Digitale

Tv connesse: 22 milioni di smart tv attive negli USA

Da 13 a 22 milioni nel corso di un anno: stando alle ultime stime dell’NPD Group, sono cresciute del 69% le tv con accesso diretto al web installate e attive negli Stati Uniti a fine 2014, vale a dire più dei lettori smart di DVD e Blu-ray presenti nel Paese (20 milioni di esemplari), che si avviano a essere superati non solo in numero ma anche nelle abitudini di un consumo audiovisivo sempre più improntato all’on demand e allo streaming.

bluraycontvdevicechart

Leggi tutto

Banda larga, varato il Piano del Governo: 50% di copertura a 100 Mega entro il 2020

Il  Governo ha dato il via libera al piano per lo sviluppo della banda ultralarga. Lo ha annunciato il il sottosegretario alla presidenza del consiglio, Graziano Delrio, al termine del Consiglio dei Ministri. Il piano prevede la copertura fino al 50% della popolazione a 100 Mbps (Megabit per secondo) entro il 2020 e il raggiungimento della connessione a 30 megabit per l’intera popolazione sempre entro il 2020. L’intero piano prevede un investimento pubblico complessivo pari a oltre 6 miliardi, che dovrà fungere da volano per gli investimenti privati  per un totale di risorse impiegate superiore ai 12 miliardi.

bandalarga

Leggi tutto

Google vs. MPAA: le major colpevoli di lobbying

Nonostante una crescente intesa su temi come l’indicizzazione dei siti “pirata”, rimangono vivi gli attriti tra Hollywood e i principali operatori del web, nella fattispecie Google, che dopo la vittoria di una causa durata sette anni con Viacom ha ora messo a segno un altro colpo non indifferente nei confronti degli Studios. Il colosso di Mountain View ha ottenuto dalla giustizia federale statunitense un’ingiunzione contro un pubblico ministero del Mississipi, Jim Hood, che avrebbe citato in giudizio la compagnia sotto l’effetto dell’attività di lobbying dell’MPAA, la Motion Picture Association of America.

650_1000_google-sign-9

Leggi tutto

Net neutrality: la battaglia non è ancora finita?

Ufficialmente si tratta di un passo storico nella regolamentazione del web, anche se le conseguenze e lo scenario aperto dalla nuova normativa USA in materia di net neutrality devono ancora dispiegarsi in tutta la loro portata. Cos’è successo a livello legislativo è facile da riassumere: giovedì scorso la Federal Communications Commission (FCC) statunitense si è pronunciata nel senso di classificare Internet come un servizio essenziale, facendo perciò rientrare i suoi fornitori gli, ISP, in un regime regolatorio volto a garantire condizioni paritarie di accesso alla rete per tutti gli operatori, dai più piccoli ai più grandi. Una decisione non scontata in un mercato come quello statunitense, e occidentale in generale, dove spesso i soggetti che gestiscono l’infrastruttura sono integrati verticalmente con alcuni dei principali provider di contenuti.

2015-net-neutrality-announcement2

Leggi tutto

Twitter Cinema Tags & #BoxOfficeItalia: continua l’effetto Oscar per #Birdman

Grande premiato degli #Oscar2015 e delle preferenze dei social network:  Birdman, il titolo diretto da Alejandro González Iñárritu vincitore di 4 statuette, tra cui Miglior Film e Miglior Regia, continua a dominare la classifica cinematografica italiana di Twitter, aggiudicandosi il 32% dei cinguettii postati nella settimana tra il 24 febbraio e il 2 marzo. A rivelarlo è la nostra infografica interattiva Twitter Cinema Tags, che come sempre ci permette di confrontare cos’è successo sulla piattaforma di micro-blogging e al botteghino.

