You are here
Home > Box Office > Box Office Italia > L’Uomo d’Acciaio vola al box office USA e segna un nuovo record per giugno

L’Uomo d’Acciaio vola al box office USA e segna un nuovo record per giugno

125 milioni di dollari incassati in quattro giorni al box office americano e altri 71 provenienti dal resto del mondo. Non delude il nuovo Superman interpretato da Henry Cavill, che potrebbe rivitalizzare anche il progetto Jusice League.

Non ha deluso, anzi è andato oltre le aspettative il debutto nei cinema statunitensi  de L’Uomo d’Acciaio, il film di Zack Snyder che vede per protagonista Henry Cavill, con cui Warner Bros ha deciso di dare nuovo sprint alla saga di Superman. Il titolo ha infatti raccolto la scorsa settimana ben 125 milioni di dollari (per l’esattezza 113 nel weekend e il resto grazie alle anteprime di giovedì), diventando il miglior esordio di sempre del mese di giugno al box office USA. Un risultato a cui bisogna sommare anche i 71,6 milioni di dollari incassati negli altri 24 Paesi in cui il film ha già fatto il proprio debutto, che portano il totale accumulato dal nuovo Superman a 196 milioni dopo quattro giorni di programmazione.

L'Uomo d'Acciaio

Per quanto riguarda il solo mercato americano e il solo incasso del weekend, si tratta del 18° esordio nella classifica all time, ma il quarto tra i non-sequel, preceduto solo da Hunger Games, Alice in Wonderland e Spider-Man.

La performance de L’Uomo d’Acciaio appare tanto più rilevante in quanto conferma la strategia di Warner volta a puntare sui cinecomic  DC, che negli ultimi anni ha trovato campo fertile con Batman, ma meno con altri supereroi quali Green Lantern. Il successo anche internazionale del film potrebbe invece conferire forte impulso alla linea dello studio, portando non solo a un sequel ma a un progetto molto atteso da tutti i fan dei comics della casa editrice, cioè l’unione di più personaggi all’interno di un nuovo filone basato sulla seria Justice League, esattamente sul modello di quanto fatto dai Marvel Studios con gli Avengers.

I risultati ottenuti finora da questo nuovo Superman nei territori europei, sudamericani e asiatici sarebbero da questo punto di vista confortanti, con 17 milioni di dollari guadagnati nel solo Regno Unito, patria del protagonista Henry Cavill, dove il film è diventato il terzo miglior esordio Warner di sempre. 9,8 milioni di dollari sono poi arrivati dal Messico e 8,8 milioni dalla Corea del Sud.

Buoni anche i riscontri ottenuti dal 3D, che ha contato per il 41% degli incassi registrati negli USA, incluso un 12% proveniente dalle proiezioni in Imax, che hanno valso al titolo 13,3 milioni di dollari e segnato anch’esse un nuovo record per il mese di giugno. Il pubblico americano, che è stato per il 56% maschile e per il 62% sopra i 25 anni, ha pure promosso L’Uomo d’Acciaio, con un rating CinemaScore A-.

 

Fonte: The Warp

Davide Dellacasa
Publisher di ScreenWeek.it, Episode39 e Managing Director del network di Blog della Brad&k Productions ama internet e il cinema e ne ha fatto il suo mestiere fin dal 1994.
http://dd.screenweek.it
Top