warner bros

Murdoch all’attacco di Time Warner: offre 80 miliardi, ma la società rifiuta la scalata

Se Topolino va a braccetto con gli Avengers, i Jedi e la lampada saltellante della Pixar, perché Il Pianeta delle Scimmie non dovrebbe accompagnarsi a Lo Hobbit, o Avatar ai cinecomic DC, o magari a Games of Thrones? La tendenza alla fusione dei colossi mediatici non è certo qualcosa di nuovo nel mercato dell’audiovisivo, ma stavolta il cambiamento avrebbe potuto essere storico. Nelle scorse settimane la 21st Century Fox di Rupert Murdoch ha messo sul piatto un’offerta d’acquisto da 80 miliardi di dollari per ottenere il controllo di Time Warner, che tuttavia ha rifiutato la proposta preferendo ad attenersi al proprio piano di business, secondo la compagnia più redditizio per i propri azionisti. L’esistenza di tali trattative è stata svelata solo ieri dal New York Times e successivamente confermata dalle due compagnie. Se fossero andate in porto, sarebbe diventata la più grande operazione di accentramento in campo mediatico dai primissimi anni duemila.

Fox Warner

Leggi tutto

IN BREVE 10/03/14 – Warner Bros pronta a investire in Machinima; cosa dice le selfie di noi

Le ultime news su cinema, business, innovazione e tecnologia. In evidenza oggi: rumors indiano 18 milioni in arrivo da  Warner Bros per il canale di YouTube dedicato a videogiochi e web series; SelfieCity, dimmi come ti fotografi e ti dirò chi sei.

selfie-gallery
Leggi tutto

IN BREVE 12/02/14 – Nuovo Senior VP a Warner Bros; economia digitale in crescita

Le ultime news su cinema, business, innovazione e tecnologia. In evidenza oggi: Ana de Castro promossa da Warner a Vicepresidente Senior, Deputy General Counsel; segno costantemente positivo per l’economia digitale in Germania.

Warner_Bros  Leggi tutto

The Lego Movie, un successo anche social

Sembra proprio che la nuova incursione di Warner Bros nel mondo dell’animazione abbia messo a segno il proprio colpo. The LEGO Movie, basato sul popolare gioco di costruzioni e sugli omini che lo popolano, ha riscaldato il pigro box office statunitense di febbraio incassando lo scorso weekend una cifra stimata per ora in 69,11 milioni di dollari. Non solo si tratta del secondo esordio di sempre per questo mese, ma ha anche pochi precedenti nel mondo dell’animazione: finora il cartoon con il miglior risultato nello stesso periodo dell’anno è stato Gnomeo e Giulietta, il cui debutto al botteghino americano non ha però superato i 25 milioni di euro. Per altri confronti sul box office vi rimandiamo a ScreenWEEK, mentre qui intendiamo concentrarci sulle performance social del titolo, che in questo caso hanno rispecchiano abbastanza fedelmente quelle in sala.

the lego movie facebook

Leggi tutto

Sorrento 2013, intervista a Nicola Maccanico: il DG Warner per la meritocrazia e la trasparenza nel mercato del cinema

Alle Giornate Professionali di Cinema appena concluse a Sorrento, Warner Bros. ha ottenuto per il secondo anno consecutivo il Biglietto d’oro quale prima distribuzione italiana per numero di spettatori realizzati. Un traguardo da cui la major riparte con un listino ricco di grandi titoli e franchise come Lo Hobbit, The Amazing Spider-Man e 300, ma anche di cinema italiano e autori di rilevo quali Christopher Nolan e Clint  Eastwood. Ce lo ha illustrato in breve Nicola Maccanico, direttore generale di Warner Bros. Italia, cui abbiamo chiesto anche di approfondire  alcune tematiche affrontate nel corso della convention della major a Sorrento. Su tutte, le opportunità della digitalizzazione e la meritocrazia nel mercato cinematografico, intesa come possibilità di garantire maggior tenitura ai film che dimostrano di avere le potenzialità per intercettare il loro pubblico.

 hobbit-smaug

Leggi tutto

Gravity e la rivincita del 3D – INFOGRAPHIC

Esordio record negli USA con oltre 55 milioni di dollari raccolti, ottimi risultati in Italia (2 milioni di euro) e nel mondo (quasi 83 milioni di dollari). Parliamo di Gravity, il film fantascientifico diretto dal regista messicano Alfonso Cuaron uscito in 27 paesi del mondo negli ultimi giorni.

