. Fondamentale anche il lato social del servizio: la proiezione infatti avrà luogo solo se ci sarà abbastanza pubblico a prenotare lo stesso film. Il costo del biglietto è variabile in base alla struttura scelta, all’orario e al giorno.

Ourscreen ha aperto i battenti in via sperimentale nella primavera del 2014 con un horror indipendente, The Borderlands, ma tra i casi di successo ci sono stati anche una proiezione dell’ultimo film di Terry Gilliam,  The Zero Theorem, e una di Pulp Fiction in occasione di una festa di compleanno. Il bello del #PeoplePoweredCinema sta proprio nella pluralità di esigenze che possono essere soddisfatte dagli esercenti: non più solo una generica domanda di cinema, ma una serie di nuove occasioni che possono andare dalla condivisione di una passione cinefila a un’occasione diversa di intrattenimento collettivo.

Per ora le sale che aderiscono al servizio offerto da Ourscreen appartengono quasi esclusivamente a un circuito, Picturehouse,  ma la formula potrebbe diffondersi ulteriormente quale nuovo strumento per una mutliprogramamzione più interattiva, mirata e “sicura” dal punto di vista del ritorno per cinema e distributori.

Davide Dellacasa
Publisher di ScreenWeek.it, Episode39 e Managing Director del network di Blog della Brad&k Productions ama internet e il cinema e ne ha fatto il suo mestiere fin dal 1994.
http://dd.screenweek.it
Top