Home > Cinema > Warner e Sony preparano un servizio di streaming nel SE asiatico

Warner e Sony preparano un servizio di streaming nel SE asiatico

Un nuovo portale operato dalla telco Singtel mira a ipotecare il mercato asiatico del video on demand, che secondo le stime potrebbe arrivare a fruttare quasi 800 milioni di dollari.

10 mila tra film hollywoodiani e serie tv, più un necessario assortimento di produzioni locali: se in Europa la diffusione del video on demand sembra passare obbligatoriamente per ls forzo di servizi OTT come Netflix, in altre zone del mondo sono le stesse distribuzioni ad attivarsi affinché questa modalità di fruizione del prodotto audiovisivo non resti in balìa dell’offerta illegale. Parliamo in particolare del  Sud-est asiatico, dove le major Warner Bros e Sony hanno stretto alleanza con la telco Singtel per il lancio di un portale di streaming video, chiamato HOOQ.

amspiderman2

Il debutto è previsto entro il primo trimestre 2015 e riguarderà Filippine, India, Indonesia e Tailandia. Rimarranno invece esclusi dal lancio Singapore e  Australia, che pure sono due territori di riferimento per la società di TLC, cui fanno capo mezzo miliardo di utenti mobile in tutta l’area geografica. Il motivo risiede nella strategia dichiarata del nuovo servizio di VOD; che punta a inserirsi in mercati emergenti del consumo video online e non in realtà strutturate dove per altro, come nel caso australiano, è previsto a breve anche l’arrivo di un potente competitor quale Netflix.

“HOOQ è una parte importante delle nostre operazioni”, ha dichiarato a proposito del portale Jonathan Auerbach, CEO di Singtel Group Digital Life, “abbiamo asset esclusivi che giustificano la nostra presenza in gioco e la partnership con  Sony Pictures Television e Warner Bros. Entertainment ci consentirà di perseguire la nostra vision di affermarci quale primo OTT video dell’area”. Secondo le stime della società si tratta di un business da quasi 800 milioni di dollari, che richiederà uno sforzo notevole non solo in termini di contenuti ma anche di banda, da cui il necessario background dell’azienda nel campo delle telecomunicazioni.

Tra i titoli che saranno disponibili sulla piattaforma rientreranno grandi franchise come Spider-Man e Harry Potter, popolari show televisivi come Friends e Gossip Girl, film e serial provenienti non solo dai Paesi di destinazione ma anche da Cina, Corea e Giappone. Non sono stati però ancora rivelati i nomi di tutti i fornitori di contenuti, mentre la partnership con le due major americane di esprimerà tramite una joint venture guidata da Peter Bithos, già COO di Globe Telecom nelle Filippine.

 

Fonte: Variety

Top