About Laura Croce

Posts by Laura Croce:

BBC: la tv pubblica inglese in crisi per il video on demand

Un taglio di 1.000 dipendenti, pari a quasi il 5% dell’intera forza lavoro del broadcaster, giustificato con la diminuzione degli abbonamenti e la crescita del pubblico che non guarda più i programmi attraverso il tradizionale apparecchio televisivo ma solo sul web. Sta succedendo nel Regno Unito, dove una rete storica come la BBC ha dovuto dichiarare la propria difficoltà economica nel rimanere al passo con i cambiamenti nelle abitudini di consumo di film, serial e show televisivi, indotti dalla crescita di Internet. Per il 2016-2017 l’emittente prevede infatti un calo delle entrate da canone pari a 150 milioni di sterline, dovuto non solo al congelamento della tassa stabilito dal Governo britannico ma anche al crescente e inaspettato numero di famiglie che fanno a meno della tv grazie alle possibilità offerte dall’online.

bbc

Leggi tutto

Netflix: come sarà e quali sfide in Italia #ciaonetflix

Dopo l’annuncio ufficiale dell’apertura in Italia, il leader americano dello streaming ad abbonamento ha offerto alla stampa anche una preview di come il suo rivoluzionario servizio di video on demand intende aggredire il nostro mercato. La versione italiana di Netflix, in realtà, non è ancora pronta e per illustrare le funzionalità della piattaforma è stata mostrata quella inglese, a conferma di come non ci siano da attendersi grandi stravolgimenti tecnici rispetto all’offerta già sperimentata a livello europeo.  Catalogo facile da navigare, con categorie e sottocategorie molto dettagliate e suggerimenti ritagliati in base alle preferenze e alle abitudini di consumo dell’utente.

Netflix Italia

Leggi tutto

Twitter Cinema Tags & #BoxOfficeItalia: Ant-Man, una formica contro i dinosauri

Ormai è chiaro come il buzz cinematografico della piattaforma di micro-blogging sia particolarmente attratto da Jurassic World. L’ultimo capitolo dell’amatissimo franchise, nato nel ’93, non si è solo confermato il secondo incasso del weekend al botteghino italiano, raggiungendo un totale di 13 milioni di euro, ma ha anche continuato a dominare la classifica dei film più cinguettati  dal pubblico italiano negli ultimi sette giorni. Una posizione che detiene ormai da un mese, come mostra la nostra chart interattiva  Twitter Cinema Tags grazie a cui possiamo vagliare l’eventuale corrispondenza tra le performance dei film in sala con quelle online.

Schermata 2015-07-06 alle 11.25.32

Leggi tutto

VOD: Indiefilmchannel si arrichisce del catalogo Luce

Aperto  a maggio, in occasione della XIV edizione del Rome Independent Film Festival, amplia già la propria offerta di film e contenuti on demand il portale Indiefilmchannel. La piattaforma ha infatti acquisito alcuni titoli della library dell’Istituto Luce Cinecittà, che per mission costituiva si pone tra i soggetti più attivi nella promozione del cinema italiano emergente e d’autore.

indiefilmchannel

Leggi tutto

Telecom: vicino un accordo con Mediaset su modello Sky

Niente cessioni o stravolgimenti ma una partnership per traghettare anche l’offerta pay di Mediaset verso la rete e verso nuovi modelli di fruizione capaci di bypassare i canali dell’emittenza tradizionale. Come anticipato da mesi dai rumors e dagli incontri tra i vertici delle due aziende, il gruppo guidato da Pier Silvio Berlusconi è vicino a un accordo con Telecom Italia che porterà la sua offerta Premium direttamente nella bolletta di fibra e telefono, imboccando perciò la stessa strada già inaugurata da Sky lo  scorso aprile.

mediaset-640

Leggi tutto

IN BREVE 02/07/15 – Alibaba, anche la Cina verso il triple play

Dopo la partnership con Paramount sulla promozione dell’ultimo capitolo di Mission: Impossible, il colosso cinese dell’eCommerce Alibaba è pronto a estendere la propria area di influenza anche nell’intrattenimento digitale: in vista c’è il lancio di un servizio triple play che includa in un unico abbonamento telefono, internet veloce e la fruizione online di cinema e serie tv.

la-et-g-china-box-office-20150630

Leggi tutto

Twitter Cinema Tags & #BoxOfficeItalia: se non ti muovi… spunta Terminator

Non si arresta il riscontro social di Jurassic World: sceso al secondo posto al box office del weekend, con un incasso totale comunque colossale di oltre 12 milioni di euro, il franchise nato nel 1993 è ancora in cima alla classifica dei titoli cinematografici più twittati dal pubblico italiano, con il 39% delle citazioni. A mostrarlo è la classifica settimanale interattiva  Twitter Cinema Tags, che come sempre ci consente di confrontare le performance dei film nelle sale con quelle messe a segno sulla piattaforma di micro-blogging.

Schermata 2015-06-30 alle 11.18.49

Leggi tutto

Netflix: più spettatori dei grandi canali TV

Senza dubbio il fatto di basarsi solo sugli abbonamenti, e dunque di non avere inserzionisti cui rendicontare l’audience, rende Netflix un operatore ben diverso dalle emittenti televisive tradizionali che si contendono gli sponsor a suon di rating, cioè il corrispettivo del nostro Auditel. Ma se proprio si volesse confrontare il pubblico dei grandi canali televisivi americani con quello del servizio di streaming ad abbonamento, cose ne verrebbe fuori? Secondo gli analisti finanziari di FBR Capital Markets, la risposta farebbe impallidire reti del calibro di ABC, CBS, Fox e NBC.

Netflix-Button

Leggi tutto

Vivendi primo azionista Telecom, saluta un mercato con “una fortissima richiesta di contenuti di qualità”

Oggi il colosso francese delle TLC Vivendi è diventato ufficialmente il primo azionista di Telecom Italia con il 14,9% del capitale sociale dell’ex monopolista di Stato. L’interesse per il nostro mercato mediatico era già stato espresso a chiare lettere dal gruppo presieduto dal finanziere bretone Vincent Bolloré, ed è stato reso ancora più esplicito nella nota stampa diffusa a margine della compravendita di titoli che ha determinato la già preannunciata posizione di maggioranza. L’Italia viene considerato  “un Paese che condivide la stessa cultura latina e identiche radici” e si presta dunque alla recente strategia del gigante francese, volta a espandersi nelle aree europee più “vicine” e non solo dal punto di vista commerciale. Il nostro mercato, in particolare, presenterebbe “significative prospettive di crescita e una fortissima richiesta di contenuti di qualità”: una precisazione che appare già come un manifesto strategico considerando come da mesi si discuta del possibile interesse di Vivendi per le big del nostro audiovisivo, Mediaset e Sky.

telecom

Leggi tutto