Home > Distribuzione > Digitale > Spotify vs YouTube: le prossime novità dello streaming video

Spotify vs YouTube: le prossime novità dello streaming video

Il servizio di musica in streaming si lancia ufficialmente nel mercato delle clip video, con un modello di business non ancora chiaro, mentre YouTube Red presenta al Sundance il suo primo listino di film prodotti in esclusiva per lo SVOD.

Lo aveva annunciato a maggio ed ha già cominciato a lanciarlo in questi giorni negli Stati Uniti, in Inghilterra, Germania e Svezia. Spotify, la piattaforma per l’ascolto di musica in streaming in modalità freemium è pronta ad aggiungere alla propria offerta una selezione di contenuti video, forniti da partner quali ESPN, Comedy Central, BBC, Vice Media e Maker Studios. Il servizio si rivolgerà ai soli clienti mobile, sia iOS che Android, e per ora non sono stati rilasciati dettagli sulla sua espansione ad altri Paesi.

Spotify-dett

Dei 75 milioni di utenti globali di Spotify, molti utilizzano il desktop e per l’ascolto di musica in background, ecco perché il lancio – ha spiegato il vicepresidente del prodotto, Shiva Rajaraman, al Wall Street Journal –  sarà accompagnato da una sensibilizzazione degli utenti e, soprattutto, non consisterà in una mera galleria di videoclip sulla scia di famosi brand di YouTube come Vevo. Nella fase di test, che ha coinvolto circa il 10% degli utenti, la compagnia ha infatti realizzato che il modo migliore per presentare l’offerta video fosse in pacchetti non necessariamente legati alla musica e da navigare attraverso la sezione dedicata alle scoperte. I contenuti d’esordio sono infatti soprattutto brevi clip da show già conosciuti, anche se alcuni partner della piattaforma come Tastemade stanno sviluppando quei programmi originali di cui nessun servizio di streaming video sembra ormai porter fare a meno. Per ora non è prevista l’introduzione di pubblicità anche se questo sembra lo scopo ultimo della compagnia, che sta ancora combattendo per affermare la propria profittabilità tra gli attacchi dei competitori come iTunes, da poco sbarcata nel mercato della musica ad abbonamento.

Nel frattempo YouTube, la prima piattaforma video al mondo, sta compiendo un percorso inverso, espandendosi dal modello totoalmente free a quello a pagamento. Cominciano infatti a scaldarsi i motori di Red, il nsuo uovissimo servizio di SVOD (streaming ad abbonamento) rivelato ad ottobre e già pronto a sfidare giganti come Netflix e Amazon Prime. La piattaforma ha difatti presentato al Sundance Film Festival il sua primo “listino” di contenuti originali, composto di 3 titoli ruotanti intorno a nomi già popolari del portale di video-sharing. Si tratta di  A Trip to Unicorn Island, backstage del tour della YouTube Star Lily Singh, la produzione targata Awesomeness Films Dance Camp, che si comporrà di più episodi, e la commedia sci-fi Lazer Team,

Avatar
Davide Dellacasa
Publisher di ScreenWeek.it, Episode39 e Managing Director del network di Blog della Brad&k Productions ama internet e il cinema e ne ha fatto il suo mestiere fin dal 1994.
http://dd.screenweek.it
Top