Condividi su

15 marzo 2017 • 12:00 • Scritto da
Robert Bernocchi

Quanto incasserà La bella e la bestia?

Giovedì arriva in 800 sale italiane il nuovo live action della Disney, La bella e la bestia. Ed è normale aspettarsi grandi risultati da questo film...

beb2-a
0

Dopo ben sette mesi in calo rispetto all’anno precedente e con le prime due settimane di marzo che fanno segnare un -11,5% circa rispetto all’analogo periodo del 2016, il destino del box office italiano è ora nelle mani della nuova uscita Disney, La bella e la bestia. Riuscirà a riportare il segno ‘+’ al botteghino? E quanto possiamo pensare che incassi?

Per capirlo, facciamo qualche paragone con altri titoli analoghi, in particolare le pellicole live action della Disney dedicate alle principesse. Cenerentola era uscito il 12 marzo del 2015, ottenendo 385.375 euro il primo giorno e 5.125.252 nei 622 schermi in cui era arrivato quel fine settimana. Nel suo secondo weekend, aveva perso solo il 27%, ottenendo 3.729.535 euro, per poi chiudere la sua corsa con un totale di 14.954.234, per un moltiplicatore tra primo fine settimana e risultato complessivo di 2,9. Va notato un aspetto importante: il film nel suo primo weekend aveva beneficiato del brutto tempo di sabato e domenica, cosa che aveva aiutato, come dimostrato anche dal moltiplicatore di 13,3 tra primo giorno e weekend, decisamente alto per questo tipo di film.

D’altronde, basti pensare che Maleficent aveva aperto il 28 maggio 2014 con 595.920 euro, quindi il 53,4% in più di Cenerentola. Il film aveva però incassato 4,4 milioni da giovedì a domenica in poco più di 700 sale, per un totale leggermente inferiore a quello di Cenerentola, ma con un giorno in più a disposizione. La pellicola aveva poi ottenuto quasi 1,7 milioni nel suo secondo weekend e concluso la sua avventura a poco più di 14 milioni. Insomma, per La Bella e la bestia è normale aspettarsi ‘almeno’ 13-14 milioni, considerando questi predecessori, ma le attese in realtà sono maggiori.

Se poi vogliamo fare paragoni con alcuni recenti cartoni animati Disney/Pixar (con tutte le differenze del caso), possiamo prendere a esempio Inside Out e Zootropolis. Il primo titolo era arrivato mercoledì 16 settembre 2015 e aveva aperto quel giorno con 590.636 euro, per un risultato da giovedì a domenica di 5,7 milioni (quindi quasi 6,3 milioni nei cinque giorni) e un moltiplicatore tra primo giorno e fine settimana di 9,6. Poi, grazie a un passaparola straordinario, il film aveva tenuto benissimo, come dimostrato dai 5,4 milioni raccolti nel secondo fine settimana e un totale di 25,3 milioni (per un moltiplicatore tra primo weekend e risultato complessivo di 4,4, decisamente altissimo), ossia il miglior risultato assoluto di quell’anno.

Zootropolis invece è arrivato il 18 febbraio 2016, con un primo giorno da 187.336 euro e ben 2,8 milioni nel suo primo weekend in 574 schermi. E’ evidente che, non essendo un brand già noto, l’esordio del primo giorno è inferiore ad altri esempi citati sopra, ma già dai dati del weekend d’apertura si capiva che stava diventando un fenomeno, come confermato dai 3,1 milioni del secondo fine settimana, addirittura in aumento rispetto al primo. Alla fine, il totale di 11,3 milioni e il moltiplicatore tra primo weekend e totale di 4, fanno capire quanto sia stato amato anche questo titolo.

Va anche detto che, fino all’arrivo de I Puffi: Viaggio nella foresta segreta il 6 aprile, non ci sono concorrenti de La bella e la bestia per quanto riguarda il cinema per le famiglie, ma per le settimane successive al debutto sarà fondamentale capire che tipo di passaparola riceverà.

Tutto considerando (e con le cautele del caso nel fare ipotesi su un titolo così atteso) si può pronosticare per La bella e la bestia, che in questi mesi ha fatto segnare un grosso interesse (anche e soprattutto sui social, ma anche da parte degli esercenti, considerando le 800 sale in cui arriva), un primo giorno sopra a quello di Cenerentola, mentre per quanto riguarda Maleficent, non sarebbe un dramma aprire sotto quelle cifre, ma un ottimo segnale qualora si facesse meglio di quel dato (e quindi, si superassero i 600.000 euro). Poi, per quanto riguarda il suo primo weekend (anche considerando che non è previsto brutto tempo), è più lecito aspettarsi un moltiplicatore tradizionale vicino a 10, che il 13,3 ottenuto da Cenerentola. Insomma, per fare soltanto un esempio che non vuole essere una previsione, se il film aprisse con 550.000 euro, potremmo pensare che nei quattro giorni del weekend otterrebbe una cifra vicina ai 5,5-6 milioni.

Più complicato (ma non certo impossibile, anzi alcuni esperti ritengono che sia una strada probabile) andare decisamente sopra i 6 milioni nel weekend, visto che sono veramente pochi i titoli che, dal 2014 a oggi, ce l’hanno fatta. Tra questi, due film con Zalone, uno con Siani, i due capitoli di 50 sfumature, Star Wars – Il risveglio della forza, Fast & Furious 7, Avengers 2 e l’unico titolo strettamente family, Minions, che aveva esordito con 7,1 milioni ad agosto 2015. Ma già venerdì mattina dovremmo avere una buona idea di come andrà il film…

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia questi due campi così come sono:

Protetto da Invisible Defender. E' stato mostrato un 403 ai 1.484.598 spammer.