Home > Distribuzione > Digitale > Kickstarter da record nel 2014: quasi 530 milioni di dollari per 22mila progetti

Kickstarter da record nel 2014: quasi 530 milioni di dollari per 22mila progetti

Le piattaforme online di Crowdfunding sono sempre più utilizzate, anche dal settore cinematografico, per reperire fondi  per la produzione e la promozione di film e documentari o sostenere particolari progetti. Il meccanismo su cui si basano consiste nel poter mettere online la propria idea o il proprio progetto, spiegandolo con un breve testo e/o un...

Le piattaforme online di Crowdfunding sono sempre più utilizzate, anche dal settore cinematografico, per reperire fondi  per la produzione e la promozione di film e documentari o sostenere particolari progetti. Il meccanismo su cui si basano consiste nel poter mettere online la propria idea o il proprio progetto, spiegandolo con un breve testo e/o un video e chiedendo agli utenti di finanziario attraverso la propria donazione. Tra le piattaforme più note a livello mondiale l’americana Kickstarter, nata nel 2009 e utilizzata anche da Zach Braff  per finanziare in parte il suo ultimo film, Wish I Was Here (anche se la scelta del crowdfunding non ha convito il regista/attore). Nel 2014 Kickstarter ha fato registrare i numeri più alti della sua storia: 22.253 i progetti finanziati compleddivamente per un totale di 529 milioni di dollari. Tra le tipologie di progetti sostenuti a far la parte del leone per numero di singole “idee” le categoria Musica, con 4.009 progetti, seguita da Film & Video (3.846).

kickstarter crowdfunding

Ma la situazione cambia a livello di fondi raccolti: in questo caso sono i progetti relativi alla tecnologia a raccogliere più sovvenzioni (125 milioni di dollari), seguiti dal Design 97,7 milioni, dai Games (89,1 milioni)  e, solo in quarta posizione, dai Film & Video (66,6 milioni) mentre la musica raccoglie “solo” 34,1 milioni. Complessivamente hanno contribuito ai vari progetti di Kickstarter nel corso del 2014 circa 3,3 milioni di persone. Ovviamente gli Stati Uniti sono il paese che conta il maggior numero di “contribuenti”: 2,2 milioni per un totale di 335,5 milioni di dollari rccolti. In Europa è la Gran Bretagna ad avere più utenti di Kickstarter (261.771) e ad aver raccolto il numero maggiore di fondi (oltre 35 milioni). Per quanto riguarda l’Italia l’utilizzo di Kickstarter è ancora marginale: sono stati 18.378 i sottoscrittori nell’anno appena concluso per un totale di oltre 3 milioni di dollari raccolti (che comunque non sono pochi, più o meno a livello della Spagna). Nel 2014  oltre 2,2 milioni di persone hanno contrinuito a uno dei progetti di Kickstarter per la prima volta e 773.824 persone hanno sostenuto più di un progetto. «Siamo estremamente ottimisti sul futuro della creativvità» ha dichiarato il CEO della società Yancey Strickler. «Vediamo più opportunità e più apertura per i creativi e gli artisti che in ogni altro periodo storico, attraverso Kickstarter e altre piattaforme dimili come Etsy, Soundcloud e YouTube. Più opportunità significano nuove sfide – tra cui la prima e il competere per ottenere attenzione – ma le circostanze non molto migliori per i creativi e i supporter di quelle che esistevano prima: era un mondo dove la creatività era limitata dalla possibilità di accedervi, da confini geografici e dal conservatorismo delle grandi corporation dell’entertainment».

Top