Home > Distribuzione > Netflix: in arrivo rincari sul costo di alcune tipologie di abbonamento

Netflix: in arrivo rincari sul costo di alcune tipologie di abbonamento

Dopo l'aumento del costo del servizio negli USA, anche gli altri Paesi serviti da Netflix subiscono un leggero ritocco nei piani tariffari per l'utenza
There is a mobile optimized version of this page, view AMP Version.

Nel giorno della pubblicazione sulla piattaforma della prima serie Netflix italiana, Suburra, e a poche ore dall’impennata del titolo in borsa, arrivano le conferme riguardo alle voci sul rincaro del costo dell’abbonamento, in due delle tre possibili formule a disposizione degli utenti.
Se l’abbonamento Basic da 7,99 euro rimane invariato, i due tier superiori subiranno un piccolo aumento a partire da lunedì 9 ottobre: si passa infatti da 9,99 euro a 10,99 per l’abbonamento intermedio, lo Standard, mentre il piano Premium, che consente la visione in HD da parte di quattro utenti in contemporanea, da 11,99 a 13,99 euro.
Trattasi di un ritocco certamente abbordabile, ma che non mancherà comunque di far discutere gli utenti nei giorni a venire. Nel frattempo, però, la società mette le mani avanti, giustificando la cosa con il rinnovato impegno nella produzione di contenuti originali (oltre 1000 ore solo nel corso del 2017) e un aumento del catalogo pari al 207% nel nostro Paese negli ultimi due anni.

Top