Home > Cinema > DreamWorks: ancora in trattative per una distribuzione, pensa a un canale tutto suo.

DreamWorks: ancora in trattative per una distribuzione, pensa a un canale tutto suo.

Su Internet o su pay tv, Katzenberg sarebbe fermamente deciso a lanciare un canale per famiglie a marchio DreamWorks, in cui far confluire i tanti titoli nel catalogo della recentemente acquisita Classic Media. E anche questo contribuirà a stabilire quale sarà la major scelta per portare in sala i film dello studio d’animazione.

Nonostante la sua seconda trimestrale sia risultata leggermente in calo (12,8 milioni di dollari di ricavi netti, in diminuzione del 63% rispetto agli oltre 34 milioni dello stesso periodo del 2011), non c’è dubbio che la DreamWorks Animation costituisca un partner di sicuro interesse per molte major hollywoodiane. Da tempo si attende che lo studio di animazione, guidato da Jeffrey Katzenberg, decida a chi affidare la distribuzione dei propri titoli una volta scaduto l’accordo che lo lega a Paramount fino alla fine del 2012. Alla presentazione dei dati finanziari dei primi sei mesi del 2012, il CEO di DreamWorks ha tuttavia preferito mantenere il riserbo, rilevando solo che la società non intende farsi carico “in proprio” della distribuzione, ma guarda piuttosto a un progetto ambizioso che va oltre il grande schermo.

Ormai le voci circolanti a Hollywood escludevano quasi per certo l’ipotesi che la compagnia decidesse di non affidarsi più a un altro partner per il lato distributivo: le parole di Katzenberg dunque non hanno colto molto di sorpresa il settore, che continua piuttosto a chiedersi quale sarà la major designata a tale scopo. Finora i nomi circolati con insistenza sono quelli di Sony e Fox, ma sembra che Katzenberg sia deciso a rimandare almeno fino a settembre qualsiasi annuncio ufficiale. “Le trattative sono in corso con una molteplicità di soggetti”, ha messo però in chiaro il CEO di DreamWorks Animation, rivelando al contempo un altro piano ambizioso della società.

Dopo l’acquisizione di Classic Media e della sua ricca library di opere e personaggi (tra gli altri, il fantasmino Casper, Che fine a fatto Waldo?, Lassie, George della giungla, Godzilla, Dick Tracy, He-Man) DreamWorks starebbe infatti “testando in maniera aggressiva” l’opportunità della creazione di un nuovo canale tutto suo, dedicato alle famiglie. Il progetto è però ancora in fase molto embrionale, tanto che lo stesso Katzenberg specifica che non è stato ancora deciso se si tratterà di un canale online o per la pay tv, ma comunque l’aspirazione è di creare un’offerta di portata internazionale. E anche questo nuovo obiettivo, rientra nelle trattative in corso per la distribuzione, il che potrebbe far pensare a un vantaggio degli Studios che possono vantare un’affiliazione ai grandi network televisivi. In Italia, attualmente i film DreamWorks (di prossima uscita Madagascar 3: Ricercati in Europa) sono portati in sala da Universal Pictures International Italy, che distribuisce anche i titoli Universal e Paramount e presto comincerà a svolgere lo stesso servizio anche per l’italiana Filmauro. Inutile dire, perciò, che la decisione della compagnia di Katzenberg  rimane molto attesa anche nel nostro Paese.

 

Fonte: Hollywood Reporter

Avatar
Davide Dellacasa
Publisher di ScreenWeek.it, Episode39 e Managing Director del network di Blog della Brad&k Productions ama internet e il cinema e ne ha fatto il suo mestiere fin dal 1994.
http://dd.screenweek.it
Top