Home > Cinema > UPI Productions e Focus Features pronte alla fusione

UPI Productions e Focus Features pronte alla fusione

Il ramo di Universal Pictures dedicato al panorama indipendente torna alla casa madre inglobando Universal Pictures International Productions e i suoi top manager. Obiettivo: dare nuovo impulso alle attività nel cinema d'autore sia negli USA che all'estero.

Con il secondo riassetto in due anni, il ramo di Universal Pictures specializzato nei film indipendenti, Focus Features, sta per fondersi di nuovo con la controllante inglobando la sua unità UPIP (Universal Pictures International Productions). La mossa vedrà l’uscita dell’attuale amministratore delegato di Focus, Peter Schlessel, che lascerà il posto a Peter Kujawski, attuale managing director di UPIP, in arrivo all compagnia insieme al suo co-direttore Robert Walak, cui spetterà invece il ruolo di presidente.

focus_featured

Kujawski, che pare sia noto all’interno dello studio col nome di battaglia Kujo, si è distinto nel suo precedente ruolo per le acquisizioni di titoli come The Wolf of Wall Street, Boyhood e dell’attuale candidato all’Oscar Room, aggiudicato a Cannes per la distribuzione in più Paesi. Walak è invece noto per aver lavorato molti anni quale managing director e direttore della produzione alla Weinstein Company.

La fusione delle due società sotto il brand di Focus Features, ha specificato Universal Pictures, intende dare nuovo slancio al settore “speciality” (film d’autore, sperimentali, di nicchia e indipendenti) sia a livello nazionale che internazionale, lasciando più spazio anche agli investimenti in titoli locali nei vari mercati di operatività della major. L’obiettivo è dunque di allineare le acquisizioni in questo campo con la strategia globale dello studio, evitando sovrapposizioni e concorrenza tra le due società in un assetto che dovrebbe richiamare più o meno quello di Fox Searchlight. Secondo gli osservatori, alcuni titoli fondamentali approdati a Universal Pictures negli ultimi tempi come Steve Jobs e Legend, sarebbero rientrati meglio sotto il cappello di Focus Features, dando perciò il via al ripensamento del management e  alla riorganizzazione delle due compagnie.

 

Fonte: Deadline

Top