Box Office

Oltre 355 milioni nel mondo per Lo Hobbit. Esordio da 90 milioni negli Stati Uniti

Questo weekend Lo Hobbit: la battaglia delle cinque armate, l’ultimo capitolo della saga diretta da Peter Jackson, si è imposto al box office internazionale incassando 105,5 milioni in 59 mercati stranieri e arrivando così a un totale internazionale di 265 milioni in 12 giorni e a un box office mondiale di oltre 355 milioni di dollari. Questo fine settimana il film ha esordito benissimo in Corea del Sud con 10,4 milioni e in Spagna è stato il miglior esordio dell’anno con 6,3 milioni di dollari, ma ha continuato molto bene anche in Germania (dove complessivamente ha superato i 30 milioni di incasso), in Russia (21,5 milioni totali), Gran Bretagna e Francia (in entreambi i paesi  ha totalizzato circa 20 milioni di dollari). Un risultato considerevole che si aggiunge a quello registrato negli Stati Uniti dove il film di Peter Jackson ha superato le aspettative.

Lo Hobbit La Battaglia delle Cinque Armate Martin Freeman foto dal film 2

Leggi tutto

#BoxOfficeItalia – Sabato 20 Dicembre: #1LO HOBBIT: LA BATTAGLIA DELLE CINQUE ARMATE (1 milione di euro)

Lo Hobbit: La Battaglia delle Cinque Armate - Le immagini ufficiali - Foto 3

1 – LO HOBBIT: LA BATTAGLIA DELLE CINQUE ARMATE: 1.091.182 euro (137.292 spettatori) 516 schermi/2.115 media– Tot. 3.206.651 (4gg)*
2  – IL RICCO, IL POVERO E IL MAGGIORDOMO: 546.977 (78.353) 433/1.263 – Tot. 3.849.632
3 – BIG HERO 6: 360.488 (53.248) 410/879 – Tot. 676.442 (3gg)*
4 – L’AMORE BUGIARDO – GONE GIRL: 320.151 (45.542) 259/1.236 –530.637 (3gg)*
5 – UN NATALE STUPEFACENTE: 277.717 (40.446) 402/691 – 434.306(3gg)*
6 – IL RAGAZZO INVISIBILE: 223.585 (33.222) 320/699 – Tot. 354.556 (3gg)*
7 - MA TU DI CHE SEGNO 6?: 164.702 (23.601) 253/651 – Tot. 1.636.120
8 – JIMMY’S HALL: 59.773 (9.254) 71/842 – Tot. 91.659 (3gg)*

13- ST VINCENT: 28.522 (4.090) 96/297 – Tot. 47.077 (3gg)*

 

Sabato 20 Dicembre 2014: 3.340.985 euro – 467.877 spettatori

Sabato 13 Dicembre 2014: 3.215.379 euro (4%) –  472.786 spettatori

Sabato 21 Dicembre 2013: 3.907.616euro (-14.50%) #1 COLPI DI FORTUNA (762.052 euro)

Per maggiori approfondimenti visitate la sezione BoxOffice di ScreenWEEK.it

Fonte dei dati: Cinetel

#BoxOfficeItalia – Venerdì 19 Dicembre: #1LO HOBBIT: LA BATTAGLIA DELLE CINQUE ARMATE (642.258 euro)

Lo Hobbit La Battaglia delle Cinque Armate Martin Freeman foto dal film 1

1 – LO HOBBIT: LA BATTAGLIA DELLE CINQUE ARMATE: 642.258 euro (84.672 spettatori) 524 schermi/1.226 media– Tot. 2.093.075 (3gg)*
2  – IL RICCO, IL POVERO E IL MAGGIORDOMO: 209.188 (33.233) 410/510 – Tot. 3.296.743
3 – L’AMORE BUGIARDO – GONE GIRL: 129.735 (19.694) 271/479 – 207.391 (2gg)*
4 – BIG HERO 6: 124.542 (20.007) 364/342 – Tot. 202.461 (2gg)*
5 – UN NATALE STUPEFACENTE: 93.480 (14.555) 401/223 – 151.334 (2gg)*
6 – IL RAGAZZO INVISIBILE: 74.106 (12.078) 329/225 – Tot. 127.624 (2gg)*
7 - MA TU DI CHE SEGNO 6?: 63.669 (10.761) 239/266 – Tot. 1.467.560

9 – JIMMY’S HALL: 20.168 (3.489) 71/284 – Tot. 31.613 (2gg)*

13- ST VINCENT: 10.566 (1.695) 98/108 – Tot. 18.041 (2gg)*

 

