Home > Distribuzione > Digitale > Cicutto (Luce-Cinecittà) scrive a Mattarella auspicando "Attenzione al cinema e all'industria audiovisiva"

Cicutto (Luce-Cinecittà) scrive a Mattarella auspicando "Attenzione al cinema e all'industria audiovisiva"

Roberto Cicutto (nella foto), presidente e Amministratore delegato di Istituto Luce Cinecittà, ha scritto una lettera aperta al nuovo Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella,  auspicando attenzione e vicinanza costante al mondo del cinema, della cultura e dell’audiovisivo. «Le auguro, auguro a tutti noi – scrive Cicutto – che la Sua Presidenza possa affrontare situazioni...

Roberto Cicutto (nella foto), presidente e Amministratore delegato di Istituto Luce Cinecittà, ha scritto una lettera aperta al nuovo Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella,  auspicando attenzione e vicinanza costante al mondo del cinema, della cultura e dell’audiovisivo. «Le auguro, auguro a tutti noi – scrive Cicutto – che la Sua Presidenza possa affrontare situazioni internazionali e interne meno drammatiche di quelle vissute dal Suo predecessore, il Presidente Giorgio Napolitano. E che il clima di questi giorni possa addirittura crescere grazie al Suo lavoro e alla migliorata situazione del paese. Sarà la condizione indispensabile perché la cultura in generale, il cinema e l’industria audiovisiva (di cui mi occupo) possano trovare da parte Sua costante attenzione e vicinanza».

Roberto-Cicutto-A-D-Istituto-Luce-Cinecitta-775

Ecco la lettera integrale:

Signor Presidente,
permetta che una voce del cinema italiano si unisca all’augurio di buon lavoro e al coro di consensi per la Sua elezione.
Vedo in questi giorni fra amici e persone di idee molto diverse, una grande soddisfazione per un clima positivo, una scelta condivisa dalla maggioranza degli Italiani, una voglia di ricominciare lasciando alle spalle divisioni e polemiche lontane dalla gente.
Scusi il peccato di arroganza nel rivolgermi direttamente a Lei, Signor Presidente, ma mi sento legittimato dall’onore di presiedere una delle più antiche istituzioni di cinema del mondo: Istituto Luce-Cinecittà.
Le auguro, auguro a tutti noi, che la Sua Presidenza possa affrontare situazioni internazionali e interne meno drammatiche di quelle vissute dal Suo predecessore, il Presidente Giorgio Napolitano. E che il clima di questi giorni possa addirittura crescere grazie al Suo lavoro e alla migliorata situazione del paese.
Sarà la condizione indispensabile perché la cultura in generale, il cinema e l’industria audiovisiva (di cui mi occupo) possano trovare da parte Sua costante attenzione e vicinanza. Sono alcuni anni che il nostro cinema ha ritrovato premi, consenso internazionale e rinnovata forza nei suoi autori, attori e produttori. Tutto ciò grazie alle recenti misure presentate dal Ministro Dario Franceschini e approvate dal Governo, ma soprattutto alla ritrovata forza creativa, alla coesione di tutte le categorie, alla voglia di tornare leader mondiali in un’arte che ci ha visto ai primi posti per molti decenni.
Il cinema è riconosciuto da tutti come il miglior ambasciatore della nostra eccellenza: il patrimonio artistico, la bellezza del territorio, il Made in Italy. Ma è esso stesso bene culturale e prodotto del Made in Italy e deve e può concorrere a un nuovo Rinascimento.
Grazie Signor Presidente per tutto quanto potrà fare. Da parte nostra l’impegno assoluto a non deluderLa

Roberto Cicutto
Presidente e Amministratore Delegato
Istituto Luce-Cinecittà

Top