Online

Movieland, giovani filmmaker promuovono il territorio

È stato presentato questa mattina al Festival di Roma, presso la sala Rai Movie, il progetto Movieland, ideato dalla Roma e Lazio Film Commission in collaborazione con il Roma Web Fest e l’Associazione Nazionale Creativi e Filmmaker. L’idea è quella di creare un portale permanente per la promozione del territorio italiano attraverso contest che affrontino tematiche differenti (l’arte, i mestieri, food and wine, le bellezze naturali, le leggende…).

Schermata 2014-10-20 alle 13.52.28

Leggi tutto

Online il nuovo sito dell’AGIS

Restyling per il sito internet dell’AGIS (l’Associazione Generale Italiana dello Spettacolo). È online infatti all’indirizzo www.agisweb.it il nuovo sito, ottimizzato per essere visualizzato anche in versione mobile, e suddiviso per aree tematiche, alcune pubbliche e altre riservate ai soci Agis.

Schermata 2014-10-15 alle 14.23.21

Leggi tutto

Nexus Player, ecco l’Android TV

Che non si dica che Google non mantiene le promesse: annunciata ufficialmente a giugno è già pronta a fare il suo ingresso sul mercato Android TV, lo standard con cui il colosso di Mountain View intende ritagliarsi una larga fetta del settore delle tv connesse in rete. A dare il via alla corsa è un nuovo set-top box realizzato dalla taiwanese Asus, il Nexus Player, con cui i consumatori americani potranno collegare il piccolo schermo al web e fruire dell’offerta di Netflix, Hulu Plus, Google Play, YouTube e molti altri operatori della distribuzione online, più altre feature smart non consentite da Chromecast.

Android tv

Leggi tutto

Netflix: trimestrale sotto le aspettative e “inevitabile” scontro con HBO

Il CEO Reed Hastings lo va ripetendo da 3 anni e l’intera strategia recente di Netflix sembra essere stata tarata su questo preciso momento: quello in cui i colossi della tv tradizionale si sarebbero aperti ai nuovi modelli di distribuzione digitale, scendendo sullo stesso campo di gioco degli over the top. Così alla notizia che HBO è intenzionata  a lanciare negli USA, a stretto giro, un portale di video on demand indipendente dalla sua attività di pay-tv, il leader locale dello streaming ad abbonamento non si è scomposto, indicando nella lettera trimestrale agli azionisti come “inevitabile e sensato” lo scontro con il nuovo competitor.

house-of-cards-game-of-thrones

Leggi tutto

HBO fa il salto: on demand online (senza abbonamento tv) dal 2015

La notizia era attesa da tempo dai fan di tanti popolari serial: l’emittente americana a pagamento HBO lancerà nel 2015 (nei soli Stati Uniti) un servizio di video on demand online sganciato dall’abbonamento alla pay tv, aprendosi così a quella fascia di utenti interessati alla visione tramite internet,  ma non a quella “lineare”, cioè via cavo, satellite o altri canali di diffusione tradizionali. La mossa, che potrebbe finalmente portare al pubblico della rete in modo puntuale e legale titoli come Game of Thrones, GirlsBroadwalk Empire, è stata a lungo rimandata nonostante le proteste degli internauti, che qualche anno fa hanno addirittura lanciato una petizione sul web a tal proposito, e nonostante gli altissimi livelli di pirateria registrati a ogni nuova messa in onda delle serie più popolari. Stavolta però la tv sembra davvero pronta a fare il balzo e sganciare il suo servizio di streaming, HBO Go, dal pacchetto pay, anche se non sono state ancora rivelate le condizioni, i prezzi e il catalogo della nuova offerta, “per non dare troppo vantaggio ai competitor” come ha spiegato il CEO Richard Plepler.

Game-of-Thrones-quarta stagione

Leggi tutto

SoftBank acquista il sito di streaming video DramaFever

Dopo l’investimento in Legendary Pictures il colosso finanziario giapponese SoftBank continua la sua espansione. Questa volta ha acquistato il sito di streaming video DramaFever, uno dei maggiori al mondo con contenuti provenienti da 70 network di Asia, Europa e America (del Nord e del Sud) con una library di circa 700 titoli e 15.00 oepisodi.

