Home > Distribuzione > Apple rivela i nuovi iPhone, il VOD di Amazon sbarca su Android

Apple rivela i nuovi iPhone, il VOD di Amazon sbarca su Android

Novità dai principali colossi del mobile: Apple propone ben due nuovi modelli di telefono, con display più ampio e maggiori funzionalità, mentre Android aggiunge la possibilità di fruire dello streaming di film e serie tv offerto da Amazon direttamente da smartphone.

Giornata movimentata quella di ieri per il mondo dell’high-tech di largo consumo. Prima di tutto non ha deluso l’atteso evento Apple, in cui come previsto è stato svelato il nuovo telefono di Cupertino. Anzi, i nuovi telefoni: l’ iPhone 6 e l’iPhone 6 Plus, rispettivamente da 4,7 e 5,5 pollici. Entrambi sono dotati di fotocamere da 8 megapixel più avanzate nel riconoscimento dei volti e nella messa a fuoco, oltre a permettere le riprese in slow motion.

iphone6_

Il display del primo modello può contare su un milione di pixel, il secondo su due milioni. Il CEO  Tim Cook li ha definiti come “il più grande avanzamento” nella storia di questo dispositivo, ma a suscitare maggior curiosità è soprattutto  il nuovo gadget indossabile marchiato dall’inconfondibile mela, l’Apple Watch, ovviamente integrato con l’ecosistema dell’azienda e dotato di diverse funzionalità legate alla salute e al fitness. Un’altra tappa nel percorso di sviluppo di quelle tecnologie “wearables” che ormai costituiscono la nuova frontiera dell’elettronica di ampio consumo. Da segnalare anche una nuova soluzione per i pagamenti via mobile denominata Apple Pay, con cui l’azienda mira a ritagliarsi uno spazio sempre più ampio nelle transazioni effettuate quotidianamente dai possessori dei suoi device.

E se Cupertino sfodera le nuove carte, il rivale Android può dirsi soddisfatto di un nuovo “acquisto” nel campo delle funzionalità dei suoi dispositivi. Si tratta del video on demand di Amazon, che il colosso dell’ecommerce renderà d’ora in poi disponibile anche sugli smartphone dotati di questo sistema operativo, seppur solo in USA, Gran Bretagna e Germania. Per accedere allo streaming di Prime Instant Video basterà dunque installare l’ultima versione dell’app di Amazon e poi seguire il percorso  interno alla stessa per scaricare un player dedicato, disponibile solo nello store online del portale e non direttamente da Google Play. Unico inconveniente, duqnue, la necessità di abilitare applicazioni provenienti da “altre fonti” oltre a Big G. Finora il servizio on demand è stato fruibile via mobile solo dai tablet Android: la decisione di estenderlo agli smartphone sembra coerente con la strategia seguita ultimamente da Amazon, soprattutto col lancio all’interno del proprio sito di una sezione dedicata ai video  in “short form”, i più adatti al consumo su uno schermo di minori dimensioni come quello dei telefoni.

 

Davide Dellacasa
Publisher di ScreenWeek.it, Episode39 e Managing Director del network di Blog della Brad&k Productions ama internet e il cinema e ne ha fatto il suo mestiere fin dal 1994.
http://dd.screenweek.it
Top