Home > 2012 > giugno

Ciné 2012: Universal distribuirà i film della Filmauro, firmato accordo per tre anni

Annuncio a sorpresa a Ciné 2012, la sessione estiva delle Giornate Professionali di Cinema che si è conclusa proprio oggi a Riccione. Aurelio DeLaurentis, storico produttore e presidente della Filmauro, al momento della presentazione del suo listino ha stupito i presenti in sala con una notizia che scuote il mercato cinematografico

Protti: perché chiuderò le mie sale per l’estate.

Il multisala Ariston e il multiplex Cinecity di Mantova chiudono per l’estate. Ma le ferie sono tutt’altro che desiderate: rispecchiano l’incapacità del mercato italiano di superare la questione “stagionalità” con gravi conseguenze per il botteghino e per tutti gli anelli della filiera.

Il mercato e l’industria del cinema in Italia: il rapporto 2011 della Fondazione Ente dello Spettacolo.

Aumenta il prodotto ma calano il box office e l’home video, per la prima volta sotto il mezzo miliardo di fatturato. Per il presidente dell’Anica, Riccardo Tozzi, inizia un nuovo ciclo, che richiede il rinnovamento di tutta la filiera, dalla produzione all’esercizio e al ruolo delle tv.

Apologia del digitale: Chris McGurk (Cinedigm), ecco perché la nuova tecnologia è un toccasana per il cinema.

Nel discorso del CEO al L.A. Film Festival, tutte le aree della filiera cinematografica in cui la rivoluzione digitale può intervenire, o è già intervenuta, per rilanciare il settore. Dai minori costi di produzione e distribuzione fino ai palinsesti flessibili delle sale e al ruolo sempre più preponderante dell’on demand.

La rete degli spettatori: tra qualità e innovazione, specialmente grazie al web.

Il regista Valerio Jalongo ci parla del nuovo portale, che intende non solo aggregare gli appassionati della settima arte, le scuole e il mondo delle associazioni intorno a titoli di qualità, ma aprirsi, in prospettiva, anche alle possibilità distributive offerte da Internet e dall’on demand.

Top