Home > Cineguru Matinée > Brevi dal CinemaCon mentre Netflix apre in Spagna e fa piccoli dispetti alla Apple in questo Cineguru Matinée #14

Brevi dal CinemaCon mentre Netflix apre in Spagna e fa piccoli dispetti alla Apple in questo Cineguru Matinée #14

Un rapido bilancio del CinemaCon 2019 di Las Vegas, mentre nel frattempo Netflix apre casa Spagna e fa piccoli dispetti ad Apple. Un'infografica con tutte le società possedute ora da Disney.

Matinée di Cineguru in versione ridotta e in ritardo questa settimana. Si sono svolte in settimana le “giornate professionali” americane, ovvero il CinemaCon di Las Vegas, e tra i vari articoli di sintesi dell’evento ho trovato alcuni takeaways interessanti anche se non privi di contraddizioni. Mette tutti d’accordo il fatto che la formula Music + Movies = Money e dopo lo straordinario successo di Bohemian Rhapsody ci sono ovviamente grandi aspettative per Rocketman.

I Love Netflix… but F— Netflix

Tutti concordi anche sull’ossessione del settore per Netflix, tanto che Hellen Mirren presentando The Good Liar ha esclamato: “I Love Netflix… but F— Netflix”, e la battuta potrebbe essere la migliore sintesi dell’atteggiamento che il cinema dovrebbe avere sul tema dello streaming che, come ho detto più volte e dovrebbe essere evidente a tutti, è innanzitutto in competizione con le PayTV e con le TV in generale. Che poi un domani arriveremo ad un altro tipo di integrazione è un altro discorso. Nel frattempo continua a mitigare il conflitto Tim Richards, che anche dal CinemaCon ha parlato di compatibilità tra streaming e sala, strizzando sempre tanto l’occhio a Netflix, così come la NATO, mentre l’autorità antitrust ha avvisato l’Academy che eventuali limitazioni all’ammissibilità agli Oscar dei film delle piattaforme di streaming potrebbero violare le norme sulla concorrenza, ovvero lo storico Sherman Act.

Visto che siamo in argomento apro una piccola parentesi sul CinemaCon per dare tre ulteriori highlights su Netflix. Secondo una ricerca di Parrot Analytics sul 2018 Netflix avrebbe il 71% del mercato globale dello dello SVOD, ma le altre piattaforme starebbero comunque costantemente crescendo e tra queste avrebbe delle ottime performance in particolare quella della DC Comics. Pur avendo molti dubbi sulla metodologia di Parrot, portata secondo me a sopravvalutare chi è molto bravo a far parlare di se, non ho dubbi che la tendenza sia questa.

parrot-svod-data.png

Netflix Vs Apple

Nel frattempo Netflix ha fatto un irrilevante dispetto ad Apple che è però un fastidioso dispetto per gli utenti Apple togliendo la possibilità di mandare via AirPlay i contenuti dai telefonini e palmari della Mela sui dispositivi compatibili. La scusa è tecnica, la motivazione sicuramente no, ma è una di quelle cose che ecco, è un po’ il salto dello squalo di Netflix, sono diventati cattivi come tutti gli altri quando si devono difendere, se ne fregano degli utenti e cominciano a fare questi piccoli sabotaggi. Ultima su Netflix, davvero altrimenti la Mirren mi ci manda, siccome “non tutte le storie vengono da Hollywood” ecco che Ted ha annunciato l’apertura di “Casa Spagna”, iniziativa di produzione locale che stando all’annuncio potrebbe avere un’impatto occupazionale di oltre 20.000 persone e insomma, un’iniziativa niente male. Certo quando vai bene in borsa è un po’ come se li stampassi in una casa di carta i soldi.

Tornando al CinemaCon chiaramente la convention più impressionante è stata quella della Disney+Fox, per la prima volta insieme sul palco dove è stato presentato innanzitutto The Lion King. L’animazione fotorealistica impropriamente definita live-action (ma per quanto questa definizione resterà impropria?) sembra aver stupito davvero tutti, anche se tutti gli articoli hanno posto più l’enfasi su questa unione e quel che rappresenta (riassunto in una infografica che lascio a fine articolo).

Secondo Screendaily però, anche perché sarebbe stato inopportuno per Disney esagerare nel momento in cui sta portando avanti una pesante ristrutturazione, sono state Warner Bros., Paramount, Universal e Lionsgate ha portare più sorrisi sulle facce dei partecipanti alle convention, con la loro carrellata di star tra cui ha spiccato la presentazione adrenalinica di Dwayne Johnson e Jason Statham

Cosa rappresenta l’unione Disney+Fox

The Companies Disney Owns - TitleMax.com - Infographic
Developed by TitleMax.com

Avatar
Davide Dellacasa
Publisher di ScreenWeek.it, Episode39 e Managing Director del network di Blog della Brad&k Productions ama internet e il cinema e ne ha fatto il suo mestiere fin dal 1994.
http://dd.screenweek.it
Top