Google

Le abitudini degli spettatori secondo Google

Nel 2013 il 68% dei Nordamericani (statunitensi e canadesi) pari a 228,7 milioni di persone, sono andate almeno una volta al cinema  e l’11% di loro ci sono andati almeno una volta al mese (dati MPAA). Per scandagliare le ragioni che portano questo tipo di spettatori (e non i più assidui cinefili) a scegliere il film da vedere Google ha condotto recentemente uno studio con Millward Brown Digital (lo trovate integralmente QUI).

Schermata 2014-11-22 alle 13.44.03

Leggi tutto

Google alla conquista del salotto con Roku

Continua la campagna dei colossi del web alla conquista del salotto di casa. Google ha già dimostrato il proprio interesse a guadagnarsi una fetta del nuovo mercato delle tv connesse con il rilascio di diversi dispositivi per collegare il piccolo schermo in rete, dalla chiavetta Chromcast fino al nuovo set-top box Nexus Player, prodotto da Asus, primo esemplare di quella Android TV che presto sarà integrata direttamente negli apparecchi di grandi marchi dell’elettronica di consumo come Sony, Sharp e TP Vision. L’azienda di Mountain View ha però assestato un altro colpo anche nel campo del video on demand, in cui opera tramite lo store online Google Play. La sua applicazione per il noleggio e l’acquisto di film online, presente ovviamente su tutti i dispositivi a marchio Big G, farà infatti il proprio debutto anche su quelli di Roku, tra i leader USA del settore dei set-top box che rendono”smart” le vecchie tv.

google play roku

Leggi tutto

Tv connesse: Amazon rilancia con una chiavetta che fa concorrenza a Chromecast

Ormai, nel campo della tv connessa in rete, le loro mosse sembrano complementari e a ogni passo avanti di una, corrisponde una contromisura dell’altra. Stiamo parlando di Google e Amazon, due colossi del web da tempo impegnati in una corsa per accaparrarsi una fetta di questo mercato già in grande espansione (secondo le stime di TDG, gli apparecchi televisivi collegati godono di una penetrazione del 63% negli Stati Uniti) e che potrebbe ricevere ulteriore impulso dalla decisione di emittenti quali HBO e CBS di far partire un’offerta “stand alone”, vale a dire sganciata da quella televisiva tradizionale e dedicata solo agli utenti web. Se nemmeno due settimane fa l’azienda di Mountain View ha rilasciato il primo set-top box con Android TV, il Nexus Player di Asus, recuperando così il distacco con Amazon Fire TV, ieri il portale di eCommerce ha recuperato terreno con il lancio di una chiavetta low cost con funzionalità simili a quella di Google, in commercio dal 2013. Si chiama Fire TV Stick, costa 39 dollari e permetterà di vedere in streaming sullo schermo televisivo una vasta gamma di contenuti tramite le applicazioni native di partner quali  Netflix, Hulu e ovviamente il servizio di video on demand della stessa AmazonPrime Instant Video. Già presenti anche importanti operatori del settore musicale come Spotify e Vevo.

amazon-fire-tv-stick

Leggi tutto

Google, un algoritmo contro la pirateria

Google ha pubblicato il report How Google Fights Piracy, in cui affronta le modalità di contrasto alla pirateria online. Tra gli strumenti che l’azienda ha in procinto di mettere in campo, a partire proprio dal mese in corso, contro questo fenomeno un nuovo algoritmo che in pratica “declassa” nell’indicizzazione delle ricerche online quei siti che ospitano prodotti piratati e che sono stati segnalati dai detentori dei Copyright attraverso il Digital Millenium Copiright Act (DMCA), la legge statunitense sul copyright.

Schermata 2014-10-22 alle 09.20.03

Leggi tutto

Nexus Player, ecco l’Android TV

Che non si dica che Google non mantiene le promesse: annunciata ufficialmente a giugno è già pronta a fare il suo ingresso sul mercato Android TV, lo standard con cui il colosso di Mountain View intende ritagliarsi una larga fetta del settore delle tv connesse in rete. A dare il via alla corsa è un nuovo set-top box realizzato dalla taiwanese Asus, il Nexus Player, con cui i consumatori americani potranno collegare il piccolo schermo al web e fruire dell’offerta di Netflix, Hulu Plus, Google Play, YouTube e molti altri operatori della distribuzione online, più altre feature smart non consentite da Chromecast.

