You are here
Home > Box Office > Box Office Italia > Una domanda a Paul Zonderland

Una domanda a Paul Zonderland

Disney è stata praticamente l’unica protagonista dell’estate cinematografica italiana, correndo grandi (e da alcuni contestati) rischi con Toy Story 3 (più grande incasso nella storia dei cartoni animati) e uscendo praticamente a Ferragosto con L’Apprendista Stregone, che dopo settimane di vuoto ha sorpreso con un ottimo risultato. Ho domandato a Paul Zonderland: “Dopo la coraggiosa…

Toy Story 3 The Great Escape Poster Internazionale sz Tagline

Disney è stata praticamente l’unica protagonista dell’estate cinematografica italiana, correndo grandi (e da alcuni contestati) rischi con Toy Story 3 (più grande incasso nella storia dei cartoni animati) e uscendo praticamente a Ferragosto con L’Apprendista Stregone, che dopo settimane di vuoto ha sorpreso con un ottimo risultato.

Ho domandato a Paul Zonderland: “Dopo la coraggiosa uscita di Toy Story 3 a luglio un ottimo esordio per Un apprendista Stregone che arriva nelle nostre sale praticamente a Ferragosto! Quanto siete soddisfatti dell’estate Disney?

Ecco la risposta, in inglese, ma tanto chiara che non penso siano necessarie traduzioni.

We’re very pleased that the 3 films Disney placed in the summer period (Prince of Persia,Toy Story 3 and Sorcerer Apprentice) have brought a combined €30m box office to the traditional slow summer season.

We believe that the italian theatrical market should have 12 and not 9 strong month comparable to other leading territories in europe and that this development is essential in sustaining growth and prolongs the screen life of titles that is now the shortest in europe.

.

Intanto è arrivato nelle nostre sale il quarto capitolo di Shrek, quale migliore occasione per provare la nostra nuova Box Office Cup?

swMovieEmbed();

swMovieEmbed();

swMovieEmbed();

swMovieEmbed();

Davide Dellacasa
Publisher di ScreenWeek.it, Episode39 e Managing Director del network di Blog della Brad&k Productions ama internet e il cinema e ne ha fatto il suo mestiere fin dal 1994.
http://dd.screenweek.it

One thought on “Una domanda a Paul Zonderland

Comments are closed.

Top