Condividi su

01 agosto 2012 • 15:47 • Scritto da
Laura Croce

Realtà aumentata: una visione “da fantascienza”.

Un brillante cortometraggio fa il verso ai Project Glasses di Google: è se la realtà aumentata prendesse il sopravvento su quella, appunto, “reale”? Di Eran May-raz e Daniel Lazo.

Post Image
0

Se da una parte c’è già chi aspetta con impazienza a questa nuova evoluzione tecnologica che potrebbe amplificare a dismisura il livello di “connessione” della nostra esistenza, c’è anche chi ne immagina una svolta “apocalittica”. Ecco il video di gusto squisitamente orwelliano realizzato da due studenti e basato su una concezione non così rosea della nostra crescente dipendenza, anche mentale, dai dispositivi connessi in Rete. Non che sia da prendere troppo sul serio: il corto è chiaramente di genere fantascientifico, con tanto di trasposizione nella cucina di casa di quei giochi che insegnano a tagliare frutta e verdura. D’altra parte, se c’è un app per tutto, perché non dovrebbero inventare quella per conquistare una ragazza o per leggere il pensiero. O, in un’ipotesi assai estrema, per controllarlo…

A voi il corto:

 

Sight from Sight Systems on Vimeo.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia questi due campi così come sono:

Protetto da Invisible Defender. E' stato mostrato un 403 ai 1.195.631 spammer.