Android tv

Leggi tutto

Arriva anche in Italia Chromecast, la chiavetta di Google per connettere la tv a Internet

Il mercato italiano delle tv connesse in Rete ha da oggi un nuovo operatore, che si chiama Google e che potrebbe dunque giocare un ruolo importante nello sviluppo di un segmento tecnologico ancora  poco sfruttato dall’industria dell’intrattenimento. È stata infatti appena lanciata anche da noi Chromecast, la chiavetta di Big G che permette di trasmettere sul proprio televisore tutti i contenuti che normalmente si navigano da computer o da dispositivi mobili.

chromecast italia

Leggi tutto

Viacom vs. YouTube: finisce ufficialmente il contenzioso cominciato nel 2007

Pace fatta tra Google e Viacom: la querelle che oppone da ben sette anni il colosso del web e la media company alla fine si è risolta non con una sentenza, bensì con un accordo i cui termini non sono stati rivelati, ma che è comunque  destinato a rimanere storico per quanto riguarda la protezione del copyright in Rete. L’intesa, secondo fonti vicine alle due società, non implicherà alcun esborso economico da parte di Big G, citata in giudizio dalla rivale per un miliardo di dollari a causa delle violazioni al diritto d’autore praticate su YouTube.

youtube-viacom

Leggi tutto

Social Network showdown: Facebook sempre leader nel 2013, ma Instagram cresce più velocemente

Non ci sono state grandi scosse sul podio delle piattaforme social con il maggior numero di iscritti e utenti attivi. Come mette in luce il rapporto annuale della società di ricerca GlobalWebIndex, elaborato in base alle risposte di 170 internauti provenienti da 32 Paesi, nel 2013 Facebook si è confermato il “re” del settore, sia per quanto riguarda gli account, posseduti dall’83% degli intervistati,  sia per utenti attivi (49%) e per frequenza delle visite, con oltre il 56% delle persone che vi si connette più di una volta al giorno. Come già rilevato nel corso degli scorsi mesi, c’è stata negli ultimi due trimestri dell’anno una lieve riduzione nella quota di utenti attivi, scesa del 3%, ma il social network si conferma il più popolare in tutte le aree geografiche (a esclusione ovviamente della Cina) e dimostra una buona tenuta su tutte le fasce demografiche, nonostante il target più attivo si sia recentemente rilevato quello tra i 25 e i 34 anni e non più quello adolescenziale.

social network 2013 - account e utenti attivi

Leggi tutto

Copyright: Google di nuovo nel mirino del fronte antipirateria

La MPAA (la Motion Picture Association of America, che riunisce le sei principali major hollywoodiane) torna all’attacco di Google e degli altri grandi portali Internet sul tema della pirateria. Se circa un anno fa l’associazione ha salutato come un successo l’impegno di Big G a modificare il proprio algoritmo per eliminare dai risultati di ricerca i contenuti offerti in violazione del copyright, ora Hollywood torna a bacchettare la Silicon Valley, sulla scia di uno nuovo studio che dimostrerebbe il ruolo preponderante giocato dai colossi del web nell’alimentare il traffico verso siti “malevoli”.

MPAA violazione copyright

Leggi tutto

Google: come calcolare il successo di un film in base alle sua popolarità tra le ricerche online

L’importanza del web nel campo della promozione cinematografica è indubbia, ma quanto la popolarità di un titolo online può rispecchiare la sua effettiva performance al box office? Secondo Google tra i due fenomeni esiste un legame preciso, che può essere misurato a partire dal volume delle ricerche riguardanti i film effettuate a un certa distanza temporale dalla loro uscita in sala. La tesi è illustrata nello studio “Quantifying Movie Magic with Google Search”, pubblicato ieri sul sito dei Think Insights di Big G e dedicato alla possibilità di elaborare previsioni di incasso affidabili proprio a partire da alcune specifiche attività degli utenti su Internet.

Google box office
Leggi tutto