YouTube

YouTube compie 10 anni: tra i video più cliccati in Italia, Frozen viene dopo i peti di Matano

Abbiamo già parlato della ricorrenza della prima decade dalla creazione di YouTube, di come il portale leader nel mondo stia festeggiando non curandosi dei disturbatori che fanno capolino alla sua porta, come i video nativi su Facebook e vari servizi di streaming che ne hanno gradualmente eroso i margini. L’hub controllato da Google per ora, si tiene stretto il suo primato, fatto non solo di contenuti ufficiali di alta qualità ma anche di fenomeni provenienti dalla Rete o che proprio grazie al sito hanno raggiunto la tanto agognata viralità. Lo dimostra anche la classifica italiana dei 10 video più cliccati negli ultimi 10 anni, pubblicata sul blog italiano di Big G e dominata niente meno che da Suor Cristina Scuccia di  The Voice of Italy. Ancora tv, dunque, seguita dalla demenzialità di Frank Matano e delle sue Scorregge sulla gente al parco e da una parodia della”creatura” di YouTube per eccellenza, Io odio gangnam style.

The Voice IT   Serie 2   Blind 2   Suor Cristina Scuccia    TEAMJ AX   YouTube

Leggi tutto

YouTube ha 10 anni, Facebook 4 miliardi di views al giorno

Settimana movimentata per il mondo dei video online: ieri YouTube ha festeggiato la decima ricorrenza dal primo caricamento di un contenuto sul portale mentre lunedì cominceranno i Digital Content Newfronts, l’incontro annuale in cui i canali audiovisivi del web mostrano ai potenziali inserzionisti la loro nuova programmazione, sulla scia di un modello già consolidato in ambito televisivo. Ma soprattutto mercoledì, presentando al mercato i suoi risultati finanziari, Facebook ha colto l’occasione per snocciolare le cifre dell’ultimo asset su cui ha deciso di incentrare la propria strategia commerciale, cioè i video. Il social network ha così rivelato di aver raggiunto 4 miliardi di views al giorno, in netto aumento rispetto ai 3 miliardi di gennaio e il miliardo di settembre, quando il fenomeno è diventato chiaro dopo il cambiamento nell’algoritmo con cui vengono scelti i post da mostrare nel newsfeed e dopo  il caso Ice Bucket Challenge.

facebook-video

 

Leggi tutto

HBO Now, Sling TV, Playstation Vue, YouTube: la tv è morta, viva la tv

È forse un po’ presto per annunciare ufficialmente il decesso della regina del salotto, almeno nella sua versione tradizionale. Vero è, tuttavia, che i cambiamenti in corso nell’ultimo mese nel mercato USA del video on demand stanno imprimendo una decisa accelerazione alla migrazione dei contenuti TV verso la distribuzione via streaming. Il motore più evidente di questa transizione è rappresentato dal debutto dei servizi SVOD (subscription video on demand) di emittenti come HBO e CBS, che si sono decise per la prima volta a tagliare il cordone ombelicale rispetto all’abbonamento ai servizi di pay-tv. A fianco di questa offerta c’è poi quella dei nuovi pacchetti che stanno debuttando online a costi più significativi rispetto a quelli caratteristici di Internet, come PlayStation Vue di Sony: una combinazione di tantissimi canali televisivi cui accedere tramite la console per videogame al prezzo di 49.99 dollari al mese, contro i 64 dollari mediamente necessari per un un buon abbonamento via cavo. Un nuovo modello di video on demand, dunque, basato su contenuti di tipo “premium” e volto sostanzialmente a riprodurre sulla rete le dinamiche della tv satellitare o cablata, ma con maggior flessibilità e ovviamente con l’aggiunta di tutti vantaggi tipici della navigazione via web.

playstation vue

Leggi tutto

YouTube Kids, la protesta dei consumatori Usa

Problemi negli Stati Uniti per YouTube Kids, l’applicazione che la controllata di Google ha sviluppato per rispondere alle richieste provenienti dal pubblico dei genitori e alla loro esigenza di offrire ai più piccoli un intrattenimento online, mirato e adatto al target infantile (ne avevamo parlato QUI). Alcune associazioni dei consumatori americane hanno infatti scritto alla Federal Trade Commission con l’intento di far aprire un’inchiesta perché sospettano sul canale la presenza di “pubblicità sleale e ingannevole” rivolta ai più piccoli.

