You are here
Home > Cinema > Anche LinkedIn per la promozione cinematografica con Lee Daniels’ The Butler

Anche LinkedIn per la promozione cinematografica con Lee Daniels’ The Butler

Non solo Facebook, Twitter o Vine. L’ultima rete sociale del web a entrare nel campo del marketing dei film è LinkedIn, il social network dedicato alla ricerca di lavoro e al mondo professionale, che proporrà un contest legato al biopic della Weinstein Co.

Se i social network costituiscono ormai chiaramente un canale privilegiato per espandere la conoscenza e l’attesa nei confronti dei film in uscita, c’è una piattaforma che finora è passata un po’ in secondo piano per quel che riguarda il marketing cinematografico. Si tratta di LinkedIn, rete di contatti dall’impronta prevalentemente professionale, che  proprio per il suo legame con la sfera lavorativa potrebbe non apparire subito quale strumento da sfruttare per aumentare il buzz social intorno a un titolo, tanto più se non di primissimo piano come i blockbuster delle major. A colmare tale distacco tenterà però il film della Weinstein Co.  Lee Daniels’ The Butler, che si servirà di LinkedIn per indire un contest basato comunque sul business e  sulle opportunità di carriera.

the_butler_lee_daniels_a_l

Dedicata alla figura di Cecil Gaines, maggiordomo alla Casa Bianca per quasi trent’anni, dal ’57 all’ 86, la pellicola è l’adattamento di un articolo di giornale uscito nel 2008 sul Washington Post  a firma di Wil Haygood, intitolato “A Butler Well Served by This Election”. In attesa del suo arrivo nelle sale statunitensi il prossimo 16 agosto, la distribuzione ha deciso di invitare gli utenti del social network, solitamente interessati alla ricerca di un nuovo impiego o ad avanzamenti di posizione,   a sfidarsi attraverso un’applicazione che permette di visualizzare il proprio profilo lavorativo e metterlo a confronto con  quello del protagonista del film.

Tra i partecipanti al contest verranno quindi scelti tre vincitori che potranno avvalersi di un’esclusiva opportunità professionale, incontrando a New York un importante recruiter, un executive e un career coach. Secondo The Hollywood Reporter, si tratta in assoluto della prima volta che LinkedIn viene coinvolto in questo tipo di campagna promozionale, almeno per il settore dell’entertainment. Questo nonostante il social network vanti 225 milioni di iscritti, sparsi in più di 200 Paesi in tutto il mondo.

 

Fonte: THR

Davide Dellacasa
Publisher di ScreenWeek.it, Episode39 e Managing Director del network di Blog della Brad&k Productions ama internet e il cinema e ne ha fatto il suo mestiere fin dal 1994.
http://dd.screenweek.it
Top