Home > Cinema > Corcoran (NATO), "Con The Interview niente è cambiato per il VOD"

Corcoran (NATO), "Con The Interview niente è cambiato per il VOD"

There is a mobile optimized version of this page, view AMP Version. Molto si è scritto e si è detto sul “caso” The Interview, il film Sony boicottato dagli hacker responsabili dell’attacco informatico alla major che la stessa major ha seciciso di distribuore simultaneamente sia nelle sale (in un numero ristretto di schermi indipendenti) sia...
There is a mobile optimized version of this page, view AMP Version.

Molto si è scritto e si è detto sul “caso” The Interview, il film Sony boicottato dagli hacker responsabili dell’attacco informatico alla major che la stessa major ha seciciso di distribuore simultaneamente sia nelle sale (in un numero ristretto di schermi indipendenti) sia in VOD su alcune piattaforme selezionate: Incassando rispettivamente 5,9 milioni e 31 milioni di dollari (al 7 gennaio). Il film, è stato sostenuto da più parti compreso Ted Sarandos (Netflix), potebbe diventare un esempio di come si comporta un grande film quando vengono offerte diverse modalità distributive. Ma Patrick Corcoran Vice President e Chief Communications Officer della Nationa Theater Association of America /l’associazione dell’esercizio americano), sostiene, in un articolo pubblicato sul magazine dell’associazione Boxoffice che in realtà con The Interview niente è cambiato riguardo ai modelli distributivi dei film.

the interview

Corcoran ricorda che quando nel 2011 DirecTv cercò di forzare le finestre offrendo in premium VOD il film Tower Heist al prezzo di quasi 60 dollari le principali catene d’esercizio rifiutarono in blocco di proiettare il film «Cosa è successo quando Sony ha annunciato che avrebbe offerto The Interview nelle case accanto all’uscita nataliszia nelel sale? Le principali catene d’esercizio hanno annunciato che non avrebbero proiettato il film a quelle condizioni. Il film è stato programmato in 331 schermi  nella sua settimana d’apertura, circa lo stesso numero di altre meno note uscite simultanee. I giochi non sono cambiati» afferma Corcoran. Ma niente è cambiato anche sul fronte degli incassi online. Gli analisti che si non stupiti dei 31 milioni totalizzati in VOD da The Interview, secondo il dirigente della NATO hanno dimenticato di ricordare l’incaso di Bridesmaids che incassò in VOD 40 milioni dopo la sua tradizionale uscita nelle sale (con un incasso di 169 milioni di dollari). Un altro argomento usato dai sostenitori dell’accorciamento delle finestre è la lotta alla pirateria. Sostiene Corcoran: «alla fine del 2014 The Interview era stato scaricato dai siti torrent 2,5 milioni di volte». Infine Corcoran fa i conti in tasca a Sony per capire quanto effettivamente la major abbia perso in tutta questa faccenda legata al filmarrivando a stimare per Sony un buco di 30 milioni di euro.

 

 

Top