Home > Distribuzione > Digitale > Arriva Google Play: musica, film, libri e app Android tutti riuniti in un grande supermarket online.

Arriva Google Play: musica, film, libri e app Android tutti riuniti in un grande supermarket online.

Un unico store per file musicali, video, ebook e per applicazioni destinate ai cellulari: è questa la nuova tattica di Google per uniformare i propri servizi e creare un ecosistema flessibile capace di competere con iTunes.

Un unico contenitore per file musicali, video, ebook e per applicazioni destinate ai cellulari: è questa la nuova tattica di Google per uniformare i propri servizi e creare un ecosistema flessibile capace di corrispondere a tutte le esigenze degli utenti online, sul modello del suo principale competitor marchiato dalla Mela. Il nuovo one-stop shop multimediale di Big G si chiama Google Play, e andrà a sostituire, riunendoli in un unico sito e sotto un unico logo, Google Books, Google Music, Google Movies e soprattutto l’Android Market, tanto che tutti i dispositivi con Android 2.2 e versioni successive riceveranno a breve un aggiornamento automatico.

Secondo Punto Informatico, in Italia il cambiamento non sarà sostanziale, mentre negli USA questo upgrade significherà unire in un’unica destinazione online contenuti prima del tutto separati. Ora a distinguerli non sarà più un indirizzo diverso bensì un colore: sui device mobili Android, le app rimarranno in verde, mentre i film saranno contraddistinti dal rosso, la musica dall’arancione e i libri dal blu. Da notare che nonostante l’accorpamento dei servizi, le applicazioni del Google Play Store su questo tipo di dispositivi manterranno nomi diversi, seppur con lo stesso prefisso, vale a dire Google Play Movies, Google Play Books e Google Play Music.

“È tutto semplicemente qui” recita lo spot preparato per lanciare il Google Play Store, che sfrutta un sistema cloud per garantire la fruibilità immediata di tutti i prodotti disponibili sul suo mercato digitale e su tutti i diversi dispositivi connessi in rete. Anche se l’intenzione, in realtà, sembra soprattutto quella di sfruttare il grande successo registrato dall’Android Market per promuovere gli altri contenuti commercializzati da Google. Da ottobre 2008, il mercato dedicato ai dispositivi mobili Android si è espanso fino a superare i 300 milioni di unità a livello internazionale, e si muove alla velocità di circa 6 milioni di nuove attivazioni ogni settimana. L’offerta multimediale di Big G, oltre alle 450 mila e passa applicazioni per smartphone, comprende 4 milioni di libri e più di 13 milioni tra canzoni e film. Un catalogo che d’ora in poi sarà più facile e più “attraente” per gli utenti Android, che lo ritroveranno riunito in unico enorme supermercato digitale. Comincia la vera sfida con iTunes.

Fonte: Punto Informatico, La Stampa

Avatar
Davide Dellacasa
Publisher di ScreenWeek.it, Episode39 e Managing Director del network di Blog della Brad&k Productions ama internet e il cinema e ne ha fatto il suo mestiere fin dal 1994.
http://dd.screenweek.it
Top