Online

Pirateria, oscurati dalla GDF 124 siti di streaming

Sono 124 i siti che offrivano illegalmente in streaming live e on demand contenuti coperti da copyright, che la Guardia di Finanza ha oscurto in seguito a un’operazione chiamata Match off. I finanzieri del Nucleo Speciale Frodi Tecnologiche hanno avviato un’attività di controllo grazie a una denuncia di Sky Italia. Le indagini sviluppate con la collaborazione del Nucleo Speciale Radiodiffusione Editoria, hanno consentito di verificare come i siti in questione, tutti con “sede” all’estero, « trasmettessero numerosi eventi sportivi ed interi campionati di più discipline sportive, nonché concerti musicali e numerosissime opere cinematografiche e televisive senza possedere i relativi diritti, appartenenti a molteplici operatori delle TV a pagamento e non, nazionali ed estere» è spiegaot in una nota della Guardia di Finanza

pirate-flag

Sempre più film per Netflix, accordo con i fratelli Duplass, re del cinema indie

Netflix continua nella politica di assicurasi contenuti esclusivi a livello cinematografico per la propria piattaforma di SVOD attraverso accordi diretti con star e produttori. Dopo l’accordo con Adam Sandler annunciato a ottobre, grazie al quale la società di è aggiudicata l’esclusiva di 4 film prodotti dalla casa dell’attore (la Happy Madison Productions), Netflix ha raggiunto un’intesa anche con i fratelli Mark e Jay Duplass. I due, registi e produttori affermati e richiestissimi nel mondo del cinema indipendente americano, realizzaranno quattro film che saranno distribuiti da Netflix a breve distanza dal passaggio nelle sale cinematografiche.

netflix

Leggi tutto

L’audiovisivo in Europa: i dati 2013 dell’osservatorio europeo

Compie 20 anni il rapporto annuale sul settore audiovisivo in Europa redatto dall’European Audiovisual Observator, che ha appenna pubblicato le’dizione relativa al 2013.  del suo Yearbook: Television, cinema, video and on-demand audiovisual services. I dati relativi ai territori dell’area europea analizzati (circa 40 nazioni), hanno evidenziato che il 2013 è stato un anno di stagnazione per molti comparti: il mercato ha generato entrate pari a quasi 133 miliardi di euro (-0,4% rispetto al 2012).

Yearbook

Leggi tutto

Netflix a quota 57,4 milioni di utenti nel 2014. E adesso arriva The Interview

Netflix ha reso noti i risultati fiscali relativi all’ultimo trimestre del 2014: a livello di sottoscrizioni la società ha quadagnato soltato nell’ultimo trimestre 4,33  nuovi utenti (1,9 milioni negli Stati Uniti e 2,43 internazionalmente), 13 milioni in tutto il 2014 arrivando a un totale, nel mondo, di 57,4 milioni di utenti. E le aspettative per il 2016 sono ancora di crescita prevedendo di raggiungere quota 61,4 milioni complessivi (con 4,05 nuovi utenti solo nel primo trimestre del 2015). Con un’annotazione: mentre negli Stati Uniti Netflix si sta stabilizzando e la crescita di nuovi clienti sta decelerndo, l’espansione in nuovi territori guida l’incremento delle sottoscrizioni. Anche i numeri finanziari mostrano tutti il segno “+”: nel trimestre in questione la società ha raggiunto un fatturato di 1,484 miliardi di dollari (con ricavi netti pari a 83 milioni), +26% rispetto al trimestre corrispondente del 2013 con un fatturato di 1,175 miliardi per ricavi pari a 48 milioni.

netflix online

Leggi tutto

Su Playstation arriva Powers, la prima serie live action per la console

Debutterà il 10 marzo, con i primi tre episodi dei 10 realizzati, Powers la prima serie live action reslizzata da Sony in esclusiva per la console PlayStation. La serie è basata sull’omonima serie a fumetti americana realizzata da Brian Michael Bendis e Michael Avon Oeming. La vicenda è quella di due detective della squadra omicidi impegnati a risolvere i delitti di alcuni criminali dotati di superpoteri.

