Tecnologia

Netflix vs Amazon vs iTunes: chi vince la sfida dell’on demand?

Dopo la chiusura di piattaforme come Redbox Instant e Target Tickets, il mercato statunitense del video on demand sembra avviato verso una concentrazione dominata dai leader del settore. Ma chi, effettivamente, tra i big del noleggio e dell’acquisto online vince la sfida per la fedeltà degli utenti? Secondo un’indagine appena pubblicata da Consumer Intelligence Research Partners (CIRP), a godere della maggior frequenza di consumo, con riferimento al pubblico USA, è sicuramente Netflix, con quasi la metà degli utenti che dice di connettersi oltre le 5 volte a settimana e un altro 40% che sostiene di farlo comunque tra le 2 e le 5 volte nello stesso arco di tempo. Anche la formula mista di Amazon, che mescola l’abbonamento (SVOD) di Prime con l’ acquisto o noleggio di singoli titoli (TVOD) di Instant Video, avrebbe però più di un punto di forza.

2015-02-11-chart1-1

Leggi tutto

Google e Mattel resuscitano View-Master

Non sono passate due settimane da quando la direzione di Google ha dovuto ammettere il bisogno di una pausa riguardo allo sviluppo del gadget wearable per eccellenza, i Glass, che il colosso del web è già pronto a lanciare un altro tipo di occhiali, molto particolari. Si tratta del visore stereoscopico View-Master,  o meglio della sua versione digitale, sviluppata insieme al marchio di giocattoli Mattel. Nato nei lontani anni ’30, questo particolarissimo accessorio, simile a una maschera da sub, ha sempre permesso di godere di una forma ante litteram di realtà virtuale, funzionante grazie a diapositive montate su un dischetto rotante.

view-master

Leggi tutto

Smart TV, dati, privacy e advertising: le criticità della futura casa connessa

La diffusione capillare di smartphone e tablet ha già sollevato la questione della riservatezza in un’era di connessione perenne e della messa in rete di una quantità enorme di dati capaci di rivelare, se non proprio informazioni sensibili, quanto meno le abitudini e le preferenze di consumo. Il problema sembra però destinato a ingrandirsi ulteriormente, di pari passo con l’aumento dei dispositivi e delle funzionalità smart, in particolare quelle fruibili nel nucleo domestico. A scatenare il caso, però, non sono state automobili o elettrodomestici in rete, bensì una perenne protagonista del dibattito mediatico come la televisione, nello specifico le apparecchiature Samsung.

Smart house Leggi tutto

Smart tv: arriva il bollino “Raccomandata da Netflix”

I produttori di elettronica di consumo sono ormai da tempo tra i migliori alleati dei servizi OTT che incentivano la fruizione dei prodotti audiovisivi sui dispositivi connessi di ultima generazione: da quelli mobili fino alle tv con collegamento integrato al web. Come annunciato al CES 2015, il popolare Consumer Electronics Show in corso a Las Vegas, a rendere ancora più evidente questa alleanza sta per arrivare addirittura un “bollino” afferente a uno dei principali player internazionali del video on demand come Netflix. Da quest’anno il leader dello streaming ad abbonamento lancerà infatti un suo programma, volto a premiare col marchio “Netflix Recommended TV” gli apparecchi che offrono la migliore esperienza di visione connessa.

Schermata 2015-01-07 alle 17.52.04

Leggi tutto

Realtà virtuale e droni: novità per Hollywood dal CES 2015

Partirà domani la nuova edizione del CES, il Consumer Electronics Show che ogni anno porta a Las Vegas i principali marchi dell’high-tech e le loro ultime proposte per il grande pubblico. Oltre ai dispositivi per il consumo audiovisivo, che influenzano in modo diretto le abitudini domestiche di fruizione di film e video, per questo 2015 la fiera sembra riservare qualche altra novità alle major hollywoodiane sempre alla ricerca di nuovi modi per  attirare e coinvolgere gli spettatori nell’esperienza cinematografica. E cosa c’è di meglio per garantirsi l’attenzione di un avventore della sala se non permettergli di sedere a fianco della sua star preferita?

wild

Leggi tutto

La nuova Mediaset Premium, eletto il cda

Ufficializzata la nascita di Mediaset Premium come società automona dal Gruppo Mediaset: ieri l’assemblea dei soci ha aumentato il capitale sociale a 30 milioni di euro mediante il conferimento da parte di Rti spa del ramo d’azienda costituito dal complesso delle attività “tv a pagamento” con effetto dal prossimo 1 dicembre 2014. Eletto anche il nuovo consiglio d’amministrazione formato da Marco Giordani (presidente), Franco Ricci (amministratore delegato) e dai consiglieri Yves Confalonieri, Enrico Gerardo, Marco Rosini, Simone Sol.