Schermata 10-2456570 alle 09.08.01

Oltre ad essere uno dei migliori esordi di sempre per una pellicola originale (fatto sempre più unico che raro), è stata peculiare e vincente la scelta distributiva di Warner Bros. In un mercato che ripudia sempre più il 3D e il suo sovrapprezzo, e che ha visto costantemente scendere le percentuali di introiti negli ultimi due anni, lo studio ha deciso di distribuire Gravity quasi interamente nel formato 3D.
Leggi tutto

Tsujihara, Warner Bros: l’importanza di UltraViolet e del digitale nel nuovo mercato dell’home video

“UltraViolet è assolutamente sulla strada giusta”: a esserne convinto è Kevin Tsujihara, amministratore delegato di Warner Bros., che intervenendo la settimana scorsa alla conferenza di Merrill Lynch su Media, Comunicazione e Entertainment, ha avuto modo di elogiare il sistema cloud per la visione online dei titoli acquistati in DVD e Blu-ray. Secondo il CEO della major, che proviene proprio dall’home video, sostenere questa “cassaforte digitale” per l’archiviazione virtuale delle library di film e serie tv già possedute su supporto fisico, è stata una buona mossa strategica per traghettare il settore nell’era digitale.

Kevin Tsujihara

Leggi tutto

Legendary Entertainment: confermata la rottura con Warner a favore di NBCUniversal [UPDATE]

Come anticipato da indiscrezioni, la casa di produzione Legendary Entertainment lascerà estinguere il proprio accordo pluriennale con Warner Bros per inaugurare una nuova collaborazione con NBCUniversal, cui fa capo ovviamente anche Universal Pictures. UPDATE: La notizia, diffusa in anticipo da Deadline, è stata  confermata ieri da un comunicato congiunto delle due compagnie. In lizza per la partnership con la Legendary di Thomas Tull nei mesi scorsi non c’è stata solo Comcast, controllante di NBCUniversal, ma anche altre major quali Lionsgate, Fox e Sony.

 legendary-logo Leggi tutto

Warner Bros: l’uscita di Robinov [UPDATE]

Come già rivelato da indiscrezioni nel corso degli ultimi giorni, il presidente del ramo cinema di Warner Bros, Jeff Robinov, ha rassegnato le proprie dimissioni lasciando il posto che ricopriva allo studio dal 2007. Sarà sostituito da tre membri del suo team, il già presidente della produzione Greg Silverman, dal capo del marketing Sue Kroll e da Toby Emmerich di New Line, che risponderanno direttamente al CEO della compagnia, Kevin Tsujihara. Per l’occasione, sia Kroll che Silverman hanno anche ottenuto un nuovo titolo, diventando rispettivamente  presidente del marketing globale e della distribuzione internazionale, la prima, e presidente dello sviluppo creativo e della produzione globale, il secondo.

warner_bros_pictures_logo
Leggi tutto

Warner Bros: l’uscita di Robinov e le trattative con Legendary

È tempo di cambiamenti ai vertici di Warner Bros: dopo una prolungata assenza dagli slot dello studio, sembra infatti confermato in via quasi definitiva l’abbandono della carica di presidente da parte di Jeff Robinov, dal 2007 a capo del ramo cinematografico della major controllata dal colosso mediatico Time Warner. Nonostante non ci sia una conferma ufficiale, la maggior parte della stampa sembra concordare sul fatto che l’uscita sia stata determinata dalle tensioni sorte a partire da quest’anno, quando Robinov è stato lasciato indietro nella corsa per la successione alla carica di CEO di Warner Bros, detenuta dall’ormai uscente Barry Meyer.

warner_bros_pictures_logo Leggi tutto