powers

Leggi tutto

Amazon Studios produrrà film per le sale e per il VOD (con finestra corta)

Amazon Studios ha annunciato che comincerà a produrre e ad acquistare film sia per la distribuzione nelle sale cinematografiche che per la distribuzione in online attraverso il suo servizio VOD Amazon Prime Instant Video prevedendo una window molto corta. Mentre tradizionalmente i film hanno una finestra in Usa dalle 39 alle 52 settimane prima di essere distribuiti nei canali VOD, i film Amazon Original debutteranno su Prime Instan Video negli Stati Uniti solo 4 settimane dopo l’uscita theatrical.

amazon-studios-thumb Leggi tutto

Corcoran (NATO), “Con The Interview niente è cambiato per il VOD”

Molto si è scritto e si è detto sul “caso” The Interview, il film Sony boicottato dagli hacker responsabili dell’attacco informatico alla major che la stessa major ha seciciso di distribuore simultaneamente sia nelle sale (in un numero ristretto di schermi indipendenti) sia in VOD su alcune piattaforme selezionate: Incassando rispettivamente 5,9 milioni e 31 milioni di dollari (al 7 gennaio). Il film, è stato sostenuto da più parti compreso Ted Sarandos (Netflix), potebbe diventare un esempio di come si comporta un grande film quando vengono offerte diverse modalità distributive. Ma Patrick Corcoran Vice President e Chief Communications Officer della Nationa Theater Association of America /l’associazione dell’esercizio americano), sostiene, in un articolo pubblicato sul magazine dell’associazione Boxoffice che in realtà con The Interview niente è cambiato riguardo ai modelli distributivi dei film.

the interview

Leggi tutto

Vessel: in arrivo il rivale di YouTube che cambierà il VOD?

La partenza era attesa entro il 2014 e siamo perciò un po’ in ritardo rispetto a quanto previsto dall’industria, ma rimane comunque alto l’interesse rispetto a Vessel: un nuovo operatore di video on demand che dovrebbe nascere a breve per volere di Jason Kilar, ex CEO di Hulu, e che intende dichiaratamente far concorrenza a YouTube e al suo modello di business ritenuto poco remunerativo per i creatori di contenuti. L’apertura di una nuova piattaforma per la fruizione legale di video non è di per sé gran cosa, ma gli illustri precedent di Kilar e il modello di business perseguito, unito alle crescenti polemiche sulla “staticità” dell’hub video di Google, rendono Vessel un’operazione effettivamente fuori dell’ordinario.

images0.vessel-static

Leggi tutto

Web alla conquista dell’audiovisivo: Allen per Amazon, Wong Kar-Wai per Alibaba

Non ci sono solo le cifre sborsate per aggiudicarsi i diritti sui film e le serie tv più popolari, che superano già i 5 miliardi di dollari all’anno nei soli Stati Uniti: i giganti del web e gli OTT ormai sembrano destinati ad affermarsi quali referenti di primo piano nella produzione audiovisiva, anche su scala mondiale e con nomi che hanno poco da invidiare alla “vecchia” industria dell’entertainment. Dopo la vittoria di un Golden Globe con il suo serial comico Transparent, ieri Amazon ha annunciato un nuovo progetto originale di alto profilo, firmato da un regista che di commedia brillante ne sa qualcosa come Woody Allen.

woody-allen_2324414b

Leggi tutto

I film più scaricati da iTunes: la Top 10 del 12 gennaio

1testata (3)

Eccoci a un nuovo appuntamento con la classifica dei titoli più forti sulla piattaforma on demand di Apple. La novità più interessante non sit rova in cima alla top 10 bensì al nono posto, dove fa la sua comparsa The Grand Budapest Hotel, fresco di Golden Globe come miglior commedia, che potrebbe essersi avvantaggiato dell’attenzione canalizzata sui candidati ai popolari premi assegnati dai rappresentati della stampa straniera negli Stati Uniti. Al numero uno si colloca invece un titolo di genere molto diverso, l’action-comedy Bastardi in divisa, seguita dal thriller Nessuno è al Sicuro con il duo  Denzel Washington - Ryan Reynolds.

Leggi tutto