Venerdì 19 dicembre 2014: 1.513.681 euro – 228.711 spettatori

Venerdì 12 dicembre 2014: 1.121.586 euro (35%) – 187.480 spettatori

Venerdì 20 dicembre 2013: 1.552.425 euro (-2,50%) #1 LO HOBBIT: LA DESOLAZIONE DI SMAUG (344mila euro euro)

Per maggiori approfondimenti visitate la sezione BoxOffice di ScreenWEEK.it

Fonte dei dati: Cinetel

#BoxOfficeItalia – Giovedì 18 Dicembre: #1LO HOBBIT: LA BATTAGLIA DELLE CINQUE ARMATE (526.832 euro)

Lo Hobbit La Battaglia delle Cinque Armate Richard Armitage foto dal film 1

1 – LO HOBBIT: LA BATTAGLIA DELLE CINQUE ARMATE: 526.832 euro (70.716 spettatori) 542 schermi/972 media– Tot. 1.429.302 (2gg)*
2  – IL RICCO, IL POVERO E IL MAGGIORDOMO: 129.613 (21.948) 402/322 – Tot. 3.081.433
3 – BIG HERO 6: 76.891 (13.219) 357/215 – Tot. 76.891 (1gg)*

4 – L’AMORE BUGIARDO – GONE GIRL: 74.716 (11.993) 268/279 – 74.716 (1gg)*
5 – UN NATALE STUPEFACENTE: 57.119 (9.390) 383/149 - 57.119 (1gg)*
6 – IL RAGAZZO INVISIBILE: 50.759 (8.401) 325/156 – Tot. 52.693 (1gg)*
7 - MA TU DI CHE SEGNO 6?: 47.187 (8.637) 247/191 – Tot. 1.398.068

10- JIMMY’S HALL: 11.296 (2.038) 65/174 – Tot. 11.296 (1gg)*

13- ST VINCENT: 7.254 (1.293) 97/75 – Tot. 7.254 (1gg)*

 

Giovedì 18 Dicembre 2014: 1.086.962 euro – 169.998 spettatori

Giovedì 11 Dicembre 2014: 637.253 euro (+71%) – 114.902 spettatori

Giovedì 19 Dicembre 2013: 1.011.936 euro (7,41%) #1 LO HOBBIT: LA DESOLAZIONE DI SMAUG (256.461 euro)

Per maggiori approfondimenti visitate la sezione BoxOffice di ScreenWEEK.it

Fonte dei dati: Cinetel

855mila euro per Lo Hobbit in Italia, quarto migliore esordio dell’anno

Ieri è uscito nelle sale italiane  Lo Hobbit: La Battaglia delle Cinque Armate l’ultimo capitolo della saga firmata da Peter Jackson e ispirata all’opera di Tolkien. Il film distribuito da Warner Bros. in 557 sale ha incassato nel primo giorno di programmazione 855.288 euro con una media di 1.536 euro a copia. Si tratta  del miglior esordio per un film della trilogia: il secondo episodio (La desolazione di Smaug), lo scorso dicembre, aveva totalizzato 570mila euro nel primo giorno, mentre due anni, fa il capitolo numero uno (Un viaggio inaspettato) aveva incassato 672mila euro.

Lo Hobbit - La battaglia delle cinque armate Cate Blanchett foto dal film 1

Leggi tutto

Cina, i film stranieri incassano 1,8 miliardi di dollari nel 2014

Il 2014 è stato un anno positivo per i film stranieri in Cina: complessivamente i titoli ammessi sul mercato cinese hanno incassato infatti 1.81 miliardi di dollari, circa un terzo del box office totale che quest’anno dovrebbe chiudere intorno ai 5 miliardi di dollari. La quota dei film stranieri ammesii in Cina è di 34 titoli, ma solo 33 seono stati distribuiti, in quanto Hunger Games: Il canto della rivolta – Parte 1, inizialmente previsto in uscita a novembre, è stato spostato a febbraio 2015. L’incasso dei film stranieri (in gran parte hollywoodiani, anche se non tutti), ha fatto registrare un incremento del 60% rispetto all’anno scorso. Da segnalare la performance di Transformers 4: L’Era dell’estinzione con oltre 319 milioni di dollari incassati (il film è stato girato in gran parte in Cina utilizzando anche attori locali).

