Richard Borg

Festa del cinema: +66% rispetto alla settimana precedente e soddisfazione delle associazioni

Numeri positivi accompagnano la chiusura della Festa del Cinema, la grande iniziativa promozionale che ha coinvolto tutte le sale italiane, in cui dal 9 al 16 maggio è stato possibile assistere a ogni spettacolo a 3 euro per le proiezioni normali e a 5 euro per quelle in 3D. Ieri, ultimo giorno dell’evento, si sono venduti il 114% di biglietti in più rispetto al giovedì precedente, che aveva dato avvio alla promozione, e il 190,7% in più in confronto allo stesso giovedì dell’anno passato (dati Cinetel).

festa del cinema  Leggi tutto

Dati Anica sul cinema italiano 2012: dispersione delle risorse e rinnovo tax credit tra le emergenze del settore

Nonostante la flessione di presenze e incassi registrata nel 2012, nel corso dell’anno si è mantenuto stabile il livello della produzione cinematografica italiana, che ha realizzato ben 166 titoli contro i 155 del 2011, cioè il numero più alto dal 2000. A crescere è stato soprattutto il volume delle coproduzioni (20 solo quelle con la Francia), mentre si è mantenuto stabile l’ammontare di film per il 100% a capitale italiano, pari a 129. Non mancano tuttavia le criticità, sottolineate alla presentazione ufficiale dei dati sull’industria italiana del cinema nel 2012, tenuta ieri da Mibac e Anica. Tra queste, l’eccesiva frammentazione del panorama produttivo e degli investimenti nel settore, ma soprattutto il trend negativo che continua a caratterizzare i risultati del botteghino nel primo trimestre 2013, in cui si è già perso il 5% di presenze rispetto all’analogo periodo nell’anno precedente.

Leggi tutto

Cinema italiano: sarà Hollywood a soccorrere le produzioni tricolore?

Con il calo degli investimenti da parte delle major nostrane, e con l’incertezza riguardo agli incentivi fiscali rivolti alla produzione cinematografica, una fonte essenziale di finanziamento per i film italiani potrebbero diventare le società che fanno capo ai grandi Studios di Hollywood. A dipingere tale scenario è un articolo apparso oggi su La Repubblica, a firma di Franco Montini, secondo cui nel nostro panorama cinematografico si sarebbe aperto un vulnus causato dalla riduzione degli investimenti da parte di Medusa, ma pronto a essere coperto da major come Warner e dal loro crescente sforzo produttivo nei confronti delle pellicole made in Italy.

Leggi tutto

Sorrento 2012: il saluto delle associazioni e le convention di Universal, con Filmauro, e Eagle

Oggi la 35a edizione delle Giornate Professionali di Cinema di Sorrento si è aperta con il saluto dei rappresentanti dell’industria cinematografica, che hanno ricordato alcune delle criticità affrontate nell’anno passato per guardare con maggiore slancio al 2013. “Credo in questi momenti di aggregazione, che servono a vedere il prodotto ma anche a parlare del mercato del domani” – ha esordito Richard Borg, presidente dei Distributori dell’Anica - “siamo di fronte a una rivoluzione tecnologica epocale, il digitale ha stravolto non solo il nostro modo di operare ma anche le nostre metodologie di vita, per questo dobbiamo lavorare insieme affinché questo cambiamento sia gestito e non subìto”. Un’intesa tanto più necessaria dopo due anni consecutivi chiusi in perdita per il mercato del cinema italiano, come ha ricordato il presidente Anem (associazione degli esercenti multiplex), Carlo Bernaschi: “Abbiamo chiuso lo scorso anno con una perdita di quasi il 10%, e probabilmente andrà così anche nel 2012.  Abbiamo dovuto anche investire nel digitale, ricaduto quasi tutto sulle spalle dell’esercizio, e non possiamo dunque permetterci un 2013 così negativo”. La priorità, per Bernaschi, sono dunque “riportare il pubblico al cinema con una grande campagna promozionale, e non rimanere senza prodotto per quattro mesi l’anno”. Evitare il calo di film forti in uscita nella stagione estiva è, in particolare, uno dei primi punti all’ordine del settore, come sottolineato infine anche da Lionello Cerri: “Questo sarà un anno di prova – ha dichiarato il presidente degli esercenti Anec, associazione che organizza le Giornate di Sorrento – anche per il prodotto italiano che risulta ora in sofferenza dopo l’exploit del 2011”. L’unità tra gli operatori sarà dunque necessaria non solo per le iniziative come quella che sarà presentata domani, rivolta agli alunni delle scuole medie superiori tramite la creazione di una Carta dello Studente, ma anche sul fronte della programmazione estiva. “Come Associazione stiamo aiutando i colleghi a investire sul digitale con aiuti, accordi con le banche e con il sostegno destinato alle PMI. Dobbiamo affrontare la rivoluzione pensando che la filiera è unita e completa, che se da una parte ci sono delle belle sale ben attrezzate, dall’altra c’è un buon prodotto, per tutto l’arco della’anno”.

Il saluto dei presidenti è stato dunque seguito dalla presentazione di diversi listini, in particolare in mattinata sono stati illustrati quello di Universal Pictures, che include anche i titoli Filmauro, e di Eagle Pictures.

