Home > Digitale > Shonda Rhimes lascia la Disney per Netflix

Shonda Rhimes lascia la Disney per Netflix

Shonda Rhimes, creatrice di Grey’s Anatomy, lascia la ABC e quindi la Disney dopo 15 anni di collaborazione. E’ solo l’ultimo degli annunci riguardanti i rapporti tra Disney e Netflix o ne vedremo ancora delle belle?...

Shonda Rhimes è l’ultima protagonista di questi giorni di intense scaramucce tra la Disney e Netflix. Nemmeno una settimana fa la Disney ha annunciato che non avrebbe più fornito i suoi film Disney-Pixar alla piattaforma di streaming a partire dal 2019 con l’obiettivo di lanciare, tra l’altro, un proprio servizio di subscription video on demand. Una mossa comprensibile per Disney che è forse l’unica casa ad avere una library che per massa e composizione in rapporto al target di riferimento può permettersi di pensare a muoversi in autonomia su questo fronte, ma che speriamo non apra la strada a una diaspora di diritti dalla piattaforma di Reed Hastings: moltiplicare il numero di abbonamenti necessari per avere un’offerta ricca e articolata finirebbe solo per rappresentare un passo indietro per il mercato, soprattutto in paesi in cui la pirateria continua ad essere vista come una valida alternativa all’offerta legale.

Sempre in questi giorni è arrivata la news dell’acquisizione da parte di Netflix della Millarword, che significa oltre a portarsi in casa Mark Millar anche avere nuove properties su cui sviluppare una valida alternativa al prodotto Marvel, che è stato uno dei binari cardine dello sviluppo di Netflix Originals cui certo sembrano voler rinunciare, ma che sta dimostrando tutti i suoi limiti dal punto di vista creativo.

La contromossa più appariscente da parte di Netflix arriva nella tarda giornata di domenica, lunedì qui da noi, con l’annuncio che Shonda Rimes, creatrice soprattutto di Grey’s Anatomy, ha firmato un accordo pluriennale esclusivo con Netflix che la porterà a non sviluppare più nuove serie per la ABC, dove concluderà i progetti in corso, con cui collaborava ormai da 15 anni. Onestamente non sono convinto che Shondaland sia una terra in cui trovare galline dalle uova d’oro come fino a qualche tempo fa, ma tutte queste mosse e contromosse rendono ancora più interessante l’analisi del particolare momento che sta vivendo Netflix e di cui abbiamo parlato qualche giorno fa.

 

Davide Dellacasa
Publisher di ScreenWeek.it, Episode39 e Managing Director del network di Blog della Brad&k Productions ama internet e il cinema e ne ha fatto il suo mestiere fin dal 1994.
http://dd.screenweek.it
Top