Transformers 4 L'era Dell'estinzione Optimus Prime Foto Dal Film 02

Leggi tutto

Lo Hobbit, 75 milioni di dollari stimati per il debutto in Usa

Lo Hobbit: La battaglia delle cinque armate, il capitolo finale della saga diretta da Peter Jackson e ispirata al Signore degli anelli si prepara a debuttare oggi nei cinema americani (e in contemporanea anche sugli schermi italiani).  Le stime di incasso nei primi cinque giorni del film parlano di 70-75 milioni di dollari, cifra che consentirebbe alla pellicola di conquistare agilmente la vetta della classifica del box office nordamericano. Il film sarà distribuito da Warner Bros. in oltre 3.850 cinema. Un risultato di tutto rispetto se le previsioni forssero confermate anche se leggermente inferiore ai primi due capitoli tratti da Lo Hobbit di Tolkien (usciti entrambi di venerdì e non di mercoledì).

Lo Hobbit - La battaglia delle cinque armate Richard Armitage foto dal film 2

Leggi tutto

Interstellar, oltre 100 milioni di dollari sugli schermi IMAX

Interstellar di Christopher Nolan ha raggiunto i 100 milioni di dollari d’incasso nei cinema IMAX di tutto il mondo. Il film fantascientifico, ditribuito dal 5 novembre, è la quarta pellicola a raggiungere questo risultato dopo Avatar (2010) , Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno (2012) e Gravity (2014). Il film, distribuito negli stati Uniti da Paramount e nel mondo da Warner Bros, ha concluso la su a distribuzione nei cinema IMAX in Nord America il 14 dicembre anche se continua a essere programmato in 70mm almeno fino al 19 dicembre in alcuni (circa 12) Cinema IMAX selezionati.

Interstellar Matthew McConaughey foto dal film 2

Leggi tutto

Pride aumenta le copie, la strategia distributiva di Teodora raccontata da Cesare Petrillo

Seconda media per copia della classifica per Pride di Teodora che ha esordito questo weekend totalizzando oltre 134mila euro in 29 sale con una media di 4.634 euro (seconda, appunto, subito dopo quella del film di Aldo Giovanni e Giacomo). E dalla prossima settimana il film allargherà la propria distribuzione come spiega a Cineguru Cesare Petrillo, amministratore unico della società di distribuzione:  «La strategia distributiva che abbiamo deciso di utilizzare per questo film è la classica strategia Teodora, che non si discosta quasi per nulla da quella utilizzata negli anni scorsi per film, ad esempio come Irina Palm, ovvero uscire inizialmente con una trentina di copie (tra cui provare a entrare in qualche multiplex) soprattutto nelle grandi città, dove sappiamo c’è mercato, pubblico e richiesta per questo genere di pellicola; sono piazze che reggono l’urto della novità. Lì il dato è particolarmente buono. Nel caso di Firenze, per esempio Pride è stato in testa tutto il weekend. Spesso i distributori tendono a uscire con un numero elevato di copie per massimizzare il risultato nelle prime settimane, un po’ seguendo il modello di quello che faceva De Laurentiis ai tempi d’oro del cinepanettone. Ma se quello che si vuole ottenere è una lunga tenitura questa strategia non funziona, soprattutto per quei film come Pride, Mommy, Storie Pazzesche, ecc. che sono tutti film senza nomi e senza star. Bisogna individuare le piazze che sanno rispondere in modo adeguato e questo avviene soprattutto nelle grandi città mentre in provincia è più difficile».

Pride Ben Schnetzer George MacKay Andrew Scott foto dal film 1

Leggi tutto

Box office: delude in Usa Exodus, mentre Lo Hobbit va alla conquista del mondo

Sono 24,5 milioni i dollari incassati al primo weekend di programmazione in Nord America da Exodus: Dei e Re, il colossal a sfondo biblico diretto da Ridley Scott, distribuito da 20th Century Fox in 3.503 cinema con una media di 6.994 dollari, riesce a guadagnare la testa della classifica ma ottiene un risultato al di sotto delle previsioni (si parlava di almeno 30 milioni di dollari) e circa 20 milioni di dollari inferiore all’esordio Noah di Darren Aronofsky, altro “filmone” biblico uscito nel 2014 (esordì a marzo con circa 43 milioni di d dollari). Il film di Scott non sembra aver convinto il pubblico americano e i critici. Vedremo se il film riuscirà ad avere una tenuto he gli consentirà di raggiungere, sul mercato americano i 100 milioni di dollari.

exodus

Secondo posto per Hunger Games: Il Canto della Rivolta – Parte 1, il terzo capitolo della saga, che incassa altri 13,2 milioni arrivando a un totale di oltre 277 milioni di dollari; il film potrebbe avviarsi a diventare il maggiore incasso dell’anno superando i 335 milioni (nel mondo in totale ha incassato finora 611 milioni di dollari (ma mancano ancora mercati importanti come la Cina, in cui uscirà a febbraio). D Leggi tutto