Media

1992 La serie parte bene su Sky

Era molto attesa e l’esordio martedì sera su Sky, in conteporanea ad altri 4 paesi (Germania, Austria, Regno Unito e Irlanda) ha registrato un risultato più che soddisfacente per il gruppo televisivo: la serie 1992 è stata infatti seguita  su Sky Atlantic HD, Sky Cinema 1HD e su Sky On Demand da 725mila spettatori medi, un dato superiore all’esordio di un’altra serie Sky molto amata, Gomorra che al debutto lo scorso anno totalizzò 640mila spettatori. Un dato particolarmente significativo è rappresentato dalla visione su Sky On Demand, caratterizzata da una permanenza record del 93%. E un dato molto maggiore a quello di una serie americana di stampo politico considerata di culto come House of Cards la cui ultima stagione ha debuttato con 130mila spettatori per il primo episodio e con 118mila spettatori per il secondo.
1992

Leggi tutto

USA: il 40% delle famiglie ha un abbonamento SVOD [INFOGRAPHIC]

La crescita dei servizi di video on demand ormai costituisce a malapena una notizia, ma stavolta le cifre che provengono da Nielsen, leader USA nella misurazione dell’audience televisiva, sono di quelle significative. Stando alle ultime rilevazioni condotte sulle famiglie americane, il numero delle case con un abbonamento al video on demand ha raggiunto il 40,3% del totale, superando così la quota di chi, al contrario, pur avendo una connessione a banda larga non possiede alcuna sottoscrizione a servizi di questo tipo (35,2%). Sembra inoltre ancora molto ampio il margine di espansione degli OTT, nella misura in cui quasi un quarto delle case ancora non gode di Internet super veloce.

SVOD-closer-look-wirepost

 

Leggi tutto

Dopo Vine anche YouTube punta sull’infanzia: arriva l’app Kids

Un’applicazione dal design semplice e morbido, con quattro sezioni facilmente navigabili con pochi scroll e un timer per stabilire il tempo di visione. Stiamo parlando di YouTube Kids, un nuovo servizio mobile, staccato dal portale video generalista, che la controllata di Google dice di aver sviluppato per rispondere alle richieste provenienti dal pubblico dei genitori e alla loro esigenza di offrire ai più piccoli un intrattenimento sì online, ma più mirato e adatto al target infantile. Ecco così l’arrivo della nuova applicazione, che debutterà lunedì 23 febbraio in occasione del Kidscreen Summit e, almeno inizialmente, per i soli dispositivi Android.

YouTube_Kids

Leggi tutto

Rai Pubblicità con UCI: nasce Digital Cinema Network

Molte le novità presentate ieri a Milano da Rai Pubblicità, la concessionaria pubbliciataria del network pubblico. A iniziare dal settore cinematografico, campo in cui la concessionaria ha annunciato la nascita nel nuovo circuito Digital Cinema Network scaturito dall’accordo con UCI Cinemas che prevede la vendita congiunta di spazi pubblicitari nelle sale cinematografiche di ciascuna concessionaria.  L’intesa darà vita a un network di circa 900 schermi  per 130 strutture, con 34 milioni di visitatori e una quota di mercato del 45%.

Schermata 2015-02-19 alle 10.18.14 Leggi tutto

Musica & Streaming. In Italia arriva Tidal

Il mercato della musica offerta in streaming da oggi ha un nuovo concorrente in Italia: si chiama Tidal a da oggi, appunto, sbarca nel nostro paese (e in altri 21 mercati nel mondo). Molto simile a Spotify come interfaccia con l’utente (e compatibile sia con Windows e con Mac) Tidal tuttavia porta con sé una grossa novità. Si tratta infatti del primo servizio che offre file in qualità superiore: le canzoni sono infatti proposte in formati lossless Flac e Alac a 44.1kHz e 16 bit (ovvero formati non compressi, senza perdita di dati) per una qualità d’ascolto superiore che dovrebbe essere pari a quella offerta dai supperti digitali come il CD, al contrario dei più diffusi servizi di download (iTunes, Amazon) o streaming (Spotify) che di basano su formati mp3.

Tidal

Leggi tutto

Mercato pubblicitario in calo del 2,5% nel 2014. Cinema -18,2%. I dati Nielsen.