Mediaset-Premium

Leggi tutto

Tv connesse: arriva anche la smartkey di Microsoft

Dopo Google con la sua Chromecast, un altro importante marchio dell’informatica sta per lanciare una chiavetta in grado di collegare la “vecchia” tv a Internet e farne una destinazione da cui visualizzare i contenuti navigati sul web. Si tratta del Microsoft Wireless Display Adapter, piccolo dispositivo da inserire nelle porte HDMI e USB dello schermo televisivo, o  in alternativa di un monitor o di un proiettore, per trasmettere in wireless i contenuti visualizzati da PC o mobile.

Microsoft Wireless Display Adapter

Leggi tutto

Over the top, ricavi per 42 miliardi entro il 2020

Il recente debutto di Netflix in sei nuovi mercati europei, tra cui Francia e Germania, ha messo definitivamente in evidenza il ruolo nell’audiovisivo mondiale degli operatori over the top, quelli cioè che sfruttano il web per offrire contenuti e servizi prima appannaggio di altri canali distributivi, fisici e non. Forte di 50 milioni di iscritti a livello mondiale, il leader americano dello SVOD (subscription video on demand) ha deciso di procedere con l’espansione anche in territori fortemente presidiati dai broadcaster e dai player tradizionali di tv e cinema,  aprendo la strada a quello che molti prevedono sarà un decisivo sviluppo del comparto. In Germania, secondo l’istituto di ricerca Futuresource, il nuovo competitor farà crescere i ricavi dell’on demand digitale del 50% entro l’anno. L’incremento complessivo atteso del settore video è del 2%, per un totale di 6,9 miliardi di euro, e nonostante il maggior contributo al comparto continuerà a venire dalle pay-tv, l’impulso alla transizione dei consumatori verso la visione online di film e serie tv è considerato inequivocabile.

vod

Leggi tutto

Gli italiani? Veri “onnivori digitali” [INFOGRAPHIC]

Il 44% degli italiani è dotato di tutti i principali dispositivi tecnologici necessari per connettersi: non più solo laptop ma anche smartphone e tablet, in un mix high-tech cui si accompagna anche una maggior voracità nel consumo di contenuti online. A rivelarlo è un’indagine di Deloitte svolta tra marzo e aprile 2014 su oltre 2 mila consumatori del nostro Paese, da cui si evidenzia non solo la diffusione dei telefonini di ultima generazione (posseduti dall’85% degli intervistati), ma anche il peso crescente dei tablet, che rispetto al 2013 hanno aumentato di ben il 20% la loro incidenza sulla dotazione tecnologica del campione. Insieme alla penetrazione dei dispositivi aumenta dunque la porzione dei cosiddetti “onnivori digitali”, distribuiti in modo equo tra uomini e donne (il 46% del totale) e tra le diverse fasce d’età. Perfino un quarto dei maturi, dai 67 ani in su, possiede sia tablet che laptop che smartphone,  dato in crescita fino al 52% passando ai millenials (14-24 anni) e che trova la sua massima espressione (54%) nella generazione X, cioè i primi alfabeti digitali tra i 31 e i 47 anni.

Deloitte onnivori digitali
Leggi tutto

Google: arriva l’Android Tv… e molto di più

Se i dispositivi mobili come smartphone e tablet ci hanno traghettato verso un’esistenza sempre più connessa, Google è pronta a completare la rivoluzione trasferendo online praticamente ogni parte del nostro ambiente di vita. Non è uno scenario fantascientifico ma quanto prospettato con entusiasmo ieri, in occasione della conferenza annuale dedicata ai programmatori. L’esito è semplice: Android arriverà presto sui vostri schermi, o meglio, su qualsiasi schermo possiate pensare di avere nelle vicinanze, da quello dell’orologio da polso (Android Wear, supportato da G Watch di LG e Gear Live di Samsung) a quello della macchina (Android Auto, in arrivo nel corso dell’anno). Ma soprattutto, Android arriverà sul piccolo schermo, con una mossa a lungo tentata dal colosso del web,  ma che stavolta sarà concretizzata grazie a nuove partnership con “aziende di elettronica di consumo” la cui identità, tuttavia, sarà rivelata solo più avanti. L’unica cosa che si sa per certo, è che Android TV offrirà un’esperienza in tutto e per tutto simile a quella mobile, e sarà utilizzabile nel salotto di casa tramite set-top box o integrata direttamente nell’apparecchio televisivo.

android-tv

Leggi tutto