Home > Cinema > Netflix, ‘La pirateria uno dei nostri maggiori competitor’

Netflix, ‘La pirateria uno dei nostri maggiori competitor’

«La pirateria continua a essere uno dei nostri maggiori competitor». Lo afferma Netflix in una lettera indirizzata ai propri azionisti illustrando i risultati raggiunti nel corso del 2014. La società di SVOD, presente ormai in 50 paesi per un totale di oltre 57 milioni di abbonati non teme tanto i concorrenti legali , come HBO,...

«La pirateria continua a essere uno dei nostri maggiori competitor». Lo afferma Netflix in una lettera indirizzata ai propri azionisti illustrando i risultati raggiunti nel corso del 2014. La società di SVOD, presente ormai in 50 paesi per un totale di oltre 57 milioni di abbonati non teme tanto i concorrenti legali , come HBO, ma quelli illegali, come Popcorn Time. Quest’ultimo ha infatti reso accessibile e più fruibile l’offerta di film pirata grazie alla sua semplice App dalla grafica accattivante e dall’utilizzo intuitivo.

Schermata 2015-01-22 alle 12.52.40

Netflix nella lettera cita un grafico di Google Trends che riportiamo qui sopra che mostra come nei Paesi Bassi Popcorn Time stia acquisendo molta popolarità soprattutto negli ultimi sei mesi, tanto da superate HBO e essere ormai pari a Netflix. E anche se la situazione globale è molto differente (vedi grafico sotto), e Netflix ancora predomina, questa tendenza registrata in Olanda di sicuro preoccupa il colosso del SVOD. Fino ad ora Netflix si era presentata infatti come un’alternativa forte alla pirateria, perché facile ed economica, ma ora sembra non voler prendere sottogamba i segnali di ascesa di Popcorn Time che oltre ad assere altrettanto facile è anche gratuita.

Schermata 2015-01-22 alle 12.53.27

Nella stessa lettera agli azionisti Netflix conferma anche la distribuzione, in tutti paesi in cui è presente, del sequel de la tigre e il dragone che uscirà il 26 agosto 2015 e che sarà proprosto in contemporanea anche sugli schermi IMAX. Un’annuncio che aveva scatenato, qualche tempo fa, le proteste di molta parte dell’esercizio americano. Ricordiamo inoltre che il 24 gennaio Netflix distribuirà ai propri clienti solo negli Stati Uniti e in Canada The Interview, la controversa commedia Sony con Seth Rogen e James Franco sull’assassinio del presidente nordcoreano al centro ormai di un caso internazionale.

Fonte: The Verge

 

Top