Vod

Francia, Carrefour si lancia nel VOD con Nolim Films

Se c’è spazio per Netflix, ce ne deve essere anche per la versione online dei videostore della grande distribuzione: il mercato dell’on demand francese continua a espandersi, e lo fa tramite la nota catena di supermercati Carrefour che ha deciso di far debuttare un nuovo portale web per l’acquisto e il noleggio di film e serie tv. Il servizio si chiama Nolim Films e mira a competere con le formula ad abbonamento del noto operatore americano sia con l’offerta di nuove uscite non disponibili in SVOD, sia con una forte integrazione con Ultraviolet, cioè il sistema che permette di vedere sul web i titoli già acquistati in DVD e Blu-ray.

Carrefour nolim films

Leggi tutto

Amazon Studios produrrà film per le sale e per il VOD (con finestra corta)

Amazon Studios ha annunciato che comincerà a produrre e ad acquistare film sia per la distribuzione nelle sale cinematografiche che per la distribuzione in online attraverso il suo servizio VOD Amazon Prime Instant Video prevedendo una window molto corta. Mentre tradizionalmente i film hanno una finestra in Usa dalle 39 alle 52 settimane prima di essere distribuiti nei canali VOD, i film Amazon Original debutteranno su Prime Instan Video negli Stati Uniti solo 4 settimane dopo l’uscita theatrical.

amazon-studios-thumb Leggi tutto

BitTorrent aggiunge l’opzione “paga ciò che vuoi” al suo VOD

Continua il tentativo di BitTorrent di accreditarsi tra le destinazioni più innovative e vivaci per il consumo audiovisivo legale online. In occasione dell’uscita on demand di Hits, primo lungometraggio da regista dell’attore comico del serial Arrested Development David Cross, il portale aggiungerà ai suoi “pacchetti”, i BitTorrent Bundle, un’opzione che va  oltre la gratuità, il prezzo contenuto e il freemium, cioè la possibilità di pagare il prezzo ritenuto più opportuno da ciascun utente per la visione del film.

hits2pic

Leggi tutto

The Interview raggiunge i 34 milioni grazie al VOD – Google: “I tempi erano maturi”

Non sono gli 80 milioni che la major prevedeva di incassare dal mercato nordamericano con la dissacrante commedia The Interview, che vede i protagonisti Seth Rogen e James Franco impegnati in un rocambolesco attentato al leader della Corea del Nord. I 34 milioni raccolti in due settimane dal film, grazie alla sua uscita in contemporanea in un ristretto circuito di sale e online, sono però un risultato rilevante, che permetterà a Sony di limitare le perdite subite a causa dell’attacco hacker, cui si deve l’inedita strategia distributiva del titolo, e che conferma le potenzialità delle release cosiddette day-and-date anche per i titoli di punta degli Studios hollywoodiani.

the interview

Leggi tutto

Sony allarga la distribuzione di The Interview nelle sale (e in VOD)

Dopo l’incasso di quasi 18 milioni di euro (15 dalle vendite online e 2,8 milioni dall’uscita in 331 sale selezionate), Sony ha deciso di allargare la distribuzione di The Interview, la controversa commedia interpretata da James Franco e Seth Rogen ritenuta all’origine dell’attacco informatico subito dalla Sony ad opera di un gruppo di hacker che il Goverso Usa sostiene sia mosso dalla Corea del Nord. Il film da oggi sarà distribuito in oltre 580 cinema, anche se si tratta sempre di strutture indipendenti, dal momento che le maggiori catene d’esercizio cinematografico hanno fin da subito dichiarato di non volere proiettare il film. Uscito nelle sale il 25 dicembreThe Interview era disponibile già dal 24 dicembre online attraverso YouTube Movies, Google Play, la piattaforma XBox Video di Microsoft e il sito dedicato http://www.seetheinterview.com (è possibile noleggiarlo al prezzo di 5,99 dollari e acquistarlo in versione HD al prezzo di 14,99 dollari). La major, contestualmente all’alllargamento della distribuzione in sala ha deciso anche di aumentare la diffusione del film, sia online sia in alcune piattaforme via cavo e via satellite affiliate con il servizio VOD.

