Home > Cinema 2.0 > World Invasion: Battle Los Angeles e la sua campagna on-line

World Invasion: Battle Los Angeles e la sua campagna on-line

World Invasion: Battle Los Angeles è uno dei più importanti kolossal di inizio 2011. Come farà a distinguersi dalle altre pellicole sugli alieni in uscita nel corso dell'anno? Con un'ottima campagna virale e non, che sfrutta anche...

Battle: Los Angeles di Jonathan Liebesman con Aaron E. EckhartMichelle Rodriguez è uno dei più importanti e attesi kolossal di questa prima parte del 2011.

Il 2011 è stato definito come l’anno degli alieni ad Hollywood, vista l’enorme quantità di film in uscita con “omini verdi” e invasioni extraterrestri: arriveranno infatti Paul (solo una settimana dopo), Super 8, Cowboys and Aliens, Transformers 3, The Darkest Hour, Apollo 18, Area 51, Milo su Marte mentre Sono il numero quattro è già uscito lo scorso fine settimana in Italia e nel mondo.

Come fare a distinguersi dalla massa ed attirare gli spettatori, considerando anche l’elevato costo di produzione stimato in oltre 100 milioni di dollari?

World Invasion Battle Los Angeles poster USA

Ovviamente strutturando un’ottima campagna on-line che va avanti ormai da molti mesi, fin dall’inizio della produzione della pellicola, a cui è associata una campagna virale tra le migliori viste in questo anno.

Su ScrenWEEK stanno seguendo il virale già da tempo (qui un post riassuntivo) il cui scopo principale è quello di creare una solida base di “credibilità storica” e veridicità ad un film che è solamente pura fantascienza.

Il virale è composto dal sito della W.A.T.C.H. (worldwide assessment of threats concerning humankind) strutturato in varie sezioni dove si possono guardare una serie di “mockumentary” creati ad arte come testimonianze storiche di eventi alieni passati o anche assistere a dei notiziari (ce n’è uno anche in italiano) per conoscere le ultime notizie sull’invasione attuale.

C’è anche una mappa interattiva dove scoprire ed analizzare tutte le testimonianze aliene più importanti degli ultimi anni dal 1940 in poi, ma anche un ulteriore sito dove capire e studiare le tecnologie aliene, la loro biologia, il loro linguaggio e le loro armi.

interactivemapbattle2

Un virale che più che approfondire la trama e i personaggi del film vuole creare una base concreta di informazioni per i fan, in modo che possano muoversi agevolmente tra le varie nozioni e andare in sala preparati al meglio (e magari contagiando anche con un po’ del loro entusiasmo amici e parenti).

Per il fan-base tipicamente nerd, che viene attirato come una calamita da questo genere di prodotti, non a caso è stato messo a disposizione anche un videogame on-line con molti livelli a disposizione, utile per capire la gerarchia non solo dei militari ma anche degli alieni (si combattono sempre più grossi e pericolosi).

Al virale è affiancata una campagna promozionale classica che non si risparmia niente: la quantità di poster, video, featurette (qui un bellissimo esempio) e altri materiali è davvero notevole e nonostante il genere sia piuttosto rischioso (non sono molti i film sulle invasioni aliene andati bene al botteghino, ancor meno quelli non facenti parte di un franchise) World Invasion è una delle pellicola più attese di questa primavera.

Interessante come la Columbia Pictures voglia probabilmente sfruttare il fan base di un’altra pellicola simile che ha prodotto tramite la sua Tristar nel 2009, l’acclamato District 9 che incassò 115 milioni di dollari negli USA (210 nel mondo) ottenendo anche 4 candidature agli Oscar tra cui Miglior Film, Sceneggiatura e Montaggio.

Sulla pagina Facebook ufficiale di District 9 (620mila fan), ormai in home video da tempo, il 19 febbraio è stato postato un video di un avvistamento alieno con una navetta molto simile a quella viste nei trailer di World Invasion (segnalazione grazie al sito sonosoloparolesparse). Non venivano fatti aggiornamenti dal settembre scorso, e i fan hanno mangiato subito la foglia che si trattava di qualcosa riguardante il film in uscita: oltre 300 commenti in pochi giorni e quasi 1300 “mi piace”, numeri impressionanti per chi possa credere che una pagina di questo tipo possa essere considerata “morta” e inutilizzabile dopo l’uscita di una pellicola.

Aspettiamoci nuovi aggiornamenti incrociati nelle prossime settimane, che saranno sicuramente cruciali per il virale e la campagna del film.

World Invasion Battle Los Angeles Aaron Eckhart foto dal film

Nelle sale americane World Invasion arriverà l’11 marzo mentre in quelle italiane il 22 aprile, proprio in occasione del weekend pasquale, dove dovrà scontarsi con Cappuccetto Rosso Sangue, Amici amanti e…, Faccio un salto all’Avana, Come l’Acqua per elefanti e Winnie the Pooh.

District 9 nonostante l’enorme successo negli USA e il nome di Peter Jackson come produttore non andò molto bene nel nostro paese: solo 600mila euro all’esordio per un totale di 1.9 milioni. World Invasion è sicuramente più “kolossal” di quanto non lo fosse District 9, e il weekend pasquale e una concorrenza non esagerata (almeno non negli stessi target) sono due fattori che possono aiutare la pellicola a raggiungere un buon risultato.

Fonte: imdb, screenWEEK, boxofficemojo

Top