Online

Oltre 150 milioni di download per Sky on Demand

Sky On Demand ha superato i 150 milioni di titoli scaricati dal lancio, avvenuto a luglio del 2012. Un traguardo significativo, che dà la misura di come il servizio sia ormai entrato nelle abitudini di visione delle famiglie Sky che hanno collegato il proprio My Sky alla rete e che, con la massima semplicità, vivono liberamente il proprio intrattenimento, scegliendo in ogni momento quali programmi vedere e quando farlo. Il servizio, fruibile attraverso il decoder My Sky HD è stato attivato da circa 1.3 milioni di abbonati, la più ampia platea televisiva connessa a servizi on demand in Italia. Gli abbonati hanno così accesso a una videoteca di oltre 2.500 titoli di cinema, serie tv, intrattenimento, documentari e programmi per bambini, da scaricare in pochi secondi sul proprio decoder e da vedere in qualsiasi momento.

sky_on_demand

Leggi tutto

Il VOD di Wuaki arriva anche in Germania e in 4k: Italia alle porte?

Non solo Netflix: con meno clamore rispetto al concorrente americano ma in linea con le tempistiche preannunciate in estate dai vertici dell’azienda, il servizio di video on demand Wuaki.tv sta procedendo con l’espansione europea e, dopo aver aggiunto la Francia a Spagna e Regno Unito, ieri ha ultimato il debutto in Germania, forte anche di un’offerta in Ultra HD ancora poco diffusa nel Vecchio Continente. Controllata dal colosso giapponese dell’eCommerce Rakuten, la piattaforma dovrebbe inoltre ampliare la propria presenza anche all’Italia, come anticipato da diversi rumor, per poi continuare il roll-ou in altri territori europei e proporsi dunque quale player di primo piano del mercato video over the top, accanto alla nota produttrice di House of Cards e Amazon. La notizia del debutto tedesco, in particolare, è stata accompagnata da quella di un’estensione del catalogo in 4k al nostro Paese già nelle prossime settimane, con una mossa che porterebbe una discreta ventata di internazionalità in un settore dominato dai nuovi operatori legati ai broadcaster, Sky Online e Infinity di Mediaset.

wuaki-tv

Leggi tutto

Europa vs. Google: atteso il voto del Parlamento UE

Net neutrality, privacy, pirateria, diritto all’oblio, Big Data: per quanto sia nato senza briglie e difficile da imbrigliare se non con pratiche illiberali degne di una dittatura di Stato, è difficile negare come la crescente rilevanza del web quale canale di comunicazione e distribuzione di contenuti e servizi comporti una sfida per i sistemi di regolamentazione tradizionali. Sono ormai cinque anni che la Commissione Europea indaga sulla possibilità che il ruolo preponderante di Google nella navigazione online configuri un abuso di posizione dominate e sulle eventuali misure da adottare per impedire un monopolio in contrasto con le norme comunitarie in materia di concorrenza. La portata e la complessità della questione è evidente, ma ora un’accelerazione del processo decisionale potrebbe essere determinata dal Parlamento UE, che voterà domani una mozione per chiedere lo scorporo del motore di ricerca dagli altri servizi offerti dal colosso di Mountain View, così come da tutti i soggetti operanti nello stesso settore in Europa.

google-fiber-austin

Leggi tutto

Nuova partnership strategica per i Maker Studios

Proprio in prossimità delle feste Natalizie, nuova partnerhip strategica per i Maker Studios, il network multicanale di YouTube, produttore e distributori di contenuti video, acquistato da Disney qualche mese fa. I Maker Studios hanno infatti stretto un accordo con cinque popolari canali YouTube di recensioni di giocattoli: DisneyCarToys, HobbyKidsTV, TheEngineeringFamily, ToysReviewToys e AllToyCollector, fra i 40 canali più importanti al mondo (DisneyCarToys è il secondo a livello globale con più di 1,1 milioni di iscritti). Insieme attraggono oltre 300 milioni di visite al mese per i loro video.