the interview

Leggi tutto

La NATO su Netflix: un castello di carte

In un articolo su Pro.Boxoffice.Com  a firma di Patrick Corcoran, Vice President & Chief Communications Officer della NATO, l’associazione americana degli esercenti cinematografici si esprime in merito a Netflix e a alle uscite simultanee rispetto alla sala cinematografica. L’articolo  – intitolato Netflix and the Myth of Innovation: Simultaneous Release Is a House of Cards (Netflix e il mito dell’innovazione: le uscite simultanee sono un “castello di carte”, in riferimento al titolo della serie tv House of Cards) – prende il via dalla decisione di Netflix, operatore leader nelle distribuzione streaming, di distribuire day and date il  sequel de la tigre e il dragone, sia VOD che sugli schermi IMAX. Decisione contestata fortemente dal mondo dell’esercizio, mentre il responsabile dei contenuti di Netflix Ted Sarandos continua a parlare di “vecchi modelli di distribuzione”.

netflix online

Leggi tutto

Amazon, nel 2015 un nuovo servizio VOD gratuito?

La notizia, dopo alcune indiscrezioni nei mesi scorsi, giunge dal New York Post: Amazon starebbe per lanciare nelgi Stati Uniti, nel 2015, un nuovo servizio VOD, separato dal servizio Prime Instant Video (che attualmente costa 99 dollari all’anno). La nuova offerta dovrebbe essere gratuita o comunque proposta a un prezzo molto ridotto e, soprattutto, dovebbe basarsi sull’inclusione di annunci pubblicitari. Una mossa che permetterebbe a Amazon, secondo alcuni analisti di sferrare una seria sfida a Netflix e Hulu.

Amazon Prime Instant video on demand Leggi tutto

Essere o non essere… in VOD? Anche Shakespeare arriverà on demand

Se i grandi eventi teatrali hanno trovato un nuovo e fruttuoso sbocco nella multiprogrammazione cinematografica, sfruttando anche meglio dei film la flessibilità consentita dal digitale, ora il placoscenico è pronto a farsi strada anche nel campo dei servizi OTT. Non stiamo parlando di una produzione qualsiasi ma di quelle del Globe Theatre di Londra, che diventerà il primo a lanciare una piattaforma di video on demand per la distribuzione digitale dei propri contenuti.

globe theatre vod

Leggi tutto

Dal VOD 6,8 miliardi in arrivo per cinema e tv

L’online nemico dell’industria audiovisiva? Non sembrerebbe dalle ultime stime di RBC Capital Markets, secondo cui gli investimenti che i servizi di streaming ad abbonamento stanno effettuando in contenuti arriveranno a toccare i 6,8 miliardi di dollari nel 2015, assottigliando progressivamente la forbice rispetto alle cifre provenienti dai broadcaster tradizionali. Già alla fine di quest’anno, gli operatori di SVOD (subscription video on demand) pagheranno agli studi cinematografici e televisivi una somma prevista di 5,2 miliardi, ben superiore ai 3,3 miliardi spesi in diritti dai canali via etere.

theblacklistlg_zps602b800b

Leggi tutto

Wild Bunch si lancia nel mercato della distribuzione digitale (in Europa)

La società francese di distribuzione Wild Bunch ha annunciato la volontà di aprirsi al mercato della distribuzione digitale, creando una propria divisione dedicata che offrirà film direttamente a differenti servizi VOD (e laddove possibile perché permesso dalla legislazione locale, in contemporanea con i cinema)  e inizialmente opererà nei mercati europei nei quali Wild Bunch ha società partner : Germania (Wild Bunch Germany e Senator), Francia (Wild Side e Wild Bunch Distribution), Spagna (Vertigo) e Italia (Bim), oltre a Gran Bretagna (Altitude). La decisione è avvenuta dopo il successo di Welcome to New York di Abel Ferrara (lanciato in VOD a maggio), che ha convinto Wild Bunch delle potenzialità di questo mercato, registrando circa 200mila download in sei settimane.

The Green Inferno Foto Dal Film 04

Leggi tutto