Schermata 2015-03-02 alle 11.11.06

Leggi tutto

The Interview disponibile da oggi in VOD (su Chili e iTunes)

Anche nel nostro paese The Interview, la commedia interpretata da Seth Rogen e James Franco al centro di un caso diplomatico tra Stati Uniti e Corea del Nord nelle scorse settomane, viene distribuito in digital download. Il film da oggi è infatti disponibile su Chili,  piattaforma italiana indipendente di download e streaming digitale legale, che lo propone a noleggio al prezzo speciale di 1 euro (9.99 per l’acquisto, mentre per la versione HD i prezzi sono 4,99 euro (noleggio) e 10,99 euro (acquisto). La pellicola è disponibile anche su iTunes al prezzo di 4,99 euro per io noleggio (e 9,99 per l’acquisto).

Schermata 2015-02-27 alle 11.06.43

Leggi tutto

Internet: Tre miliardi di persone connesse (il 40% della popolazione mondiale)

In questi primi mesi del 2015 il numero di persone connesse a Internet nel mondo toccherà quota 3 milioni, ovvero (solo) il 40% dell’intera popolazione mondiale. E’ uno dei dati apparsi nello studio di Internet.org ‘The State of Global Connectivity’, ovvero il progetto di Facebook che si prefigge di portare Internet nelle aree svantaggiate del mondo. Lo studio rivela infatti che gran parte delle persone attualmente non connesse a Internet (il 94%) vivono in paesi in via di Sviluppo: tali paesi hanno una percentuale di “connessione” della popolazione del 32% contro il 78% dei paesi economicamente avanzati. Per dare un’idea del divario si pensi che Stati Uniti e germania hanno una percentuale di connessione intorno all’84%, mentre paesi come Etiopia e Myanmar scendono sotto al 2%.

Schermata 2015-02-27 alle 10.41.39

Leggi tutto

I giovani americani scappano dalla tv?

Le nuove generazioni di americani stanno gradualmnete abbandonando le tv tradizionali in favore di nuovi fonti di entertainment, compresi i vari servizi di Video on Demand (da Netflix a Hulu). Questa è la paura degli stessi grandi broadcaster Usa che hanno visto negli ultimi tempi un consistente calo nei risultati finanziari e una diminuzione di spettatori per alcuni o per tutti i loro canali. Ad esempio, come sottolinea il Financial Times, il colosso Viacom ha dovuto fare i conti nell’ultimo trimestre del 2014 con un calo di spettatori del 18%. BET ha registraot invece un calo del 22%; il canale per bambini Nickelodeon del 17% e MTV del 14%.

Connected TV

Leggi tutto

Apple multata per violazione di brevetti. Dovrà pagare 533 milioni di dollari

Quasi 533 milioni di dollari (532,9 milioni) è la multa inflitta ad Apple perviolazione di brevetti da una giuria federale texana. La società di Cupertino, che ha già annunciato il ricorso contro il provvedimento, è stata giudicata colpevole di aver usato senza permesso, nel software iTunes, tre invenzioni brevettate da Smartflash società texana fondata  da Patrick Racz. Smartflashm, che ha fatto causa anche a Samsung, Amazon e Google, aveva chiesto un risarcimento di ben 852 milioni di dollari in danni, mentre Appleaveva quantificato la somma in non più di 4,5 milioni. La Corte ha però ritenuto di rigettare l’ipostesi di Apple.

apple

Leggi tutto

L’Australia si prepara a Netflix

La piattaforma di servizi video Netflix debutterà tra meno di un mese in Australia: la data non è stata fissata con certezza, ma di certo il debutto avverrà con la terza stagione della serie House of Cards, insieme ad altre serie originali come Marco Polo, Bloodline e Grace & Frankie e a grandi successi cinematografici Disney come Frozen e Maleficent. I competitor locali intanto non sono stati a guardare e si sono attrezzati per limitare l’impatto, anche perché si stima che Netflix potrebbe raggiungere i 170mila abbonati grazie soprattutto all’accordo con la piattaforma televisiva Fetch TV che offre a Netflix l’accesso ai propri set-top box. Ancora però non è stato reso noto il costo dell’abbonamento per gli utenti australiani anche se seguendo il modello statunitense dovrebbe aggirarsi tra i 10 e i 15 dollari.  Ma vediamo quali sono in Australia i principali concorrenti della piattaforma che in totale si stima possano raggiungere i 400mila utenti prima del lancio di Netflix.

netflix online

Leggi tutto