Schermata 2014-10-15 alle 10.17.41

Leggi tutto

Netflix: svecchieremo l’antiquato sistema delle finestre

Raddoppiare l’offerta nei nuovi mercati europei entro i prossimi 12 mesi, preparare lo sbarco nell’area asiatica e svecchiare il sistema distributivo cinematografico, fermo a quasi 50 anni fa. Puntuale e ambizioso come sempre il programma di Netflix, servizio leader nel video on demand ad abbonamento (SVOD), che ha ribadito i propri obiettivi strategici per voce del suo responsabile dei contenuti, Ted Sarandos, intervenuto oggi al Mipcom, il mercato dei prodotti di intrattenimento di Cannes.  Tra gli argomenti più caldi affrontati, ovviamente ,quello delle window che regolano l’uscita dei film sulle diverse piattaforme di sfruttamento: oltre ad aver  scatenato l’opposizione degli esercenti americani per l’uscita day-and-date in sala e online de La Tigre e il Dragone 2, il portale di streaming ha appena portato a casa un accordo per distribuire direttamente sul web quattro nuovi film del popolare attore comico Adam Sandler. Entrambe mosse che colpiscono al cuore l’industria cinematografica e il suo modello di business e che, sottolinea Sarandos, non mirano a “uccidere le finestre” e la cronologia dei media, ma a “restituire scelta e opzioni” a consumatori sempre più connessi e sempre più via mobile.

netflix-movies

Leggi tutto

Maker Studios da YouTube alla tv grazie a Disney

Quando Disney ha acquistato per oltre mezzo milione di dollari il network multicanale di YouTube Maker Studios, l’intenzione sembrava soprattutto quella di sfruttarne la forte presenza sul web per farne una piattaforma di distribuzione indipendente dal portale di Google e incentrata sulla molteplicità dell’offerta audiovisiva della major. L’obiettivo era emerso anche dalle parole del CEO Bob Iger, che dopo l’accordo aveva commentato “possiamo fare in modo che Maker migliori la distribuzione e la portata di forme brevi di audiovisivo usando quei personaggi e quelle storie”, riferendosi ai diversi brand e franchise gestiti dalla compagnia. Per ora il percorso sembra tuttavia procedere al contrario, non è tanto la tv (o il cinema) che sta andando verso il web, ma il web che fa irruzione nella tv. Negli ultmi due giorni sono state annunciate infatti una serie di collaborazioni che porteranno i contenuti e le star di Maker su diversi canali legati a The Walt Disney Comapany, da Disney Channel a Disney XD e Fusion.

Disney Maker Studios

Leggi tutto

Corea del Sud, Warner lancia i film in streaming (e non al cinema)

La Corea del Sud è teatro di sperimentazioni per quanto riguarda le modalità di distribuzione cinematografica. Warner Brothers Korea, la filiale coreana della major hollywoodiana ha in programma di distribuire in streaming alcuni titoli senza lanciarli nel mercato theatrical, a partire dal 16 ottobre. I film quindi non usciranno nelle sale, ma saranno offerti unicamente dai principali servizi di streaming del paese.

Insieme per forza Adam Sandler Drew Blyth Barrymore foto dal film 2

Leggi tutto

Sky investe sui video online di Pluto.tv

500 mila dollari in arrivo per la tv online che riorganizza l’offerta gratuita di YouTube in canali tematici, dai più classici a quelli più strambi come quello dedicato unicamente alla canzone Happy di Pharell Williams. L’aggregatore di contenuti si chiama Pluto.tv mentre il suo nuovo finanziatore è nientemeno che l’emittente satellitare inglese BSkyB, interessata a quanto pare a incrementare la propria presenza nel campo dei video online, in particolare di video organizzati secondo un modello televisivo.

Schermata 2014-10-13 alle 16.17.10

Leggi tutto