Leggi tutto

All digital: al Festival di Roma, le associazioni a confronto sulla digitalizzazione delle sale.

Gli operatori del settore cinema tornano a parlare di digitale, e in particolare della digitalizzazione delle sale, tema reso sempre più urgente dall’avvicinarsi della scadenza per lo “switchoff”, fissata dalle distribuzioni all’inizio del 2014. L’occasione è stata il convegno “All digital”, organizzato presso lo spazio Lazio Film Fund all’interno del VII Festival Internazionale del Film di Roma, dove sono state ribadite prima di tutto le cifre relative alla conversione del parco sale nazionale. Come ha sottolineato il presidente dell’Anec (Associazione Nazionale Esercenti Cinema), Lionello Cerri, le strutture che hanno già adottato la nuova tecnologia contano per “circa 1.950 schermi, su un totale di 3.800 schermi industriali, pari al 51,4%”. Rimane perciò una buona metà di sale che si avvicinano ancora impreparate alla fine dell’era della pellicola.

Leggi tutto

Partono con segno positivo le prime cinematografiche di giovedì.

Ieri, giovedì 4 ottobre, è stata sperimentata per la prima volta l’uscita “anticipata” dei nuovi titoli cinematografici in sala. Il giorno della settimana è quello scelto di comune accordo dalle associazioni degli esercenti e dei distributori per unificare l’uscita dei film, finora divisa soprattutto tra venerdì e mercoledì. E i primi risultati sono stati soddisfacenti: secondo i dati Cinetel, che monitora circa il 90% del mercato, gli incassi sono stati pari a 1 milione 75 mila euro, mentre i biglietti staccati sono risultati 161 mila. Si tratta rispettivamente di un incremnto del 60 e del 37%  in confronto alle cifre registrate lo scorso giovedì (lo scarto tra le due percentuali è dovuto alla maggiore incisività dei titoli in 3D). Se paragonato all’analogo giorno dell’anno scorso  (6 ottobre 2011) l’incremento degli incassi è stato di 65 punti percentuali, quello delle presenze del 39%.

Leggi tutto

Cinema: da ottobre, tutte le nuove uscite saranno di giovedì.

Se eravate affezionati alla dizione “da venerdì nelle sale”, dovrete aggiornarvi: distributori ed esercenti cinematografici italiani si sono infatti accordati per stabilire un solo giorno della settimana per l’uscita di tutti i film, vale a dire il giovedì. La nuova regola si applicherà a partire dal prossimo 4 ottobre, e sarà valida per tutte le sale su tutto il territorio nazionale.

Leggi tutto

Ciné: presentate a Cannes le Giornate Estive di Cinema di Riccione.

I professionisti del cinema tornano a darsi appuntamento a Riccione: si svolgerà infatti dal 25 al 27 giugno Ciné – Giornate Estive di Cinema, la manifestazione che si sta affermando quale secondo momento di incontro per l’industria cinematografica italiana oltre alle tradizionali Giornate di Sorrento. Anche quest’anno, la città romagnola è dunque pronta a ospitare la presentazione dei film in uscita nei mesi successivi, oltre che una serie di anteprime di titoli particolarmente attesi tra cui: Biancaneve e il Cacciatore, rivisitazione dark della celebre favola, diretta Rupert Sanders con Charlize Theron, Kristen Stewart, Chris Hemsworth; il nuovo lungometraggio della Pixar Brave; l’ultimo lavoro di Jacques Audiard, Ruggine e Ossa, con Marion Cotillard, selezionato in concorso al 65° Festival di Cannes; il film rivelazione del Sundance con Susan Sarandon e Richard Gere, dal titolo Arbitrage.

Leggi tutto

Tajani: la UE bacchetta il cinema italiano, poco presente a Bruxelles.

Se ci fosse una “squadra del cinema” dei 27 Stati membri UE, in questo momento starebbe giocando senza Totti o Del Piero. A sostenerlo è il vicepresidente della Commissione europea, Antonio Tajani, che ha riunito a Roma alcuni dei principali rappresentanti dell’industria italiana della settima arte per “bacchettarli” rispetto alla latitanza degli operatori del settore presso le istituzioni comunitarie.

Leggi tutto

Digitale: l’Anec “prende atto” dell’abbandono della pellicola.

Se nell’ambito televisivo l’imposizione e le modalità dello switch-off hanno suscitato più di una perplessità, anche nel settore del cinema l’avvicinarsi del passaggio obbligato al digitale è accompagnato da diverse criticità. Negli ultimi anni il successo del 3D ha fatto sì che fosse abbracciato relativamente in fretta dai grandi circuiti e dalle grandi strutture come i multiplex, ma la sfida si sta rivelando ardua in tutta Europa per i cinema monosala e per gli esercizi più piccoli, che non riescono ad affrontare l’investimento iniziale necessario per la transizione. L’appuntamento col digitale però si avvicina: come hanno messo in luce anche i dati MEDIA Salles, ormai è stato superato anche il tipping point, il punto di non ritorno che vede più della metà degli schermi europei dotati della nuova tecnologia. A giovarne, soprattutto nell’immediato, saranno i distributori, cui il digitale permette di abbattere significativamente i costi eliminando la fase della stampa su pellicola. E ora compare anche la data a partire dalla quale le sale italiane non vedranno più copie in 35 mm…

Leggi tutto