Home > Distribuzione > Digitale > VOD all’inglese: Netflix guadagna BBC, LoveFilm ribatte con Sony.

VOD all’inglese: Netflix guadagna BBC, LoveFilm ribatte con Sony.

A partire dai primi mesi del 2012 gli utenti di Netflix in Irlanda e nel Regno Unito potranno avere accesso a un portfolio di serie tv di culto come la sitcom Fawlty Towers e Miss Marple, ma il competior inglese LoveFilm risponde all'attacco con The Social Network e Salt.

Cresce la competizione nel campo del video on demand in Gran Bretagna. Netflix continua infatti a preparare lo sbarco oltre l’Atlantico con una campagna volta ad aggiudicarsi contenuti abbondanti e di qualità,  puntando soprattutto sulle major con cataloghi appetibili quali Miramax e MGM,  e ora sul colosso per eccellenza del settore dei media britannici, cioè la BBC, nello specifico BBC Worldwide.

Ancora non si conoscono i termini finanziari dell’accordo, ma secondo quanto rivelato da The Wrap, a partire dai primi mesi del 2012 gli utenti del nuovo servizio di streaming in Irlanda e nel Regno Unito potranno avere accesso a un portfolio di serie tv di culto come la sitcom Fawlty Towers e Miss Marple, ma anche a telefilm più recenti quali Inspector Lynley, Torchwood e Spooks.

Ma il portale specializzato nel noleggio di film e serie tv via streaming non è l’unico a muoversi in questo momento: anche il suo diretto concorrente inglese, LoveFilm, sembra impegnato a prendere contromisure, tanto da stringere un’intesa con Sony, operativa a partire da giugno 2012, che gli consentirà di offrire ai propri iscritti anche titoli di grande richiamo come The Social Network e Salt. L’accordo siglato tra le due società riguarda la cosiddetta “seconda finestra per la pay tv”, e non va perciò a influire sui contratti già esistenti con altri operatori del settore come Sky e che permetterà a LoveFilm di distribuire via streaming sia uscite relativamente nuove che film di culto come Karate Kid, i cartoni animati di Spider-Man e Transformers. L’accordo pluriennale, spiega The Guardian, dovrebbe invece mettere i bastoni fra le ruote a Netflix, segnando un punto a favore del portale inglese che ha già al suo attivo una partnership simile con Warner e con l’indipendente Entertainment One.

Secondo un’analisi si Screen Intenrational, la notizia dell’arrivo di Netflix ha comunque scosso in maniera  significativa il settore, rimasto a lungo fermo per il predominio di Sky appena mitigato dalla presenza di LoveFilm. A trarne beneficio, secondo il magazine, saranno soprattutto gli indipendenti, che hanno già visto crescere il valore dei loro titoli, mentre Netflix potrebbe incontrare più difficoltà con le major, preoccupate che la sua entrata in scena si traduca in un ulteriore declino per l’home video. Se Warner  mantiene la sua intesa con LoveFilm, Universal l’ha invece disdetta nel 2009 proprio a favore del mercato di DVD e Blu-ray, in cui a seguito di questa mossa la compagnia ha registrato un effettivo aumento dei profitti.

Avatar
Davide Dellacasa
Publisher di ScreenWeek.it, Episode39 e Managing Director del network di Blog della Brad&k Productions ama internet e il cinema e ne ha fatto il suo mestiere fin dal 1994.
http://dd.screenweek.it
Top