You are here
Home > Cinema > The Space rilancia la multiprogrammazione con Extra. Al via anche un Cinegiornale.

The Space rilancia la multiprogrammazione con Extra. Al via anche un Cinegiornale.

Musica classica, sport ed eventi al centro del nuovo “palinsesto” del circuito di multiplex, in cui potrebbe trovare spazio anche il cinema italiano e indipendente…

Tra i vantaggi della tecnologia digitale, sul fronte dell’esercizio, viene spesso indicata la possibilità di introdurre veri e propri “palinsesti”, non solo per adeguare la programmazione alle esigenze del pubblico in base alla fascia oraria e al giorno della settimana, ma anche per estendere l’offerta al di là dei prodotti strettamente cinematografici. Se ciò appare ancora difficile per le strutture medio-piccole, che non a caso chiedono rapporti più “flessibili” con le distribuzioni, tale opzione sembra invece già consolidarsi all’interno dei grandi circuiti. Non stupisce dunque l’iniziativa di The Space, la catena di multiplex nata nel 2009 dall’unione di Medusa Multicinema e degli schermi di Warner Village Cinemas, che da aprile farà debuttare “Extra”, un programma parallelo di proiezioni legate ad attualità, eventi musicali e sportivi e, forse, al cinema italiano “difficile”.

Il primo grande appuntamento è il 16 aprile con l’anteprima del nuovo album di Biagio Antonacci, che dal Cinema Odeon di Milano presenterà il suo Sapessi dire no in diretta su altri 35 schermi del circuito. A fine maggio sarà la volta della Finale di Coppa Italia tra Juventus e Napoli, mentre per il pattinaggio sul ghiaccio sarà organizzato un vero “White Carpet The Space Opera on Ice”, su cui sfilerà Carolina Kostner, in concomitanza con la proiezione di uno spettacolo registrato all’Arena di Verona e dedicato al “matrimonio” tra questa disciplina e l’opera lirica. E sempre in tema di musica classica, non mancheranno prodotti di tendenza come appunto opere, concerti e balletti in diretta da grandi location quali la Scala di Milano, il Metropolitan di New York, il Bolshoi di Mosca e la Royal Opera House di Londra. Da aprile fino al 24 giugno saranno 11 gli appuntamenti di questo tipo, in cui pare sia inclusa anche una versione della Madama Butterfly… in 3D.

Più innovative le altre partnership annunciate da The Space, che vanno dalla televisione pubblica inglese BBC a MTV, da Focus a Feltrinelli, a GA&A Productions e al Festival del Cinema di Trento. Per quanto riguarda il cinema italiano, l’AD del circuito Giuseppe Corrado avrebbe mostrato apertura verso l’eventualità di concedere degli spazi per presentare, in determinati periodi dell’anno, quei film che normalmente non vedrebbero un multiplex nemmeno da lontano, come opere prime e seconde e film indipendenti. Con i documentari si comincia invece già il 26 aprile, giorno in cui sarà proiettato Project Nim, vincitore del World Cinema Documentary Directing Award al Sundance 2011 e diretto da James Marsh, Premio Oscar per il doc Man on wire. Seguiranno il 30 aprile I Am Bruce Lee, l’8 maggio If A Tree Falls: A Story of the Earth Liberation Front (nomination agli Oscar 2012) e il 10 maggio Marina Abramović: The Artist is Present.

Altra novità alquanto particolare consiste nel lancio di una rubrica d’informazione e intrattenimento sul mondo dello spettacolo, dal format retrò di un Cinegiornale da tre-quattro minuti, che almeno nei primi tempi avrà cadenza quindicinale. Uno sguardo verso il passato in quello che, al contrario, potrebbe prospettarsi verosimilmente come il futuro prossimo di molte sale cinematografiche.

Nel frattempo, sempre parlando di The Space, si sarebbe concluso in maniera positiva il confronto in atto tra i sindacati e questo circuito, più Uci Cinemas. Ad annunciarlo è stata l’Anem, l’associazione nazionale esercenti multiplex, secondo cui si sarebbe infine giunti a un accordo per mantenere i livelli occupazionali di oltre trecento proiezionisti, anche se con qualifiche e inquadramenti diversi, all’interno di un processo di transizione al digitale le cui conseguenze promettono di farsi sentire sempre di più sui comparti tecnici della filiera cinematografica.

Fonte: Best Movie, Giornale dello Spettacolo

Davide Dellacasa
Publisher di ScreenWeek.it, Episode39 e Managing Director del network di Blog della Brad&k Productions ama internet e il cinema e ne ha fatto il suo mestiere fin dal 1994.
http://dd.screenweek.it
Top