You are here
Home > Cinema > Distribuzione > La Warner Bros distribuirà Inception anche tramite Apple Apps

La Warner Bros distribuirà Inception anche tramite Apple Apps

Nuova mossa della Warner Bros, che annuncia che distribuirà Inception e Il Cavaliere Oscuro su dispositivi Apple ma tramite della proprie Apps, senza passare dal classico fruitore iTunes.

Il mondo della distribuzione cinematografica sta diventando sempre più variegato. Oltre ai classici dvd e blu-ray (a cui si stanno affiancando anche le copie su supporti digitali) troviamo le varie pay tv, i servizi on-demand (via tv e web), la Apple Tv e tanti altri.

La Warner Bros vuole sperimentare un nuovo e originale modo per distribuire due suoi grandi kolossal di successo, il recente Inception e Il Cavaliere Oscuro.

Inception Poster Inghilterra

Ha infatti intenzione di proporre vendite on-line su dispositivi Apple in almeno 35 paesi, tra cui 23 che attualmente non offrono ancora il servizio di visione film tramite iTunes (iniziato solo da pochi mesi nel nostro paese).

Si tratterebbe del primo caso in cui pellicole sono disponibili al di fuori di iTunes, che normalmente veicola la distribuzione per la Apple di film e programmi tv.

Lo studio sta per lanciare delle “App editions” di Inception e Il Cavaliere Oscuro: gli utenti iPhone, iPad o iPod touch possono scaricare l’applicazione che conterebbe i primi 5 minuti dei film, giochi, curiosità e altro materiale.

Se poi l’utente decide di scaricarsi il film completo, pagherà la somma di 9.99 dollari per Il Cavaliere Oscuro e 11.99 dollari per Inception (questi i prezzi negli USA). I prezzi negli altri paesi variano da 7.99 dollari per il primo film in alcuni paesi europei fino ai 23.99 per il secondo in Nuova Zelanda.

In questo modo la Warner riuscirà a vedere le sue pellicola anche in quei mercati emergenti come Russia, Cina ma anche Grecia, Portogallo e Ungheria senza dover attendere il lancio della piattaforma Apple per la distribuzione delle pellicole, i cui tempi sono imprevedibili e a volte molto lunghi.

Thomas Gewecke, il presidente della sezione della distribuzione digitale della Warner Bros, ha affermato:

“Pensiamo che questo sia un modo innovativo per costruire una presenza globale su dispositivi che sono ottimizzati per la visualizzazione di video.”

Ed in effetti non può che avere ragione. L’articolo non cita l’Italia, che dovrebbe essere con tutta probabilità compresa nel progetto visto il grande successo dei dispositivi Apple nel nostro paese.

Fonte: the Hollywood Reporter

Top