Il mercato degli investimenti pubblicitari nel 2014 chiude a -2,5%, in perdita di 158 milioni rispetto al 2013 che si era chiuso a -12,3% rispetto all’anno precedente: 6,2 miliardi di euro contro i 6,3 registrati nel 2013. I dati Nielsen relativi all’anno appena concluso evidenziano per il settore cinema in particolare, un calo del 18,2% (il dato pià negativo dei mezzi considerati), passando da oltre 29 milioni a 24 milioni di euro.  «Il decremento del 2014 è il più contenuto degli ultimi quattro anni» ha spiegato Alberto Dal Sasso, Advertising Information Services Business Director di Nielsen e da gennaio anche Nielsen Television Audience Meausurement Managing Director. «Se aggiungiamo le stime degli investimenti sulla totalità del digital che attualmente non misuriamo mensilmente, vale a dire video, social e search advertising, il mercato chiude a -0,4%».

Schermata 2015-02-12 alle 11.26.03

Leggi tutto

Alibaba Pictures si accorda con Shenzhen Media per produrre serie tv legate all’e-commerce

L’unità cinematografica di Alibaba, colosso cinese dell’e-commerce ha stretto con il gruppo di entertainment Shenzhen Media  (la sesta maggiore società del paese) un accordo per produrre serie Tv collegate allla piattaforma e-commerce di Alibaba. «Alibaba Pictures  è uno dei pochi produttori di contenuti che ha sia vantaggi online che offline» ha dichiarato Zhang Qiang, CEO di Alibaba Pictures. «Alibaba Pictures trasformerà e aggiornerà i tradizionale modello di produzione tv. La produzione e la distribuzione di contenuti, innestata sulle risorse eàcommerce di Alibaba, consentirà un business vincente tra le società di produzione, i broadcaster e i consumatori».

Alibaba_Group_Logo-vector-image copy Leggi tutto

SnapperHero: dal web serial all’app-serial per Snapchat

Se ormai le web series sono un fenomeno ben consolidato sia a livello di audience che di meccanismi produttivi, questa forma di intrattenimento sembra già pronta per procedere verso il suo prossimo step evolutivo, vale a dire un contenuto seriale pensato per la distribuzione via app mobile. Un esempio? La nuova serie SnapperHero, finanziata nientemeno che dal colosso telefonico AT&T per debuttare su Snapchat, il servizio di messaggistica online dove le comunicazioni scambiate via chat scompaiono dopo 10 secondi dalla visualizzazione e che spopola in particolare tra gli adolescenti.

snapchatlogo

Leggi tutto

Trimestre record per Apple

Proprio mentre sono iniziate le riprese, a San Francisco di Steve Jobs, il film biografico targato Universal diretto da Danny Boyle e incentrato sull’ex CEO della Apple, intepretato da Michael Fassbender (trovate altre info sul progetto qui) la società di Cupertino ha reso noti i risultati fiscali relativi all’ultimo trimestre (con termine al 27 dicembre 2014), risultati che sono più che positivi, rimarcando un nuovo record: Apple ha infatti registrato 18 miliardi di dollari di ricavi con un fatturato pari a 71,6 miliardi, il miglior risultato trimestrale mai raggiunto nella sua storia. Il trimestre corrispondente dello scorso anno aveva infatti registrato 57,6 miliardi di fatturato con ricavi pari a 13,1 miliardi.

apple

Leggi tutto

Francia, Carrefour si lancia nel VOD con Nolim Films

Se c’è spazio per Netflix, ce ne deve essere anche per la versione online dei videostore della grande distribuzione: il mercato dell’on demand francese continua a espandersi, e lo fa tramite la nota catena di supermercati Carrefour che ha deciso di far debuttare un nuovo portale web per l’acquisto e il noleggio di film e serie tv. Il servizio si chiama Nolim Films e mira a competere con le formula ad abbonamento del noto operatore americano sia con l’offerta di nuove uscite non disponibili in SVOD, sia con una forte integrazione con Ultraviolet, cioè il sistema che permette di vedere sul web i titoli già acquistati in DVD e Blu-ray.

Carrefour nolim films

Leggi tutto