YouTube_Kids

Leggi tutto

700 film e corti gratis sul portale Openculture

Una vera miniera d’oro per gli appassionati di cinema. Il portale inglese Openculture, fondato nel 2006 con lo scopo di rendere accessibile al pubblico  la gran quantità di materiale culturale audio e video presente gratuitamente sul web (dalle lezioni universitarie, ai film, fino agli eBook), ha pubblicato i link a circa 700 film (tra corti e lungometraggi) disponibili gratuitamente in Internet. Si tratta di film liberi da diritti e che sono visionabili integralmente su You Tube. La collezione proposta da Openculture comprende classici, film noir, documentari, commedie, film indipendenti e molte rarità cinematografiche. La collezione è divisa in diverse categorie: Comedy & Drama; Film Noir, Horror & Hitchcock; Western; Silent Films; Documentaries, Animation. I film sono tutti in lingua originale senza sottotitoli.

Schermata 2015-03-20 alle 10.53.27

Leggi tutto

Dopo Vine anche YouTube punta sull’infanzia: arriva l’app Kids

Un’applicazione dal design semplice e morbido, con quattro sezioni facilmente navigabili con pochi scroll e un timer per stabilire il tempo di visione. Stiamo parlando di YouTube Kids, un nuovo servizio mobile, staccato dal portale video generalista, che la controllata di Google dice di aver sviluppato per rispondere alle richieste provenienti dal pubblico dei genitori e alla loro esigenza di offrire ai più piccoli un intrattenimento sì online, ma più mirato e adatto al target infantile. Ecco così l’arrivo della nuova applicazione, che debutterà lunedì 23 febbraio in occasione del Kidscreen Summit e, almeno inizialmente, per i soli dispositivi Android.

YouTube_Kids

Leggi tutto

Vessel: in arrivo il rivale di YouTube che cambierà il VOD?

La partenza era attesa entro il 2014 e siamo perciò un po’ in ritardo rispetto a quanto previsto dall’industria, ma rimane comunque alto l’interesse rispetto a Vessel: un nuovo operatore di video on demand che dovrebbe nascere a breve per volere di Jason Kilar, ex CEO di Hulu, e che intende dichiaratamente far concorrenza a YouTube e al suo modello di business ritenuto poco remunerativo per i creatori di contenuti. L’apertura di una nuova piattaforma per la fruizione legale di video non è di per sé gran cosa, ma gli illustri precedent di Kilar e il modello di business perseguito, unito alle crescenti polemiche sulla “staticità” dell’hub video di Google, rendono Vessel un’operazione effettivamente fuori dell’ordinario.

images0.vessel-static

Leggi tutto

Le abitudini degli spettatori secondo Google

Nel 2013 il 68% dei Nordamericani (statunitensi e canadesi) pari a 228,7 milioni di persone, sono andate almeno una volta al cinema  e l’11% di loro ci sono andati almeno una volta al mese (dati MPAA). Per scandagliare le ragioni che portano questo tipo di spettatori (e non i più assidui cinefili) a scegliere il film da vedere Google ha condotto recentemente uno studio con Millward Brown Digital (lo trovate integralmente QUI).

Schermata 2014-11-22 alle 13.44.03

Leggi tutto

Lucisano Media Group si rafforza su You Tube

Lucisano Media Group (che controlla la società di produzione e distribuzione cinematografica Italian International Film) ha stretto un accordo con Yam112003, player certificato da YouTube come Multi Channel Network, per il trattamento dei diritti audiovisivi su YouTube. L’accordo affermal a società in una nota «mira da un lato a riconoscere a LMG la possibilità di monetizzare le clip di proprie produzioni pubblicate sulla piattaforma da altri utenti, attraverso l’inserimento di contenuti pubblicitari, e dall’altro a proteggere dalla pirateria i contenuti di proprietà di Lucisano Media Group presenti sul portale»

Schermata 2014-11-14 alle 11.09.28

Leggi tutto

Video, Facebook vs YouTube: la sfida corre Fast and Furious

Dopo il clamore suscitato da iniziative come l’Ice Bucket Challenge, per il social network di Zuckerberg è arrivata l’ora di affilare le lame e mostrare ai “big spender” la forza promozionale della piattaforma in fatto di video. Se appare ormai chiaro come Facebook stia puntando a erodere il primato di YouTube in quanto destinazione per il consumo e il lancio di contenuti audiovisivi,  sembra che il debutto online del nuovo trailer di Fast and Furious 7 sia servito a evidenziare il potenziale di marketing per questo tipo di materiali.

Fast-Furious-7-Teaser-Poster-Italia-011

Leggi tutto