Home > Cinema > Oscar 2015: incetta di premi per Birdman e Fox

Oscar 2015: incetta di premi per Birdman e Fox

20th Century Fox porta a casa 8 statuette grazie a Birdman e Grand Budapest Hotel, mentre Warner/Sony si aggiudicano le tre di Whiplash più gli Oscar tecnici di Interstellar e American Sniper. Ma tra i premiati anche distributori italiani come Good Films, Notorious, Videa-CDE e Parthénos.

Alla fine Hollywood ha deciso di celebrare se stessa e le dinamiche anche meno piacevoli dello showbiz, lasciando poco spazio all’invasione dei biopic. Stanotte l’87a edizione degli Academy Awards ha visto infatti il trionfo  di Birdman, commedia agrodolce su un attore che tenta ricostruire la propria carriera in declino, firmata dal regista Alejandro González Iñárritu. Al film sono andati 4 Oscar tra cui due di quelli “principe”, come Miglior Film e Miglior Regia. Altrettanti sono stati poi assegnati a un altro titolo Fox Searchlight, sempre dalla forte marca autoriale, come Grand Budapest Hotel di Wes Anderson, premiato soprattutto nelle categorie tecniche. A seguire il film-sorpresa di questa Awards Season cioè  Whiplash, romanzo di formazione ambientato nel mondo della musica jazz, cui sono andate 3 delle prestigiose statuette, tra cui miglior montaggio e miglior attore non protagonista per J.K. Simmons. Vediamo ora come sono andati i riconoscimenti dal punto di vista dell’industria e delle distribuzioni.

Birdman-Inarritu-Oscar-Oscars-2015

Negli USA, a trionfare è stata senza dubbio Fox Searchlight, che ha portato a casa 8 premi rispetto alle 20 nomination ricevute grazie all’effetto combinato di Birdman e Grand Budapest Hotel, entrambi titoli portati sui nostri schermi dalla stessa major, cioè 20th Century Fox, che si classifica perciò al primo posto anche in Italia. Sony Classics segue al secondo posto negli Stati Uniti con 4 Oscar, cioè i 3 di Whiplash più quello consegnato a Julianne Moore quale Miglior Attrice Protagonista per il drammatico Still Alice. Sempre guardando al mercato americano, Paramount si è aggiudicata due Academy grazie al premio tecnico a Interstellar e alla Miglior Canzone, che è stat giudicata quella di Selma. Warner Bros. si è aggiudicata una statuetta per il Montaggio Sonoro di American Sniper  mentre Disney, anzi per l’esattezza Buena Vista, quello per il miglior lungometraggio di animazione, Big Hero 6. Insolitamente magro il bottino dei fratelli Weinstein che si è fermato a un Academy Award, assegnato per la sceneggiatura non originale a The Imitation Game

Un po’ diversa la situazione italiana, invece, dove dopo 20th Century Fox si trovano Warner Bros., che distribuisce anche i titoli Sony, e Universal Pictures, che si aggiudica due statuette grazie all’attore protagonista  del toccante biopic La Teoria del Tutto, Eddie Redmayne, e a Patricia Arquette, premiata quale miglior interprete femminile non protagonista in Boyhood. Nella tabella di seguito, il riassunto dei risultati dei distributori italiani:
 

Oscar 2015

Per un elenco completo degli Oscar 2015 vi rimandiamo a invece ScreenWEEK.

Top