Home > Distribuzione > Digitale > Netflix apre in Danimarca e Svezia: il portale VOD si espande ancora in Europa.

Netflix apre in Danimarca e Svezia: il portale VOD si espande ancora in Europa.

Lo streaming di Netflix comincia a farsi largo nell’area scandinava, in attesa di sbarcare anche in Norvegia e Finlandia: offrirà, sempre con abbonamenti modici, contenuti targati Warner, Fox, Sony e Disney, più quelli dei distributori locali.

Come annunciato nel corso dell’estate, Netflix ha dato ieri avvio alla sua nuova fase di espansione nel continente europeo, aprendo i battenti in Svezia e Danimarca. È il primo passo di un processo che porterà presto il servizio anche in Norvegia e Finlandia, oltre a Regno Unito e Irlanda dove il portale è operativo già da inizio anno.

Fedele alla sua intenzione di sganciarsi progressivamente dal core business iniziale, cioè il noleggio per corrispondenza di DVD, Netflix porterà in Scandinavia solo la propria offerta di SVOD (subscription video on demand), con un mix di contenuti internazionali e locali. Oltre a stringere accordi con alcune delle principali major hollywoodiane quali Warner Bros., Fox, Sony e Disney, o con emittenti televisive quali CBS e BBC, il portale può vantare anche un’intesa con distributori locali come Nordisk, Svensk, Scanbox e NonStop. Il costo dell’abbonamento al servizio, come al solito, sarà molto contenuto: dopo un periodo gratuito iniziale di prova, il prezzo sarà di circa 12 dollari al mese in Svezia e circa 14 in Danimarca.

Tra gli accordi presi con gli Studios, spicca in particolare quello con Warner Bros. Non solo perché finora la major ha mantenuto teso il rapporto con Netflix (a cui negli USA applica una finestra addizionale di 56 giorni per il servizio di noleggio via posta delle copie fisiche dei film), ma anche perché sul mercato scandinavo del VOD dovrebbe arrivare presto anche HBO Go, il portale online abbinato alla nota emittente tv americana, controllata proprio dal colosso mediatico Time Warner. Da questo punto di vista, la società guidata da Reed Hastings può tirare perciò un sospiro di sollievo, per quanto la aspetti comunque una dura competizione. Nonostante si stimi che in tutta l’area scandinava siano appena 9 milioni i nuclei abitativi dotati di una connessione a banda larga, il settore dell’on demand vanta già una pluralità di operatori, tra cui Amazon con Lovefilm (già competitor di Netflix in Gran Bretagna), il gigante svedese dei media Modern Times Group con ViaPlay e il servizio sostenuto da Nokia, Vlodder. Il piatto si presenta però ricco: secondo alcune stime, quello scandinavo sarebbe il quarto mercato a livello mondiale per la pay-tv.

 

Fonte: The Hollywood Reporter

Davide Dellacasa
Publisher di ScreenWeek.it, Episode39 e Managing Director del network di Blog della Brad&k Productions ama internet e il cinema e ne ha fatto il suo mestiere fin dal 1994.
http://dd.screenweek.it
Top