Twilight

Bestseller & Cinema. I casi degli ultimi anni

Il successo mondiale che sta ottenendo Cinquanta sfumature di grigio è solo l’ultimo esempio, in ordine di tempo, di come alcuni casi editoriali di successo si siano trasformati anche in prodotti redditizi al box office. La letteratura ha sempre fornito materiale per il cinema, con alterne fortune , ma nel caso di bestseller conclamati a livello mondiale spesso il volano costituito dalla fama del romanzo ha garantito risultati ottimi anche al botteghino. Ripercorriamo i casi più recenti di rapporto virtuoso tra cinema e letteratura di consumo.

Character Poster 6

Harry Potter

La saga letteraria ideata da J.K. Rowling sul piccolo mago inglese, dedicata a un pubblico di bambini e ragazzi, è costituita da sette romanzi che complessivamente nel mondo hanno venduto in circa 10 anni oltre 450 milioni di copie (tradotti in 77 lingue) e 10 milioni in Italia, dove i romanzi sono pubblicati da Salani Editore. La corrispondente saga cinematografica, costituita da otto film (l’ultimo romanzo essendo diviso in due parti)  è attualmente la più redditizia a livello mondiale con oltre 7,7 miliardi di dollari incassati complessivamente. Negli Stati Uniti con quasi 2,4 miliardi di dollari incassati, è la saga di maggior successo sopo quella dedicata all’Universo Marvel In Italia la franchise ha incassato complessivamente oltre 159 milioni di euro: il maggiore incasso della serie è stato il primo episodio, La pietra filosofale con 25,2 milioni, il minore Il progioniero mezzosangue con 18,2 milioni.

Leggi tutto

The Hunger Games: è record al box office e su Twitter.

Come avevamo intuito alla vigilia del suo esordio nelle sale (l’articolo QUI), il film fantasy tratto dall’omonima saga letteraria “young adult” di Suzanne Collins ha letteralmente sbancato il botteghino, e superato ogni aspettativa di incasso: si parlava di 120-130 milioni di dollari nel primo weekend, e invece sono stati 152 e mezzo, realizzati in 4137 cinema con un’incredibile media per sala e un totale record per un titolo che non è un sequel di una saga di successo, e soprattutto viene distribuito in questo periodo dell’anno, lontano da qualsiasi festività.

Leggi tutto

Twilight al top dell’elenco Forbes degli attori più redditizi per le major.

Direste mai che Kristen Stewart e Robert Pattinson sono sfruttati o sottopagati rispetto al valore del lavoro che svolgono? Quasi blasfemo da sostenersi in questo frangente economico, eppure è quanto emerge dalla classifica Forbes degli attori più “convenienti” per la major cinematografiche. Hollywood ha bisogno di rinnovare lo star system, ha detto qualche tempo fa il presidente dell’Anica, Riccardo Tozzi, spiegando il perché della sottoperformance dei titoli americani al botteghino italiano. E sembra proprio che, nel farlo, l’industria statunitense stia guardando non solo ai grandi numeri dei Paesi emergenti in Medio ed Estremo Oriente, ma anche a trarre il massimo profitto dal minimo sforzo.

 

Leggi tutto

CineGuru.biz Cold News # 23

Cineguru.biz Cold News è una raccolta di link a news che ritengo interessanti per i temi trattati in questo blog e a cui ho potuto dedicare solo un breve commento.

– Un post di Michael Lynton, il CEO della Sony Pictures Entertainment, su come “preservare la creatività online” ha scatenato centinai di commenti e almeno due risposte significative. TechDirt gli risponde punto per punto, Mashable gli da addirittura del matto, eppure i suoi obiettivi, così come molti punti di vista di chi le cose le produce e deve continuare ad avere dei buoni motivi per farlo, non sono certo sbagliati, ma il modo in cui sembra concepire internet è assolutamente limitato. Possibile che nei due schieramenti contrapposti debbano esserci solo visioni parziali e di parte di due realtà che potrebbero farsi reciprocamente un gran bene e invece non sono in grado di trovare una mediazione?

Zambardino intervista Francesco Pizzetti, presidente per l’Autorità garante dei dati personali. Assolutamente, ci vuole cultura digitale prima di ogni altra cosa, nel discutere di leggi e regolamentazioni bisognerebbe poi distinguere in base alla dimensione dell’iniziativa di cui si parla.

Due commenti sulla nomina del comitato antipirateria. Condivido il punto sul conflitto di interessi e, ovviamente, sul fatto che il comitato sembra più insediato per punire che per “combattere” costruendo l’alternativa legale che è l’unico modo per debellare realmente la pirateria.

E-duesse.it ristruttura il sito e aggiunge la possibilità di interagire lasciando i commenti e inserendo un forum. Ho presentato i miei omaggi e mi complimento per il passo avanti, anche se mettere qualche link verso l’universo esterno, soprattutto se si parla di siti internet, non guasterebbe.

Idee per nuove serie tv provenienti dalla rete, condivido i dubbi di Gabriele, il guaio però è che con la rete si guadagna ancora nulla.

Gli investimenti pubblicitari nel periodo gennaio-marzo 2009 secondo Nielsen Media Research.

Lo stato della banda larga in Italia.

Interessante contributo/analisi sul futuro della stampa online.

BadTaste analizza il caso homevideo di Twilight, che è, appunto, un caso. Col “marchio” Twilight, a quel target di riferimento, si potrebbe vendere qualsiasi cosa. In chiusura del post si affronta l’argomento su cui ho insisto più volte: la pirateria non verrà mai sconfitta senza un’offerta legale competitiva.

Apple ha brevettato i chioschi per il download di film, serie tv e musica dove non c’è possibilità d’accesso via wi-fi ad iTunes, tipo mi scarico un film prima di partire per un ungo viaggio.

La famosa copia lavorazione “pesce d’aprile” di Wolverine è stata scaricata più di 4 milioni di volte, sapere se questo sia stato effettivamente o meno und anno per Fox è impossibile da dimostrare, ma il film è stato comunque un successo.

RealD ha annunciato il primo proiettore mobile in 3D, io lo voglio, anche se non saprei cosa vederci.