Home > Box Office > NOI SIAMO TUTTO PARTE IN TESTA – INCASSI BOX OFFICE DEL 21 SETTEMBRE 2017

NOI SIAMO TUTTO PARTE IN TESTA – INCASSI BOX OFFICE DEL 21 SETTEMBRE 2017

Sorpresa al box office: Noi siamo tutto batte la concorrenza ed è primo, davanti a Valerian. Quarto L'inganno, quinto Kingsman: Il cerchio d'oro...
There is a mobile optimized version of this page, view AMP Version.

Una serie di nuove uscite che hanno rivoluzionato la classifica e tante storie interessanti (alcune positive, altre meno). Sarebbe tutto bellissimo se i dati di ieri (837.356 euro) non fossero decisamente inferiori a quelle di giovedì 22 settembre 2016 (1.023.216 euro), con un calo del 18,1%. Di fronte, un weekend sostanzialmente di bel tempo (o comunque, poca pioggia) ovunque, che non promette grandi moltiplicatori e non consente forti illusioni. L’anno scorso primo era Alla ricerca di Dory con 303.707 euro. E veniamo quindi alla grande sorpresa di quest’anno, anche se forse, con un po’ di memoria storica (Io prima di te, Colpa delle stelle) si poteva sospettare. Infatti, primo ieri era Noi siamo tutto, che non solo ha avuto un incasso (165.890 euro) ben superiore alla concorrenza, ma anche una media copia (574 euro, strepitosa) che è più del doppio della seconda migliore in top ten.

E qui una riflessione giunge naturale. Se abbiamo spesso detto che le famiglie vanno molto più al cinema di quanto certi allarmismi farebbero pensare, bisogna ribadire con forza che gli adolescenti sono un pubblico che frequenta ancora moltissimo il cinema, nonostante qualcuno (che forse si limita ad andare soltanto in sale d’essai cittadine e non mette piede neanche sotto tortura nei centri commerciali) pensi che il cinema sia solo una cosa per ‘vecchi’. Il successo di Noi siamo tutto, in un weekend che peraltro vedeva due nuove uscite fortissime (e anch’esse vanno in cerca dei giovanissimi), ribadisce ancora una volta l’importanza di questo target per chi fa cinema e che questa tipologia di pubblico, di fronte a un’offerta che reputa interessante, reagisce con entusiasmo e grandi numeri.

E veniamo alle altre nuove uscite. Valerian e la città dei mille pianeti parte con 113.373 euro e una media di 280, la seconda della top ten. Considerando i grossi problemi che ha avuto nel mondo (Francia esclusa, ma anche lì è andato peggio di Lucy) e il rapporto problematico del nostro pubblico con la fantascienza, è un dato discreto, che ovviamente andrà analizzato meglio lunedì mattina.

Quarto posto per L’inganno, che apre con 87.496 euro e la terza miglior media copia, di 263 euro. Il film non era semplice per vari motivi e l’esordio sembra assolutamente soddisfacente. Quinto è Kingsman: Il cerchio d’oro, che aveva già aperto di mercoledì. Il risultato di ieri, 86.851 euro (con una media di 251 euro), è un passo avanti rispetto al primo giovedì del film originale (che aveva incassato 70.765 euro) e fa capire che mercoledì questo titolo (come gli altri) ha subìto la concorrenza del calcio. Tuttavia, è abbastanza chiaro che, trattandosi di un sequel, il risultato totale non sarà molto migliore di quello del suo predecessore da noi, ossia 2,2 milioni.

Facciamo invece ora un’analisi generale per quanto riguarda le prime tre settimane di settembre, in cui siamo praticamente alla pari. Quest’anno l’incasso generale è stato di 33.375.344 euro, mentre nello stesso periodo del 2016 era stato di 33.139.596, con un aumento quindi dello 0,71%. Ma considerando come è partito questo weekend e la tendenza degli ultimi dieci giorni, c’è da preoccuparsi.

