Home > Box Office > Box Office Italia > Marco D’Andrea di Universal Pictures ci parla di Super 8

Marco D’Andrea di Universal Pictures ci parla di Super 8

Venerdì 9 settembre uscirà finalmente anche nelle sale italiane l’atteso Super 8, il nuovo film diretto da J.J.Abrams e prodotto da Steven Spielberg. La pellicola fantascientifica ha fino ad oggi incassato 250 milioni di dollari in tutto il mondo a fronte di un budget di circa 50 milioni. Abbiamo intervistato per l’occasione Marco D’Andrea, direttore...

Venerdì 9 settembre uscirà finalmente anche nelle sale italiane l’atteso Super 8, il nuovo film diretto da J.J.Abrams e prodotto da Steven Spielberg. La pellicola fantascientifica ha fino ad oggi incassato 250 milioni di dollari in tutto il mondo a fronte di un budget di circa 50 milioni.

Abbiamo intervistato per l’occasione Marco D’Andrea, direttore commerciale di Universal Pictures Italia, che ci ha parlato delle potenzialità di incasso del film e ci ha fornito un’attenta analisi sull’avvio della stagione cinematografica 2011-2012 nel nostro paese.

Super 8 Teaser Poster USA


Dottor D’Andrea, come si comporterà Super 8 al botteghino italiano?

Super 8 è un film “difficile” da valutare, anche in virtù dei risultati altalenanti negli altri mercati, che variano da straordinari a buoni come ad esemio nei paesi anglosassoni. Nel Regno Unito ad esempio ha avuto un’apertura sufficientemente buona, in Francia molto buona mentre in Spagna è stata addirittura eccezionale.

L’unico film a cui possiamo paragonare Super 8 per fare delle previsioni di incasso è Cloverfield, tra l’altro prodotto da J.J.Abrams. La pellicola incassò nel 2008 al di fuori degli Stati Uniti circa 90 milioni di dollari mentre Super 8, che non ha ancora concluso la sua corsa nelle sale, è a 123 milioni. Se confrontiamo i risultati ottenuti da Cloverfield nei paesi, sembrerebbe più forte Super 8 tranne nel Regno Unito dove ha incassato circa il 60% in meno (NdR. 11.5 milioni di dollari contro 18.6 milioni).
In Francia ed in Spagna invece il film sta incassando il doppio mentre in Germania circa il 20% in più.

Ci può fare una previsione di incasso? Che cifre vi aspettate?

Per quanto riguarda il mercato italiano Super 8 dovrebbe replicare o superare, con queste premesse, il risultato di Cloverfield che incassò circa 1 milione e 600mila euro con 290 copie nel febbraio 2008.

In quante sale uscirà il film? Quali sono i suoi diretti concorrenti?

Super 8 uscirà in 380-390 schermi, 100 in più di Cloverfield, ma nonostante le premesse positive c’è un dato incontrovertibile da tenere presente: il periodo. Febbraio contro settembre.
Il weekend in cui uscì Cloverfield si incassarono complessivamente 12 milioni di euro mentre credo che il weekend che andiamo ad affrontare si comporterà come il corrispondente del 2010, quindi con un incasso complessivo di circa 8 milioni (NdR. Lo scorso fine settimana l’incasso è stato invece di 6 milioni).

Inoltre c’è un ulteriore elemento da considerare che è proprio la concorrenza. Cloverfield non aveva una concorrenza diretta visto che esordiva con P.S. I Love You, una commedia, e con Sogni e Delitti di Woody Allen.
In questo fine settimana c’è invece una concorrenza diretta che è (paradossalmente) Boxoffice 3D. Contagion sembrerebbe un diretto concorrente, ma a mio avviso ha un pubblico diverso.
Il target principale di Super 8 sono i maschi tra i 14 e i 25 anni mentre per Contagion è costituito da maschi e soprattutto femmine over 25.
Invece Boxoffice 3D sembrerebbe condividere parzialmente lo stesso target del nostro film, con maschi e femmine tra i 14 e i 20 anni, cosa che lo trasforma in un concorrente diretto che Cloverfield invece non aveva.

Se Super 8 dovesse replicare l’incasso d’esordio di Cloverfield sarebbe davvero un ottimo risultato. Mi accontenterei anche di qualcosa meno, considerando il periodo.
In ogni caso il risultato finale sarà nettamente superiore a Cloverfield (NdR. 3 milioni di euro) perché Super 8 è un film più solido e importante, anche dal punto di vista della critica, e ha avrà una tenuta certamente positiva.

Super 8 Kyle Chandler Joel Courtney Elle Fanning Ron Eldard foto dal film 2

L’avvio della stagione cinematografica 2011-2012 è stato deludente ed il calo di spettatori è consistente. Secondo lei quali sono le principali cause?

I mesi di maggio, giugno e luglio ci hanno permesso di recuperare molti spettatori rispetto alla prima parte dell’anno, e questo è da tenere ben presente.
Quest’anno ad agosto è però mancato un film paragonabile ad esempio a L’Apprendista Stregone, che fece da traino a Shrek in uscita il weekend successivo. Kung Fu Panda 2 non ha avuto nessun “apripista” quest’anno e ha dovuto affrontare il peggior nemico in assoluto. Infatti non temiamo il sole, le vacanze e nemmeno il campionato, ma il caldo a 40 gradi fa scattare un meccanismo agli italiani che faticano a “rinchiudersi” nei cinema. L’ondata di caldo anomalo ha sfavorito non solo Kung Fu Panda 2, il cui andamento ha comunque replicato quello degli altri mercati, ma anche Le Amiche della Sposa e Come Ammazzare il Capo.

Nel momento in cui la situazione metereologica è cambiata, come nella scorsa domenica, le cose si sono subito evolute e Kung Fu Panda ha perso solo l’8% al suo secondo weekend e credo sia l’unico paese al mondo in cui sia avvenuto un calo così ridotto.

Secondo lei che peso può avere la difficile condizione economica di molte famiglie italiane?

Il cinema è ancora un consumo alla portata di tutti, anche grazie alle riduzioni e ad altre opportunità che offrono non solo le sale cinematografiche. Nonostante la crisi economica gravissima che sta colpendo i vari settori, noi ad esempio chiuderemo l’anno probabilmente in pareggio in termini di presenze rispetto al 2010. Pochi settori al momento sono così equilibrati come quello cinematografico.

Un’ultima domanda. Super 8 doveva inizialmente uscire il 10 giugno e successivamente è stato posticipato prima al 30 settembre per poi essere nuovamente anticipato al 9 settembre. Quali sono state le motivazioni di tali slittamenti?

Noi eravamo convinti della data iniziale, ma quando ci siamo accorti che Paramount era in ritardo con i materiali abbiamo avuto timore di non essere pronti a supportare l’uscita nel modo più adeguato e metterlo nelle condizioni di esprimersi al meglio. Non temevamo certamente l’uscita contemporanea visto che con Captain America siamo stati il primo paese al mondo come gli Stati Uniti, tra l’altro in una data molto particolare (22 luglio).
In seguito dal 30 settembre la data è anticipata al 9 settembre perché abbiamo colto un’opportunità che ci ha offerto Paramount e dopo un’attenta analisi ci è sembrata la scelta migliore per la pellicola.

Super 8 di J.J.Abrams arriverà nelle sale italiane da venerdì 9 settembre. Nel nuovo round della Boxoffice Cup di Screenweek anche voi potrete effettuare la vostra previsione di incasso.

Fonte: Cineguru

Top