Condividi su

22 ottobre 2016 • 23:50 • Scritto da
Marco Lucio Papaleo

AT & T prossima ad acquisire l’intero pacchetto Time Warner / Warner Bros.?

La notizia ha dell'epocale: il colosso delle telecomunicazioni americano AT & T, a quanto pare, è molto vicino ad acquistare Time Warner e tutte le società ad essa collegate. Un accordo che, però, solleva molte perplessità.

at-and-t
0

Se pensavate che gli accordi Comcast – NBC U e Disney – LucasFilm fossero “colpacci” irripetibili è giunta l’ora di ricredersi: nelle ultime ore sta prendendo forma l’ipotesi, precedentemente solo paventata, che la AT & T -compagnia di telecomunicazioni tra le più importanti e antiche del mondo- abbia fatto un’offerta irrinunciabile per acquisire Time Warner, la macro-società che racchiude nel suo ombrello marchi di importanza globale nel campo dello spettacolo e delle notizie. A partire da Warner Bros., che vanta uno dei cataloghi cinema, tv e home video più importanti al mondo, con franchise miliardari quali Harry Potter, Matrix e tutto l’ampio spettro (cartaceo e cinematografico) della DC Comics, con personaggi iconici quali Batman e Superman. Nel pacchetto anche un’emittente importante e florida come HBO (Il Trono di Spade, giusto per fare un nome) e un baluardo dell’informazione come CNN.

time-warner-1

L’offerta d’acquisto (da finalizzare per metà in contanti e per metà in titoli) sarebbe ben superiore agli 80 miliardi di dollari e a quella fatta, un paio d’anni fa, da 20th Century FOX, e a quanto pare l’accordo è in fase finale, anche se dovrà passare il vaglio delle istituzioni, chiamate a decidere la legittimità di un accordo che metterebbe in palese situazione di vantaggio (e pseudo-monopolio nelle piazze dello spettacolo e dell’informazione) una società che ha sempre fatto delle telecomunicazioni il business primario, ma vuole ora allargarsi in altri ambiti. La risposta delle autorità potrebbe essere varia, soprattutto in funzione della corrente politica al comando quando (e se) la questione arriverà sul tavolo delle forze antitrust americane. Donald Trump (che oltre a essere un politico è anche e in primis un magnate delle telecomunicazioni), in questo momento delicato della campagna presidenziale, ha già affermato che sotto la sua amministrazione l’autorizzazione per un accordo del genere non arriverebbe.

Fonte: The Wall Street Journal

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia questi due campi così come sono:

Protetto da Invisible Defender. E' stato mostrato un 403 ai 1.484.598 spammer.