Per quanto riguarda le altre nuove uscite, intrigante il decimo posto di Tiro libero con 16.347 euro (anche se sicuramente sarà stato aiutato da una serie di anteprime nella zona di ‘elezione’, ma ormai certi dati per il cinema italiano più piccolo sono comunque rari), mentre non sono andate bene le cose per L’equilibrio (sedicesimo con 4.235 euro e 54 di media), un po’ meglio per Glory – Non c’è tempo per gli onesti (ventesimo con 2.122 euro e una media di 133).

Per quanto riguarda i film in tenitura da tempo, spiccano due dati (uno positivo, l’altro negativo). Cars 3 ieri ha ottenuto 106.652 euro, con un calo rispetto al suo primo giovedì del 68%, che è decisamente preoccupante per i suoi obiettivi finali. Il totale finora è di 4.216.901 ed è utile ricordare che Cars 2, al suo secondo giovedì, aveva conquistato 320.345 euro e aveva perso solo il 42% rispetto al primo giovedì. Molto interessante invece la tenuta di Barry Seal – Una storia americana, che nonostante scivoli al sesto posto, incassa altri 74.769 euro e cala soltanto del 25% rispetto allo scorso giovedì, arrivando a un totale di 1.402.382 euro.

1 – NOI SIAMO TUTTO: 165.890 euro (25.070 spettatori) 289 sale/574 media – Tot. 165.890* (1GG)

2 – VALERIAN E LA CITTA’ DEI MILLE PIANETI: 113.373 euro (17.006 spettatori) 405/280 media – Tot. 113.380* (1GG)

3 – CARS 3: 106.652 euro (18.080 spettatori) 506/211 – Tot. 4.216.901

4 – L’INGANNO: 87.496 euro (14.313 spettatori) 333/263 – Tot. 87.496* (1GG)

5 – KINGSMAN: IL CERCHIO D’ORO: 86.851 euro (13.342 spettatori) 346/251 – Tot. 164.586* (2GG)

6 – BARRY SEAL – UNA STORIA AMERICANA: 74.769 euro (12.199 spettatori) 323/231 – Tot. 1.402.382

7 – DUNKIRK: 47.424 euro (7.470 spettatori) 218/218 – Tot. 7.827.893

8 – CATTIVISSIMO ME 3: 26.791 euro (4.625 spettatori) 196/137 – Tot. 16.716.206

9 – LA FRATELLANZA: 23.976 euro (3.701 spettatori) 105/228 – Tot. 1.618.120

10 – TIRO LIBERO: 16.347 euro (3.039 spettatori) 78/210 – Tot. 16.857* (1GG)

16 – L’EQUILIBRIO: 4.235 euro (744 spettatori) 78/54 – Tot. 4.905* (1GG)

20 – GLORY – NON C’E’ TEMPO PER GLI ONESTI: 2.122 euro (401 spettatori) 16/133 – Tot. 4.463* (1GG)

Giovedì 21 settembre: 837.356 euro (134.890 spettatori)

Giovedì 14 settembre: 1.082.494 euro (-23%) (154.101 spettatori)

Giovedì 22 settembre 2016: 1.023.216 euro (-18,1%) (#1 Alla ricerca di Dory: 303.707 euro)

Per maggiori approfondimenti visitate la sezione Box Office di ScreenWEEK.it

Fonte dei dati: Cinetel

Volete rimanere sempre aggiornati con le migliori notizie sul business di cinema, intrattenimento e tecnologia? Scaricate la nuovissima app di Cineguru.biz, rinnovata nella user experience e nel design, disponibile gratuitamente sia per dispositivi iOS e Android

Robert Bernocchi
Robert Bernocchi

Story editor & Data Analyst at Pepito Produzioni e Data and Business Analyst at Cineguru.biz & BoxOffice.Ninja. In passato, responsabile marketing e acquisizioni presso Microcinema Distribuzione, marketing e acquisizioni presso MyMovies.

Top