Disney Maker Studios

Leggi tutto

Amazon, nel 2015 un nuovo servizio VOD gratuito?

La notizia, dopo alcune indiscrezioni nei mesi scorsi, giunge dal New York Post: Amazon starebbe per lanciare nelgi Stati Uniti, nel 2015, un nuovo servizio VOD, separato dal servizio Prime Instant Video (che attualmente costa 99 dollari all’anno). La nuova offerta dovrebbe essere gratuita o comunque proposta a un prezzo molto ridotto e, soprattutto, dovebbe basarsi sull’inclusione di annunci pubblicitari. Una mossa che permetterebbe a Amazon, secondo alcuni analisti di sferrare una seria sfida a Netflix e Hulu.

Amazon Prime Instant video on demand Leggi tutto

Le abitudini degli spettatori secondo Google

Nel 2013 il 68% dei Nordamericani (statunitensi e canadesi) pari a 228,7 milioni di persone, sono andate almeno una volta al cinema  e l’11% di loro ci sono andati almeno una volta al mese (dati MPAA). Per scandagliare le ragioni che portano questo tipo di spettatori (e non i più assidui cinefili) a scegliere il film da vedere Google ha condotto recentemente uno studio con Millward Brown Digital (lo trovate integralmente QUI).

Schermata 2014-11-22 alle 13.44.03

Leggi tutto

Tv connesse e banda larga: l’Italia ancora in ritardo rispetto alla UE

La scarsa penetrazione della banda larga, come ormai sappiamo, è una delle principali motivazioni che continua a tenere lontani dal nostro Paese grandi operatori internazionale del video on demand come Netflix. La misura esatta di questa criticità strutturale è offerta dal Rapporto I-Com 2013 su Reti e Servizi di Nuova Generazione, presentato ieri a Roma e incentrato sia sui temi della connettività, sia sullo stato di un settore centrale nel processo della convergenza mediatica quali le tv connesse in rete.

Schermata 2014-11-20 alle 12.03.41 Leggi tutto

Lucisano Media Group si rafforza su You Tube

Lucisano Media Group (che controlla la società di produzione e distribuzione cinematografica Italian International Film) ha stretto un accordo con Yam112003, player certificato da YouTube come Multi Channel Network, per il trattamento dei diritti audiovisivi su YouTube. L’accordo affermal a società in una nota «mira da un lato a riconoscere a LMG la possibilità di monetizzare le clip di proprie produzioni pubblicate sulla piattaforma da altri utenti, attraverso l’inserimento di contenuti pubblicitari, e dall’altro a proteggere dalla pirateria i contenuti di proprietà di Lucisano Media Group presenti sul portale»

Schermata 2014-11-14 alle 11.09.28

Leggi tutto

Tv connesse: in Italia 5,9 mln di esemplari per un business da 35 mln di euro

Entro la fine di quest’anno, saranno 5,9 milioni gli apparecchi televisivi con accesso a Internet in Italia, cioè il 40% in più rispetto al 2013. Poco più di un terzo (35%) sarà però effettivamente usato in modo connesso, evidenziando una certa lentezza nel processo di convergenza che, a livello mondiale, sta portando anche il piccolo schermo domestico a sposare progressivamente l’online. A rendere note le cifre è l’Osservatorio New Media & New Internet del Politecnico di Milano, in un’analisi dedicata al mercato italiano della fruizione on demand tramite tv connessa.

Connected TV

Leggi tutto

Il British Film Institute rafforza il proprio servizio VOD

Il British Film Institute ha deciso di rafforzare a ampliare il proprio servizio di video on demand (BFI Player), lanciato un anno fa. A seguito di una consultazione approfondita con 1.000 utenti di BFI Player, l’aspetto, il layout e la quantità di nuovi contenuti sono stati oggetto di miglioramenti che verranno lanciati nelle prossime settimane.

Schermata 2014-11-06 alle 12.39.36

Leggi tutto