Your Film Festival: i finalisti del concorso di YouTube a Venezia con Ridley Scott.

Continua la collaborazione tra Ridley Scott e YouTube per scoprire nuovi talenti e sperimentare le potenzialità dei video sul web. Il regista di culto, insieme a uno dei protagonisti del suo Prometheus Michael Fassbender, sarà infatti nella Giuria del Your Film Festival, la particolare rassegna di corti organizzata dal portale per il video sharing in collaborazione con EmiratesLa Biennale di Venezia e la Scott Free Productions. Dieci i titoli scelti per contendersi la vittoria (consistente in un contratto di produzione di 500.000 dollari), in un processo di selezione che ha coinvolto anche la community di YouTube. Se in una fase iniziale la Scott Free Productions ha filtrato le 15 mila candidature arrivate, scegliendone 50, sono stati oltre 3 milioni gli utenti coinvolti nella competizione per decidere quali cortometraggi sarebbero arrivati in finale, partecipando così alle proiezioni speciali e alla premiazione che si terranno il 2 settembre nell’ambito della 69ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Leggi tutto

Realtà aumentata: una visione “da fantascienza”.

La realtà aumentata, scusateci il gioco di parole, è già una realtà: grazie alla diffusione di dispositivi mobili ad alto contenuto tecnologico come smartphone e tablet, è sempre più facile trovare applicazioni, anche a scopo pubblicitario, che consentono di far apparire dal nulla immagini, video e altri contenuti capaci di materializzarsi sullo schermo interagendo con ciò che abbiamo davanti agli occhi. Niente però a confronto di ciò che promettono i Project Glasses di Google: una visione del mondo completamente integrata con le possibilità offerte dall’informatica, dove ogni istante della vita quotidiana può essere analizzato e ottimizzato attraverso un paio di occhiali, che in pratica funzionano come una specie di portatile, ma indossabile e soprattutto a comando vocale. Questo almeno è quanto presentato dal video, come al solito luminoso e rassicurante, che il colosso del web ha fatto circolare per promuovere e anticipare il progetto… Ma se la realtà aumentata avesse un lato oscuro?

Leggi tutto